Altaroma: edizione zero per Showcase Christmas

Dal 12 al 14 dicembre nel cuore della città i giovani talenti

Lifestyle Moda
Chiudi  (ANSA)

Numero zero per Showcase Christmas Edition, una versione temporanea ed eccezionale del progetto di punta di Altaroma realizzato grazie al supporto di Camera di Commercio Roma, che vede la partecipazione di brand indipendenti del territorio romano-laziale - già selezionati per i progetti Showcase - in mostra dal 12 al 14 dicembre negli spazi di via Belsiana. I marchi presenti saranno Annagiulia Firenze, Aza Lea Italia, Caterina Moro, De Couture, Dedo Natis, Effei, Essenziale Seta, Femea, Invaerso, Krocette, Maison Luigi Borbone, Marinella Piccinno, Midorj, Pyla e Silence Please. Showcase, progetto di punta della manifestazione dal 2018, con l'obiettivo di essere un trait-d'union tra brand, buyer e clienti finali, ha riscontrato un'attenzione crescente sia del pubblico nazionale che straniero, oltre ad aver promosso e rafforzato, nell'ambito della Fashion Week romana, il legame della moda con il patrimonio storico della città. Il format di Altaroma conferma l'impegno nell'attività di scouting dei marchi emergenti, e supporta la piccola economia, rappresentando inoltre una grande opportunità di visibilità per i nuovi talenti del made in Italy, marchi giovani, innovativi, che mantengono un senso etico con particolare attenzione nei confronti della sostenibilità, di cui la società, pioniera dell'innovazione sostenibile nel settore moda, si fa promotrice in questo momento di emergenza climatica.
    (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Dramma per Tina Turner, figlio Ronnie morto a Los Angeles

Dopo il suicidio del fratello maggiore Craig nel 2018

Lifestyle People
Chiudi  (ANSA)

Un nuovo dramma per Tina Turner: suo figlio Ronnie, di 62 anni, e' morto nella casa di Los Angeles. La moglie Aida ne ha ha dato l'annuncio su Instagram. Secondo il sito del New York Post, il figlio della Turner e del secondo marito Ike aveva avuto molti problemi di salute tra cui un cancro. Tmz ha parlato con fonti della polizia secondo cui soccorritori erano stati chiamati a casa dell'uomo che aveva accusato problemi di respirazione. All'arrivo dell'ambulanza pero' Ronnie ha smesso di respirare ed e' morto. Per la 82enne cantante e' la seconda tragedia familiare: il fratello maggiore di Ronnie, Craig, si era tolto la vita nel luglio 2018.
    (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Ospitò protesta Sip In, il bar gay Julius' diventa luogo storico di New York

Organizzata da Mattachine Society nel Greenwich Village nel 1966

Lifestyle Società & Diritti
Chiudi Il più antico bar gay di New York e il più antico del Greenwich @ https://www.juliusbarny.com/ (ANSA) Il più antico bar gay di New York e il più antico del Greenwich @ https://www.juliusbarny.com/

Prima dei moti dello Stonewall Inn c'era Julius'. Lo storico bar, nel West Village, dopo quasi 60 anni ha ottenuto la denominazione di 'luogo storico' da parte della Landmarks Preservation Commission della città di New York.
    Quello che è considerato il bar gay più antico della Grande Mela nel 1966, tre anni prima le rivolte che portarono alla nascita del movimento di liberazione gay moderno in tutto il mondo, aveva ospitato la protesta del 'sip in', organizzata dalla 'Mattachine Society', una delle prime organizzazioni per i diritti degli omosessuali negli Stati Uniti d'America. Il sip in fu inscenato per protestare contro una legge che vietava di servire alcolici agli omosessuali. Sfidando la State Liquor Authority (SLA, l'ente che regolamenta la distribuzione di alcolici nello stato di New York ) sulle sue politiche circa i bar gay, Dick Leitsch, uno dei membri della Mattachine Society, condusse un 'sip in' (sorseggiare, termine derivato da sit in) in alcuni bar di New York con altri due uomini gay per verificare appunto la validità della politica della SLA sulla chiusura dei bar, i quali potevano vedersi revocata la sua licenza di vendita dei liquori se servivano da bere volontariamente a un gruppo di tre o più omosessuali. Allo stesso tempo Leitsch aveva avvisato anche la stampa perché doveva costruite un caso contro la SLA. I tre scelsero diversi bar, uno fu trovato chiuso, due servirono loro alcolici, quando arrivarono da Julius' il barista si rifiutò coprendo uno dei bicchieri con la mano. Il momento fu immortalato da un fotografo e il giorno dopo il New York Times scrisse un articolo sottolineando che un bar si era rifiutato di servire alcolici a dei gay mentre i precedenti tentativi erano andati a buon fine.
    L'anno dopo, grazie a quella protesta, dei giudici stabilirono che il semplice fatto di essere gay e di flirtare o baciarsi in pubblico non erano atti indecenti da portare al disturbo della quite pubblica e quindi gli omosessuali potevano bere legalmente nei bar.
    "Onorare un luogo di New York dove una volta veniva negato il servizio solo Silla base della sessualità - ha detto il sindaco Eric Adams in un comunicato - rafforza qualcosa che dovrebbe essere già chiaro: i newyorkesi Lgbtq+ sono i benvenuti ovunque nella nostra città". Juilius' era già dal 2016 nel National Register of Historical Places (registro del governo degli Stati Uniti, ndr). Lo stesso anno fu inserito lo Stonewall Inn.
    (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Vinicio Capossela, racconto le mie origini migranti

L'artista a Berlino e in altre città Europa per 30 anni carriera

Lifestyle People
Chiudi  (ANSA)

"Siamo da tempo una comunità mobile. Grazie al cielo il concetto di Heimat si è sostituito a quello di Vaterland. La realtà stessa del fare comunità si è modificata. La musica poi è la cosa più mobile che ci sia, ci accompagna senza pesare. Fa parte di quella Heimat, di quel senso di casa che non necessariamente coincide con un luogo fisico". Lo dice, intervistato dall'ANSA, Vinicio Capossela, al Columbia Theater di Berlino con i suoi musicisti il 12 dicembre, per un concerto che racconta i tre decenni dalla pubblicazione di "All'una e trentacinque circa", album d'esordio dell'artista italiano. Un tour che ha già toccato Londra e toccherà questa sera Bruxelles, domani sera L'Aia e poi Parigi e Lisbona. "Più che un tour celebrativo questo è un giro di concerti nel mese di dicembre, che è il mio mese preferito", dice Capossela, nato quasi 57 anni fa ad Hannover, proprio in Germania, da genitori italiani emigrati.
    "Tutta la lingua tedesca che ricorda mio padre sono i nomi degli attrezzi da lavoro che usavano nel cantiere edile. Sentirglieli recitare è una cosa che mi tocca sempre molto", racconta il cantautore, che aggiunge di adorare il libro 'Struwwelpeter' e la festa popolare tedesca Schuetzenfest, vista "con gli occhi di mio padre giovane". "Ho scritto un disco di canzoni per le feste, che pubblicherò uno dei prossimi Natali, si chiamerà appunto 'Shustenfesten 1965', cioè con la storpiatura con la quale mio padre pronuncia questa parola. Mi commuove sempre il mondo altro in cui si trovarono proiettati i miei genitori, che a quel tempo erano ragazzi giovanissimi." Un disco festivo che Capossela ha però voluto e dovuto ritardare, per confrontarsi prima con la più stretta attualità: "questi tempi mi hanno costretto a procrastinare il mio disco delle feste, perché al momento non c'è nulla da festeggiare. Ho dovuto scrivere altre canzoni dettate dall'urgenza. Le canzoni non cambiano il mondo ma possono contribuire a prendere coscienza", dice il cantautore, "da febbraio, da quando è cominciata quest'altra guerra terribile e assurda, ho ripreso a leggere Brecht, ed è sempre incredibile quanto sia attuale il suo smascheramento della realtà. Questo è quello che si è chiamati a fare: andare oltre la maschera con cui ci rassicurano e intanto ci portano al macello, e al disastro." Capossela, quindi, vuole ora prima pubblicare il suo "disco di canzoni urgenti, che comprende anche una canzone ricavata da una ballata di Brecht, 'Kinderkreuzzug 1939', 'la crociata dei bambini', e poi prima o poi pubblicherò anche un disco di canzoni ricavate dalle rime di Michelangelo".
    I progetti dell'artista - che da tempo si muove anche nella letteratura e in altri campi - non finiscono qui: "da molti anni continuo a lavorare a un libro di racconti sul mondo dello spettacolo. Storie che stanno dietro a questo mondo sempre al confine tra gloria e miseria", racconta Capossela. Tra le sue fonti d'ispirazione, il cantautore cita un universo composito, che ha accompagnato la sua carriera a partire dal 1990: "mi piacevano Kerouac, Tom Waits, Luigi Tenco, Bill Evans, il jazz.
    Poi ho scoperto la musica all'aria aperta: le serenate, i mariachi, il continente latino-americano, e poi la patafisica, Céline, la musica meccanica, la storia e la geografia, e poi il rebetiko, il tango, le musiche dell'assenza. E poi ancora il mito, il rito, la Bibbia, la cultura popolare e folklorica, e poi la forma della ballata, i trovatori, il medioevo, i minnesaenger. E in tutto questo anche passioni estemporanee come le canzoni per le feste."
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Tributo a Roberta di Camerino, da Grace Kelly al Gay Pride

Saggio di Gianluca Lo Vetro sulla stilista per mostra a Cortina

Lifestyle Moda
Chiudi Roberta di Camerino (ANSA) Roberta di Camerino

"Tribute to Roberta di Camerino: da Grace Kelly al Gay Pride. Dietro le quinte di un mito veneziano". E' il titolo del saggio su Roberta di Camerino, al secolo Giuliana Coen, del catalogo "Veneziamo Cortina", che ha accompagnato una mostra in onore della stilista, inaugurata a Cortina d'Ampezzo, l'8 dicembre, nell'ambito della fashion week che si svolge nella località sciistica fino al 10 dicembre. La mostra è stata organizzata dall'antiquario Claudio Zanettin nella sua galleria, La Ruotellina. Autore del saggio è invece il giornalista Gianluca Lo Vetro, che di Roberta di Camerino è il massimo conoscitore, visto che nel 1995 aveva già curato una mostra per i 50 anni del marchio (Il Giubileo di Roberta di Camerino, a Pesaro) e scritto diversi saggi sulla creatrice.
    "Tra l'altro Giuliana Coen - ricorda Lo Vetro al telefono con l'ANSA - era nata a Venezia nel 1920 e morta nel 2010, quindi proprio l'8 dicembre avrebbe compiuto 102 anni. Ma protagonista dell'esposizione è la celebre borsa modello Bagonghi. Un bauletto panciuto che Grace Kelly rese iconico nel suo primo viaggio in Italia da Principessa di Monaco (1959) al fianco del consorte, il Principe Ranieri III. Da allora le signore dell'epoca vollero 'la borsa della Principessa'". Perché il nome Bagonghi? "Giuliana - ricorda Lo Vetro - battezzò così questo bauletto piccolo e panciuto, studiato nel 1950, ispirandosi a Bagonghi: un nano che ai primi del '900 divenne una celebrità, dando quel nome a tutti i suoi simili circensi che ne discesero". "La Bagonghi era realizzata con i preziosissimi velluti di soprarizzo del veneziano Bevilacqua, sul Canal Grande -spiega Lo Vetro - tanto delicati da essere tessuti al buio al ritmo di mezzo metro al giorno. Se ne forniva anche il Vaticano". La collezione di 38 borse vintage, unica al mondo, per la prima volta riunite da La Ruotellina, viene mostrata dunque a Cortina nel giorno del compleanno di Giuliana Cella, l'8 dicembre, proprio nella città dove la stilista aprì il primo negozio del suo marchio. Corollario della mostra, una selezione di cravatte e foulard RdC, provenienti dalla collezione privata di Beppe Pisani. L'industriale sericocomasco li ha prodotti dal 1986 in poi. All'evento che ha visto la partecipazione della figlia della stilista, Roberta, sono state mostrate inoltre foto e memorabilia della cosiddetta "Dogaressa". Oltre alla collezione di Vintage Bags originali. Pezzi inestimabili, che raccontano come la stilista veneziana, abbia conquistato le passerelle e star come Elisabeth Taylor, Grace Kelly, e in tempi più vicini a noi, la cantante Madonna. Nel 1956 Roberta di Camerino vinse anche il Neiman Marcus Award, l'Oscar della Moda, grazie al suo stile riconoscibile e inimitabile, che riprendeva le tecniche dell'artigianato veneziano e i colori della città, rosso, verde e blu navy, come i quadri di Tiziano. Nel giugno del 2008 il marchio Roberta di Camerino è stato acquisito da Sixty Group SpA di Wicky Hassan e Renato Rossi. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Aci:a Prato "ECODrive", giornata su mobilità e sostenibilità

13 dicembre, organizzata con ordini Ingegneri e Architetti.

Motori Attualità
Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - PRATO, 09 DIC - Tutto è pronto per la prima edizione di "ECODrive - Utilizzo ottimizzato dei veicoli stradali e mobilità per la sostenibilità ambientale", organizzato da Automobile Club Prato, con il patrocinio degli ordini degli Ingegneri e degli Architetti della Provincia di Prato e con la sponsorizzazione di ESTRA.
    Martedì 13 dicembre, dalle 14,30 alle 18 al Palazzo delle Professioni di Prato, una giornata di formazione per gli iscritti ai due ordini (con 3 crediti formativi). Relatori gli ingegneri Luigi Di Matteo dell'Area tecnica di ACI e Francesco Bracciotti, tecnico in Formula 4, e Gianni Bellandi, pilota professionista e istruttore ACI. Lo scopo è stimolare le auto veramente "verdi" a entrare nel mercato, riducendo l'esposizione a inquinanti e rumori dannosi per la salute umana e ripristinando la fiducia dei consumatori riducendo il divario tra consumo dichiarato e reale. Sarà analizzata l'efficienza energetica e delle emissioni (non) regolamentate di gas serra e valutate le emissioni sonore in condizioni reali. In ultimo saranno introdotte alcune tecniche pratiche di "ECODrive", con la possibilità - nel corso del 2023 - di effettuare test.
    "E' probabilmente una novità a livello nazionale e ne sono particolarmente orgoglioso sia per la mia carica che per la mia professione, entrambe al centro di questa giornata", dice il presidente Automobile Club Prato, Federico Mazzoni, secondo cui "è necessario avere un approccio 'tecnico' a questi argomenti, che spesso seguono delle mode o più semplicemente delle logiche commerciali. E' un progetto ambizioso al quale lavoravamo da tempo." Come spiega il direttore dell'Automobile Club Prato Claudio Bigiarini, infatti, già lo scorso inverno era stata elaborata "una bozza quasi definitiva. Ho chiesto il parere all'Area Tecnica di ACI e l'ingner Di Matteo ha accettato di collaborare con noi. L'idea è quella di fornire questo tipo di servizio a tutti i cittadini ed alle imprese soci ACI. Con una platea così qualificata, il taglio della giornata sarà indubbiamente molto tecnico, ma abbiamo già previsto di rimodulare il tutto per renderlo fruibile a chiunque, anche grazie al contributo di ESTRA." (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Suzy Deering, chief marketing officer globale lascia Ford

Il successore a Dearborn sarà "oggetto di un futuro annuncio"

Motori I protagonisti
Chiudi Suzy Deering, chief marketing officer globale lascia Ford (ANSA) Suzy Deering, chief marketing officer globale lascia Ford

Ford ha annunciato che Suzy Deering, chief marketing officer globale negli ultimi due anni, ha lascito la società a partire da oggi. Nella sua posizione, la Deering ha anche supervisionato la comunicazione del marchio, l'e-commerce e la strategia digitale, nonché la strategia go-to-market per Ford Blue e ha supportato la visione futura del Model-e.
    "Ringraziamo Suzy per il suo contributo a Ford - ha dichiarato Kumar Galhotra, presidente di Ford Blue - e le auguriamo tutto il meglio per il futuro". L'azienda ha comunicato che il nome del successore della Deering sarà oggetto di un futuro annuncio.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Tradizione romana del Cottìo torna con "Pesce in Piazza"

A Trastevere antica Asta del pesce, ricette e dritte salva-spesa

Terra & Gusto Dolce & Salato
Chiudi  (ANSA)

Non c'è vigilia di Natale senza almeno una pietanza di pesce a tavola, a Roma e dintorni. Eppure sono molti i consumatori a dichiarare poca confidenza con i banchi del pesce: chi non sa riconoscere qualità e freschezza, chi compra solo i grandi classici, spigola e orata, chi lo consuma solo al ristorante. E in pochi, nella Capitale, hanno memoria del Cottìo, l'asta del pesce che ha caratterizzato la storia di Roma fino al 1960 e che si svolgeva l'antivigilia di Natale al Portico d'Ottavia. Un vivace mercato che, in occasione della seconda edizione di "Pesce in Piazza", che approda a Piazza San Cosimato, a Trastevere, dal 15 al 17 dicembre, facendo rivivere grida e contrattazioni fino alle prepazioni espresse del Cottìo. In un appuntamento popolare e divulgativo, con tanto di performance di recitazione a tema, che offre la possibilità di conoscere due maestri della cucina di Pesce, Massimo Riccioli e Anna Maria Palma, che illustreranno ricette tradizionali della cucina marinara con assaggi per i presenti.

Un progetto di Un/Lab, sotto la direzione artistica di Francesca Rocchi, patrocinato e promosso dal ministero dell'Agricoltura, Sovranità alimentare e foreste in collaborazione con Arsial- Agenzia regionale per lo sviluppo e l'Innovazione del Lazio, e col Centro Agroalimentare di Roma che ospita, tra i tanti padiglioni, il più grande mercato ittico d'Italia con 49 box dove operano 37 grandi aziende. Diversamente da altre piattaforme distributive "nel nostro Mercato ittico - ha sottolineato il direttore generale del Car Fabio Massimo Pallottini - si trova molto pescato locale, nonché ampia scelta di pescato nelle coste italiane, e una volta a settimana apre i battenti al pubblico non professionale consentendo alle famiglie una spesa di qualità e risparmio. Ma in questa manifestazione culturale e divulgativa - che punta sia a valorizzare il pesce della biodiversità dei nostri mari promuovendone il consumo consapevole, sia a porre l'attenzione sul mare e sulle nuove forme di acquacoltura - , vogliamo far riavvicinare le persone in una festa pop e conviviale, alla cucina e alla cultura di mare, ai pescator e al consumo consapevole". La presenza per il secondo anno del Masaf a Pesce in Piazza è un'ccasione di incontro attorno al cibo nostrano e di qualità, come evidenziato da Riccardo Rigillo, direttore generale Dipartimento Pesca del ministero, per portare tra la gente i tempi del consumo, della filiera, della rintracciabilità dei prodotti nonché della sostenibilità che rafforza il rispetto delle regole e dell'ecosistema". Dai laboratori di gusto e show cooking tante ricette e riflessioni a tema blue economy. Ad esempio, perché la zuppa di pesce è sparita dai menu dei ristoranti? chiede lo chef Riccioli, proponendo una disfida a tema zuppe che veda scendere in campo i cuochi e le marinerie sia del Tirreno che dell'Adriatico. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Percorre contromano 16 km di A23, bloccato da Polstrada

In Friuli. Austriaco denunciato per guida in stato di ebrezza

Motori Attualità
Chiudi  (ANSA)

Ha imboccato l'autostrada A23 in direzione Nord contromano e, ubriaco, l'ha percorsa per 16 chilometri, comprese 5 gallerie, fino a quando non è stato fermato dalla Polizia stradale. Il conducente, un cittadino austriaco, è stato quindi denunciato per guida in stato di ebbrezza e sottoposto alla sanzione pecuniaria, da 2.670 a 10.700 euro, con revoca della patente, per aver percorso in contromano un tratto autostradale. L'episodio risale alle prime ore di ieri, quando al centro operativo autostradale della Polizia stradale di Udine è giunta la segnalazione di una station wagon KIA in contromano nel tratto autostradale verso l'Austria. Il veicolo procedeva nella corsia di sorpasso, sfiorando le altre autovetture. Immediatamente è stato bloccato il traffico all'altezza della barriera autostradale di Ugovizza creando un muro di veicoli. Pochi minuti dopo l'uomo è stato bloccato dalla pattuglia della Polstrada di Amaro. Il conducente, residente a Villaco, è apparso subito in condizioni psico-fisiche alterate: sottoposto alla prova alcolemica, questa ha dato un risultato di 5 volte superiore ai limiti di legge.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Montepulciano e suoi sentieri, 10 anelli per 100 km

Terra di Poliziano lancia itinerari all'aria aperta

ViaggiArt Evasioni
Chiudi  (ANSA)

MONTEPULCIANO (SIENA) - Si chiama 'Montepulciano Active', ed è il nuovo progetto promosso dal Comune di Montepulciano (Siena) per incentivare l'outdoor e la mobilità sostenibile, caratterizzando la città di Agnolo Poliziano e del Vino Nobile come luogo ideale per il turismo all'aria aperta, tra natura e cultura. Dieci inediti percorsi ad anello, per un totale di circa 100 km, inseriti nella Rete escursionistica toscana (Ret), georeferenziati e interamente segnalati, lambiscono e attraversano molti punti chiave del territorio caratterizzati da bellezze storiche, architettoniche e naturalistiche, senza far mancare all'escursionista un contatto diretto con quelle che sono le caratteristiche peculiari di Montepulciano, come il lago, i vigneti, gli uliveti e il 'Paesaggio Collinare Policolturale di Montepulciano' che ha di recente ottenuto il riconoscimento di Paesaggio Rurale Storico con l'iscrizione nell'apposito registro nazionale che fa capo al Ministero dell'Agricoltura e della Sovranità Alimentare.
    "L'obiettivo che ci eravamo dati - sottolinea il sindaco Michele Angiolini - era quello di arrivare ad ampliare e qualificare l'offerta turistica andando a potenziare il brand outdoor nel nostro territorio nell'ottica della creazione di una 'rete di itinerari' che possa integrare e arricchire, a sua volta, l'offerta intercomunale dell'Ambito territoriale turistico della Valdichiana Senese". Una moderna rete escursionistica, con percorsi ad anello tematizzati e differenziati per tipologia di utenza escursionisti, sportivi, famiglie, turisti, basata sulla rete dei cammini storici culturali, le ciclopiste, le ippovie e i percorsi trekking presenti sul territorio come la via Lauretana Toscana, i percorsi etruschi Klanis, la ciclo pedonale della Bonifica, il Sentiero del Nobile, l'Anello del Chiaro e i percorsi per biciclette e mountain bike. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Bianca Balti: "L'operazione è andata bene, sono molto felice"

Ha subito una doppia mastectomia preventiva come Angelina Jolie

Lifestyle People
Chiudi Bianca Balti, 'operazione � andata bene, sono molto felice' (ANSA) Bianca Balti, 'operazione � andata bene, sono molto felice'

 "I'm goooood! L'operazione è andata tutto bene, avevo un bel dolorino quando mi sono svegliata, mi hanno dato delle robe per il dolore e adesso sono in camera mia.
    Ho anche la televisione e ho anche un crocifisso. Ragazzi, niente, vi volevo solo dare un update, sono molto felice…e basta, continuerò a darvi updates anche se non ve ne frega niente". Bianca Balti, in una serie di tenere storie sui social, sta aggiornando i suoi numerosi follower sulle sue condizioni di salute dopo essere stata sottoposta nelle scorse ore a una doppia mastectomia preventiva al Providence Saint Joseph Medical Center in California.



    La top model dice anche di essere comprensibilmente stanca e di avere "famissima": " Mi mangerei hambuger e patatine fritte, ma tipo 5!" dice scherzando e mostrando la misera gelatina di cui si deve accontentare per motivi medici dopo l'intervento.
    La top model 38enne ha scoperto tempo fa di avere la mutazione genetica BRCA1, che aumenta esponenzialmente il rischio di contrarre un tumore al seno e/o alle ovaie. Si tratta della stessa mutazione che ha Angelina Jolie e che l'ha portata a prendere la stessa decisione qualche anno fa. La Balti aveva dato l'annuncio dell'operazione sui social spiegando di amare "troppo la vita per non fare il possibile per preservarla" e di volere che le sue bambine trovassero in lei "la forza di agire se un giorno anche loro venissero diagnosticate". In modo molto sincero non aveva nascosto di sentirsi "fragile e spaventata dall'idea di dover dipendere dagli altri".
    Poco prima dell'operazione la modella ha pubblicato anche delle foto di una sua copertina di Playboy scrivendo: "Un'ode alle mie tette che mi hanno donato un sacco di soddisfazioni e sono sicura continueranno a farlo" e anche uno scatto mentre entrava in sala operatoria con il messaggio: "Prontissima a ridurre del 95% il mio rischio di contrarre un tumore al seno". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Kate Winslet, dopo i 40 anni nessun declino ma più donne più potenti, più sexy

Per attrice premio Oscar 'Ci evolviamo in noi stesse'

Lifestyle People
Chiudi  (ANSA)

Altro che declino, le donne dopo i 40 anni sono più potenti è più sexy. A dirlo è Kate Winslet, 47 anni, in un'intervista a 'Woman's Hour' della BBC.
    "Ho l'artrite ad un alluce e il mio piede sinistro si gonfia con il caldo - dice l'attrice premio Oscar nel 2008 per The Reader -. Ho 47 anni e ci sono pezzi che non fanno più ciò che vorresti. E c'è qualcosa di favoloso nel pensare, 'Bene, va così, giusto?'".
    Ha spiegato che quando le donne passano i 40 anni pensano, 'questo è l'inizio del mio declino'. "Io ho deciso di no - continua -. Noi diventiamo più donne, più potenti, più sexy. Ci evolviamo in noi stesse. Abbiamo opportunità di dire ciò che pensiamo senza temere l'opinione degli altri, senza badare a come siamo, credo sia straordinario". 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Ricette dal Marocco, come fare irresistibili tajine

Con la chef Maria del Dar Diarma Riad di Marrakech la preparazione passo passo

Lifestyle Food
Chiudi cucina dal Marocco con l'aiuto di Maria, la cuoca del Dar Darma Riad di Marrakech (ANSA) cucina dal Marocco con l'aiuto di Maria, la cuoca del Dar Darma Riad di Marrakech

Leggera, speziata, con pochi condimenti, volendo la cucina marocchina specie quella nelle speciali e popolari pentole di terracotta, le tajine, è decisamente healthy, salutare. Con il Marocco che si fa largo ai Mondiali del Qatar è una occasione per saperne di più e avvicinarsi a quelle cotture dense e appetitose ma anche digeribili, (tenendosi alla larga da piatti decisamente più hard come gli arrosti di teste di pecora popolari nelle fiere e nei banchetti di streetfood).
 

 



Maria, la cuoca del Dard Darma Riad a Marrakech, un buen ritiro nel centro del suq, guida nella preparazione di un menu completo, dall'antipasto con la verdura ricoperta di pasta fillo al dessert di latte e mandorle, passando per due piatti di carne, pollo e manzo. Il termine tajin o tajine è di origine berbera, si tratta di una pietanza di carne o pesce in umido, tipica, che prende il nome dal caratteristico piatto in cui viene cotto e che messo direttamente sul fuoco viene usato quotidianamente per ogni ricetta, dal couscous alle verdure cotte miste. Il piatto tajine, pesante e spesso, ha un coperchio a cono che realizza in pratica una cucina al vapore, slow, morbida, 'umida', senza aggiungere acqua o olio se non il minimo necessario. Non avendola (in realtà oltre che acquisti-ricordo dal Marocco si possono prendere on line o cercarli nei negozi della comunità marocchina di tutta Italia) , si può realizzare in una pentola bassa con coperchio e fondo spesso, meglio se di terracotta o di ghisa

cucina dal Marocco con l'aiuto di Maria, la cuoca del Dar Darma Riad di Marrakech

 


Tajine di pollo (o di manzo o di agnello) con prugne e albicocche : è la ricetta più classica da provare senza indugi
Tagliare una cipolla grande e metterla sul fondo del piatto della tajine a coprire bene la superficie, poi tagliare un pomodoro e adagiarlo
Sistemare sopra cipolla e pomodori le parti di carne (ad esempio cosce di pollo)
in un recipiente mescolare le spezie con 1 cucchiaio pieno di olio di semi (o olio evo). Queste le dosi consigliate per palati non abituati alla cucina etnica
1 cucchiaino di curcuma
1 cucchiaino di cannella
1 cucchiaino di zenzero in polvere (se fresco tagliarlo finemente ed aggiungerlo dopo)
1 cucchiano di pepe nero macinato
1/2 cucchiaino di sale
spargere questo mix di spezie sopra la carne
Aggiungere coriandolo e prezzemolo tritati finemente, secondo il gusto
(Volendo coprire il tutto con altre cipolle tagliate)
Accendere il fuoco al minimo, coprire e lasciare andare
Dopo 20 minuti aprire e bagnare con il brodo che si è formato la parte alta della carne. Ideale è non muovere questa 'piramide'
Nel caso del pollo basteranno 35/40 minuti di cottura, per manzo 45/50
Giusto 3-5 minuti prima del termine della cottura sistemare nel mezzo della carne prugne secche denocciolate e albicocche secche, mandorle senza pelle e sesamo. Coprire e spegnere il fuoco
Portare in tavola la tajine dopo che ha riposato per qualche minuto

cucina dal Marocco con l'aiuto di Maria, la cuoca del Dar Darma Riad di Marrakech: il dessert di latte e mandorle fritte

Alternativa è la Tajine di pollo con limone e olive verdi, una ricetta che piace davvero a tutti
Tagliare una cipolla grande e metterla sul fondo del piatto della tajine a coprire bene la superficie, poi tagliare un piccolo pomodoro e adagiarlo
Sistemare sopra cipolla e pomodori le parti di pollo
in un recipiente mescolare le spezie con 1 cucchiaio pieno di olio di semi (o olio evo). Queste le dosi consigliate per palati non abituati alla cucina etnica
1 cucchiaino di curcuma
1 cucchiano di pepe nero macinato
1/2 cucchiaino di sale
spargere questo mix di spezie sopra la carne
Aggiungere coriandolo e prezzemolo tritati finemente, secondo il gusto
Lasciare interi o tagliare in parti 2- 3 preserved lemons che sono una specialità del Marocco, facili da preparare anche a casa  (i limoni conservati in salamoia si comprano nei negozi etnici oppure si preparano tagliando a metà il limone e 'infarcendolo' di sale, mettendoli poi in un barattolo sterilizzato con chiusura ermetica stretti uno sull'altro, basta aspettare e si creerà da sola la salamoia)
Aggiungere un bel po' di olive verdi, meglio se condite
Accendere il fuoco al minimo, coprire e lasciare andare
Dopo 20 minuti aprire e bagnare con il brodo che si è formato la parte alta della carne. Ideale è non muovere questa 'piramide'
In circa 35 - 40 minuti il piatto sarà pronto

 

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Mercedes punta sull'Italia, 'grande importanza'

Jelinek a ANSA Incontra: 'Qualità forniture come quella tedesca'

Motori Sotto la Lente
Chiudi Mercedes punta sull'Italia, 'grande importanza' (ANSA) Mercedes punta sull'Italia, 'grande importanza'

L'Italia dell'automotive riveste una grande importanza nell'ambito delle attività industriali di Mercedes. Ed è dunque più che giustificata la preoccupazione espressa nel corso di Ansa Incontra da Radek Jelinek presidente di Mercedes Italia sul futuro del settore. Questo alla luce della situazione contingente e soprattutto della transizione verso l'elettrico.
    "Il cambiamento verso la macchina elettrica - ha detto Jelinek - quasi certamente avrà un effetto rilevante perché, come sappiamo bene, un motore elettrico ha una complessità molto più inferiore se lo compariamo con un motore endotermico. Penso però che gli italiani che sono abituati ad essere flessibili, ad adattarsi alle situazioni. E capiranno molto velocemente che questi cambiamenti sono necessari".
    "L'Italia è importante per Mercedes - ha sottolineato Jelinek - e io mi auguro che che rimarrà tale. Effettivamente anche io mi ero sorpreso quando eravamo in situazione pandemica e ci chiamavano da Stoccarda chiedendoci aiuto, anche sul fronte politico, per riaprire le fabbriche soprattutto nel nord Italia".
    Per Jelinek "la filiera italiana è molto importante per Mercedes Benz, la componentistica non è solo Brembo e ci sono anche molti altri fornitori. Credo che complessivamente, e non parlo solo di Mercedes e dei suoi fornitori, il settore valga molto più di mezzo milione di occupati. Ed ha quindi una importanza enorme per il Paese".
    Al riguardo il presidente di Mercedes Italia ha ricordato - durante ANSA Incontra - che "le Pmi italiane sono note proprio per questa capacità di resilienza e di adattamento, hanno una elasticità che le ha rese forti nel mondo. Magari mancano della capacità di ingrandirsi e di posizionarsi sul mercato, ma la qualità dei prodotti è quella che troviamo anche nel prodotto tedesco. Ecco perché compriamo, la nostra attenzione all'Italia non è casuale". 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Nick Carter dei Backstreet Boys accusato di stupro, Abc blocca lo special tv

Lei era minore e disabile, cantante nega tutto

Lifestyle People
Chiudi  (ANSA)

Nick Carter dei Backstreet Boys e' stato accusato di stupro da una ragazza autistica che all'epoca era minorenne. "Gli ultimi 21 anni sono stati pieni di confusione, dolore, frustrazione, vergogna e autolesionismo. Ed e' stato il risultato diretto del fatto che Nick Carter mi ha stuprata", ha detto, scoppiando in lacrime durante una conferenza stampa a Los Angeles, Shannon "Shay" Ruth, la donna che ha denunciato il cantante di averle usato violenza nel 2001 quando lei aveva 17 anni. L'azione legale e' stata presentata in Nevada.
    "Carter ha rubato la mia infanza e la mia innocenza, ma non puo' e non potra' mai togliermi la forza e la verita'. Saro' sempre una sopravvissuta", ha detto la donna. Nick nega tutto: le accuse, secondo il suo avvocato Michael Holtz, sono "legalmente senza merito, ma anche interamente non vere". Holtz ha aggiunto che la Ruth e' stata "manipolata", ha cambiato piu' volte la sua versione nel corso degli anni e che "le corti lo capiranno rapidamente". Intanto pero' la Abc, che avrebbe dovuto mandare in onda il 14 dicembre in prima serata uno speciale sull'iconica band anni '90, ha cancellato la programmazione dello show in cui Carter, AJ McLean, Kevin Richardson, Brian Littrell e Howie Dorough avrebbero dovuto cantare brani dal loro decimo album 'A Very Backstreet Christmas'. Nick Carter ha oggi 42 anni e la Ruth 39. Nella conferenza stampa la donna ha detto che le ha usato violenza dopo un concerto a Tacoma, nello Stato di Washington. "Anche se sono autistica e soffro di paralisi cerebrale, nulla ha avuto su di me un impatto negativo pari a quello causato da Carter", che, secondo quel che lei ha raccontato, dopo lo stupro l'ha insultata, dandole della "cagna ritardata" e lasciata con lividi sul braccio e un'infezione venerea. L'avvocato, Mark Boskovich, che la rappresenta ha aggiunto che l'indagine ha portato ad altre tre donne che affermano di esser state violentate da lui e che, come la Ruth, si sono trovate infette con Papilloma virus. "Spero che adesso si facciano avanti". Non e' la prima volta che il cantante viene accusato di molestie sessuali: nel 2017 Melissa Schuman, ex componente del gruppo pop Dream, aveva asserito che Nick l'aveva aggredita sessualmente quando lei aveva 18 anni e lui 22. Un mese fa Nick Carter ha perso il fratello minore Aaron, trovato morto nella sua casa della California dopo una lunga battaglia contro le dipendenze e problemi mentali. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Agricoltura: Commissione Ue, fertilizzanti russi sempre esclusi dalle sanzioni

Terra & Gusto Istituzioni
Chiudi  (ANSA)

"I fertilizzanti sono esclusi dalle sanzioni Ue, se Paesi terzi vogliono acquistare i fertilizzanti russi sono liberi di farlo e infatti i dati sul commercio dei fertilizzanti mostrano che il volume non è sceso".

Lo dichiara un portavoce della Commissione Ue, evitando però di confermare che nel nono pacchetto di sanzioni - che verrà probabilmente approvato lunedì al Consiglio Affari Esteri - non si prenderanno di mira i fertilizzanti di natura mineraria poiché "il pacchetto è ancora in discussione". 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Luca De Meo eletto nuovo presidente Acea

Il ceo di Renault succede a Olivier Zipse, numero uno di Bmw, a capo dell'Associazione Europea dei Costruttori di Automobili

Motori I protagonisti
Chiudi  (ANSA)

Il consiglio di amministrazione dell'Associazione Europea dei Costruttori di Automobili (ACEA) ha eletto Luca de Meo, CEO del Gruppo Renault, come suo Presidente per il 2023. Dal 1° gennaio, de Meo sostituirà Oliver Zipse, CEO di BMW, che ha ricoperto la carica negli ultimi due anni.
    "Questi ultimi anni - spiega Zipse - sono stati segnati dalla pandemia di COVID, dalle interruzioni della catena di approvvigionamento, dalla guerra in Ucraina e dalla crisi energetica, che hanno avuto un profondo impatto sul nostro settore. Tuttavia, l'industria automobilistica europea è stata l'affidabile spina dorsale industriale dell'UE in tempi di alta volatilità. Allo stesso tempo, abbiamo messo in guardia contro l'eccesso di regolamentazione e chiesto che la neutralità tecnologica sia la base della competitività dell'UE".
    "Guardando avanti - dichiara De Meo - abbiamo urgente bisogno che l'Europa attui politiche che sostengano pienamente il nostro obiettivo di decarbonizzazione e ci consentano di affrontare la crescente concorrenza globale. Accogliamo con favore il lavoro su una legge europea sulle materie prime, che dovrebbe sostenere la resilienza economica del continente e il passaggio a emissioni zero. Il nostro settore è impegnato a investire nella mobilità elettrica e a garantire la creazione di valore e posti di lavoro in Europa.
    La proposta Euro 7 nella sua forma attuale, tuttavia - prosegue il neopresidente ACEA - sottrarrebbe ingenti risorse umane e finanziarie all'elettrificazione, proprio nel momento in cui altre regioni del mondo stanno creando un ambiente di investimento attraente per la mobilità a emissioni zero. ACEA continuerà a sostenere un equilibrio tra ciò che è positivo per l'ambiente, ciò che è positivo per l'economia europea e ciò che è positivo per la società".
    La carica del presidente di ACEA dura un anno, ed è rinnovabile per una sola volta. A ricoprire il ruolo sono gli amministratori delegati delle aziende associate, dei principali produttori europei di auto, furgoni, camion e autobus. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Aci Livorno, "Rallye Elba" torna in serie IRC

La competizione lascia il Campionato Rally Asfalto 2023.

Motori Attualità
Chiudi  (ANSA)

 Aci Livorno Sport, organizzatore dei rallies all'isola d'Elba su mandato di Aci Livorno, titolare dei marchi "Rallye Elba" ha deciso "l'uscita della propria competizione dal Campionato Italiano Rally Asfalto 2023". Lo comunica l'Automobile Club Livorno con una nota. L'inserimento nel campionato era avvenuto a seguito della delibera della Giunta Sportiva ACI nella sua riunione dell'8 novembre scorso.
    La decisione è stata presa a seguito di alcuni incontri con le amministrazioni comunali del comprensorio elbano, che hanno individuato il Campionato IRC ed il suo bacino di utenza come "idoneo a portare sull'isola un maggiore numero di iscritti, quindi generando un importante flusso di turismo emozionale al seguito dell'evento". Questo anche in cosiderazone, prosegue la nota, dei "dati degli iscritti alle singole edizioni del rallye che evidenziano, nell'arco di 10 edizioni passate, il superamento delle 100 unità solamente nell'edizione del 2015, al secondo anno di permanenza nell'IRC". Le amministrazioni hanno dunque suggerito di tornare alla serie IRC.
    Aci Livorno Sport ha chiesto ad ACI Livorno il benestare per operare la rinuncia al Campionato Italiano Rally Asfalto ed entrare di nuovo a far parte del Campionato IRC. Il CdA di Aci Livorno ha approvato "non senza rammarico questa scelta obbligata, che ha guardato alla salvaguardia della gara".
    Il 56° Rallye Elba è previsto in calendario per il 21-22 aprile 2023 .
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Warhol, Haring e Basquiat, per la prima volta a confronto

A Bologna il padre della Pop Art e i figli spirituali

Lifestyle Tempo Libero
Chiudi La mostra 'Warhol Haring Basquiat', ospitata dall'11 marzo a Palazzo Belloni, a Bologna (ANSA) La mostra 'Warhol Haring Basquiat', ospitata dall'11 marzo a Palazzo Belloni, a Bologna

Per la prima volta in Italia una mostra racchiude le opere più iconiche di Warhol, Haring e Basquiat, il padre della Pop Art e i suoi due figli spirituali.
    Un sodalizio spirituale che nacque nel mondo della musica e dei club della New York underground anni '80, quando l'arte "avveniva" di notte. La mostra 'Warhol Haring Basquiat', ospitata dall'11 marzo a Palazzo Belloni, a Bologna, e prodotta da Next Exhibition, nasce con l'intento di ricostruire il clima di creatività che si poteva respirare nei luoghi di incontro dove i tre artisti trasformarono gli eccessi degli anni '80 in arte senza tempo. Larga attenzione sarà dedicata all'opera di Warhol in relazione al mondo della musica, per ripercorrere le varie tappe che portarono il padre della Pop Art ad elevarsi come uno dei primi artisti a trasformare questo ambito in arte. In mostra l'esemplare originale e firmato da Warhol della copertina del vinile "The Velvet Underground & Nico by Andy Warhol", considerata ancora oggi come la copertina più celebre del mondo, non riportando il nome del gruppo, ma solo la celebre banana e la firma di Andy Warhol. Insieme a tutte le altre celebri cover disegnate - tra cui spicca per importanza quella dell'album "Sticky Fingers" dei Rolling Stones - e le polaroid originali che ritraggono i principali artisti musicali con cui Warhol instaurò un rapporto di lavoro e amicizia. Uno dei templi della New York anni '80 era il Club 57 nell'East Village, frequentato da tutti e tre gli artisti, uno spazio aperto in cui andavano in scena performance che univano poesia, musica, pittura, moda, foto e video. Haring ne divenne il curatore artistico, decorandolo con i suoi graffiti. In esposizione saranno presenti le principali cover musicali realizzate dall'artista oltre a vari oggetti da collezione, tra cui le copertine dei vinili realizzate per il dj e curatore del club Paradise Garage, Larry Levan. Plasmato anch'egli dall'elettricità di quegli anni, Basquiat si appassionò invece molto al jazz, in particolare al Be-bop. La cover più celebre disegnata dall'artista afroamericano, considerata oggi come il "Sacro Graal del Rap", è Beat Bop: in mostra sarà presente una delle 500 rare edizioni del 1983. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Fipe, bene proroga semplificazione per i dehors

Fino a giugno per bar e ristoranti

Terra & Gusto Istituzioni
Chiudi  (ANSA)

"La proroga fino a giugno delle semplificazioni normative per l'allestimento dei dehors è un'ottima notizia ed è l'occasione per sviluppare una nuova armonia tra cultura e impresa nei centri storici delle nostre città. L'obiettivo comune deve essere quello di consentire uno sviluppo ordinato delle attività commerciali, riqualificando al tempo stesso gli spazi urbani e valorizzando il patrimonio architettonico, artistico e monumentale del Paese".

Così Roberto Calugi, direttore generale di Fipe-Confcommercio, la Federazione italiana dei Pubblici esercizi, commenta l'apertura del ministro della Cultura, Gennaro Sangiuliano, all'approvazione in sede parlamentare degli emendamenti al del Aiuti quater volti a prorogare il regime autorizzativo semplificato per i bar e ristoranti che desiderano allestire uno spazio esterno temporaneo.

"Si tratta di un intervento che richiediamo da mesi - spiega Calugi - perché siamo convinti che i dehors, se ben allestiti, possano costituire un valore aggiunto per le imprese della ristorazione, ma anche un elemento qualificante per gli spazi urbani. Un giudizio condiviso dai cittadini. Secondo un'indagine condotta da Fipe-Confcommercio a fine 2021, i dehors suscitano emozioni positive nel 70% dei cittadini, che li ritengono funzionali per sviluppare convivialità in aree dove prima non c'era nulla e che spesso migliorano gli ambienti, rendendoli più armoniosi".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Enzo Ferrari, ricordi e aneddoti a Fondazione Dino Zoli di Forlì

Evento per ammirare la F1 di Schumacher e la gabardina del Drake

Motori Attualità
Chiudi Enzo Ferrari, ricordi e aneddoti a Fondazione Dino Zoli di Forlì (ANSA) Enzo Ferrari, ricordi e aneddoti a Fondazione Dino Zoli di Forlì

Davvero unica la giornata che la Fondazione Dino Zoli - che da anni si occupa per l'omonimo gruppo industriale di arte e cultura - ha organizzato nella sede di Forlì per rivivere con oltre 200 ospiti appassionati il mito di Enzo Ferrari.
    Esperti come il costruttore Giancarlo Minardi, l'ingegnere Luigi Mazzola e i giornalisti Pino Allievi e Leo Turrini hanno aperto e ripercorso il libro dei ricordi sul 'Drake' con curiosità, aneddoti, retroscena, conditi da tanta emozione.
    A fare da cornice all'evento due rarità assolute, come la monoposto Ferrari F1 con cui Michael Schumacher vinse il campionato del mondo 2001 e l'impermeabile in gabardine che era la 'divisa' di Enzo Ferrari a Maranello e nelle poche uscite sulle piste.
    "La mia passione per Ferrari - ha ricordato in apertura il padrone di casa Dino Zoli - nasce da bambino come per il 99,9% degli italiani. Da adulto, ho avuto la possibilità di acquistare una Ferrari stradale e da lì ho imparato a conoscere più da vicino questo fantastico mondo, finché alcune fortunate concause mi hanno permesso di comprare la Ferrari F1 2001 con cui Michael Schumacher vinse il campionato del mondo in quell'anno".
    "Incontrai infatti il conte Antonini - racconta - che aveva a Modena un'agenzia che vendeva vetture da corsa e in quell'occasione mi disse che la Ferrari stava creando un progetto F1 Clienti per permettere a privati proprietari di monoposto del Cavallino Rampante di partecipare ad eventi internazionali sui circuiti più prestigiosi del Mondo. Colsi quell'occasione, ed ecco oggi qui esposta questa straordinaria vettura".
    Ma è ancora più emozionante la storia della 'gabardina' del Drake datata 1947. Racconta Dino Zoli: "Ero ai Minardi Day con mia figlia e venimmo a conoscenza di un'asta di oggetti del mondo delle corse. Appena vidi esposta la gabardina che era solito usare Enzo Ferrari, me ne innamorai. Tra tutti i partecipanti all'asta, rimanemmo in due, io e un americano, ma pensai che quel cimelio doveva assolutamente rimanere in Italia e così è stato".
    La gabardina è oggi esposta alla Fondazione Dino Zoli, e a salutarla, tra gli ospiti dell'evento anche Federico Canovi, l'ex proprietario, il quale commosso ha ricordato: "Questo indumento è una memoria non solo di Enzo Ferrari, per cui lavorai per diversi anni, ma soprattutto di mio nonno. Una governante di casa Ferrari, infatti, la regalò insieme ad altri indumenti a mia nonna per suo marito e dopo che mio nonno venne a mancare arrivò a me. L'ho conservata gelosamente per tanti anni, ma era tempo che tutti la potessero vedere e sono contento che sia rimasta in Italia".
    Per Leo Turrini e Pino Allievi, la frequentazione con Enzo Ferrari è prima di tutto legata ai circuiti e alle corse.
    Entrambi hanno tracciato il profilo di "un carattere forte, un uomo consapevole del suo valore. E che - ricorda Turrini - ha reso questo Paese più bello e più grande. 'Fai disegnare una macchina a un bambino e la farà rossa' diceva. Ferrari è diventato l'uomo che sognava di essere quando era bambino".
    Leo Turrini ha ripercorso anche il legame del Drake con la Romagna, grazie alla mamma Adalgisa e l'incontro con il padre benedettino Clerici, il quale, dopo la strage alla Mille Miglia del 1956 (della quale venne considerato responsabile lo stesso Ferraro) lo convinse ad andare avanti con l'azienda.
    Pino Allievi, uno dei giornalisti più stimati dall'Ingegner Ferrari, ha ricordato invece i primi incontri sui circuiti, quando non ancora giornalista accompagnava il telecronista Rai Mario Poltronieri. "Enzo Ferrari mi chiese chi fossi e si ricordò di un Allievi che lavorò per due anni a Maranello come amministrativo. Da lì nacque un rapporto di frequentazione che mi porta oggi ad avere più di 39 ore di registrazioni di interviste con lui. Era un grande giocoliere della vita.
    Adorabile, odioso e giocoso al tempo stesso". 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Mobilità sostenibile, 18 milioni per bici,moto e auto elettriche

Comune Genova, incentivi fino 9mila euro per rottamazione

Motori Eco Mobilità
Chiudi  (ANSA)

Incentivi fino a 9 mila euro per l'acquisto di veicoli nuovi, a basso impatto ambientale a fronte della rottamazione dei mezzi inquinanti che saranno oggetto di un'ordinanza comunale che limiterà il traffico ad auto e moto inquinanti nei primi mesi del 2023. Sono questi i punti principali del bando del Comune di Genova per il miglioramento della qualità dell'aria rivolto a privati, micro, piccole e medie imprese, lavoratori autonomi e terzo settore. Il bando del valore di 18 mln spalmati su tre annualità rientra tra gli interventi previsti da Regione Liguria per il piano di miglioramento della qualità dell'aria.
    "Con l'apertura del bando del Comune di Genova e con quello aperto nei giorni scorsi dalla Spezia, alla quale sono stati destinati 3,7 mln - spiega l'assessore regionale all'Ambiente Giacomo Giampedrone - rendiamo operativo l'accordo siglato nei mesi scorsi e mettiamo a disposizione di imprese e cittadini i fondi per incentivare la rottamazione e il rinnovo con mezzi ecologici dei due più grandi centri urbani della nostra regione, facendo un passo fondamentale per garantire un miglioramento significativo della qualità dell'aria in queste aree".
    "Con questo bando sosterremo concretamente cittadini e imprese, compresi i tassisti, Ncc ed enti del terzo settore - spiega l'assessore all'Ambiente del Comune di Genova Matteo Campora - nella rottamazione di mezzi inquinanti e quindi nell'acquisto di veicoli a basso impatto ambientale, contribuendo al miglioramento della qualità dell'aria e della vivibilità". Per i privati, l'importo massimo concedibile è 800 euro per l'acquisto di ebike, moto e scooter ibridi ed elettrici, 9 mila euro per veicoli elettrici e idrogeno, 6 mila per ibrido euro 6D-temp o successivo, 5 mila per metano, gpl, benzina-metano, benzina-gpl euro 6D-temp o successivo, 4 mila per benzina euro 6D-temp o successivo e diesel euro euro 6D-temp o successivo. Il bando sarà aperto dal 15 dicembre e per presentare la domanda si dovrà accedere con Spid all'applicativo web che sarà disponibile sul sito smart.comune.genova.it/ecoincentivi2022

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Veicoli industriali, mercato +12,2%, basso volume elettrici

Unrae, fondamentale piano sostegno alla decarbonizzazione merci

Motori Industria
Chiudi Veicoli industriali (ANSA) Veicoli industriali

Si conferma anche a novembre la crescita a doppia cifra del mercato dei veicoli industriali, con 2.141 unità immatricolate contro le 1.909 del 2021 (+12,2%). Il volume di immatricolazioni dei primi undici mesi dell'anno chiude così a +0,2% (23.036 verso 22.984), superando quello registrato nello stesso periodo del 2021. Continua - spiega l'Unrae - il trend positivo dei veicoli pesanti di massa uguale o superiore a 16 t, che segnano il +15,3% rispetto allo scorso anno. Chiude invece in negativo la fascia di peso medio-leggera sotto le 16 t, a -13,7% sul 2021, mentre registrano una decisa ripresa i mezzi leggeri sotto le 6 t (+77,5%).
    "Accogliamo con favore il dato e auspichiamo che, dopo avere recuperato negli scorsi mesi il terreno perduto a inizio 2022, il comparto possa chiudere l'anno con un risultato in linea con il 2021 - commenta Paolo A. Starace, presidente della sezione veicoli industriali dell'Unrae -. Tuttavia evidenziamo ancora una volta - sottolinea - come il basso volume di immatricolazioni di veicoli elettrici e l'assenza di uno specifico piano infrastrutturale rivolto ai veicoli industriali con alimentazioni alternative a bassissime o zero emissioni, rischino di compromettere la transizione ecologica del settore e di rendere vani gli ingenti investimenti profusi dalle Case costruttrici".
    "Riteniamo pertanto che sia fondamentale - conclude - un piano di sostegno alla decarbonizzazione del trasporto merci su gomma e a questo proposito abbiamo chiesto al Governo il riconoscimento per il prossimo quadriennio di un fondo ad hoc da 250 milioni di euro annui per il rinnovo in ottica ambientalmente sostenibile del parco circolante dei veicoli industriali, caratterizzato ad oggi da un'anzianità media di oltre 14 anni". 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Ue-Cile, tutela a Prosecco e a 39 alimenti Dop italiani

Per il Paese latino-americano nuove quote per carni e olio

Terra & Gusto Vino
Chiudi  (ANSA)

L'Accordo di cooperazione Ue-Cile firmato oggi a Bruxelles aggiunge denominazioni come il Prosecco alla lista dei circa 1.700 vini europei Dop e Igp già tutelati in Cile, e fornisce protezione a 216 prodotti alimentari Dop e Igp di cui quasi un quinto italiani. La lista di vini e liquori sotto protezione legale coprirà tutte le Dop e Igp attualmente registrate nell'Ue.

Per quanto riguarda gli alimenti, 39 sono le denominazioni italiane, dall'Aceto Balsamico di Modena al Vitellone Bianco dell'Appennino centrale. Parmigiano Reggiano è protetto. La denominazione Parmesano, già in uso in Cile da anni, sarà protetta dall'annuncio dell'accordo. Sarà quindi consentita solo a una lista chiusa di aziende cilene che già lo utilizzano. Per il settore agroalimentare europeo e italiano è di interesse anche la liberalizzazione per l'export di formaggi (oggi sottoposta a quota) e di prodotti agricoli trasformati.

In cambio di queste concessioni, il Cile beneficerà di quote addizionali per l'accesso al mercato unico su carni bovine (2mila tonnellate), pollame (18mila tonnellate), suine (9mila) e ovine (4mila). Il trattato abolisce l'aumento automatico della quota, previsto dal precedente accordo. L'Ue aprirà anche una quota di 11mila tonnellate per l'olio di oliva cileno. Nel capitolo sui sistemi alimentari sostenibili, Ue e Cile vietano l'uso in allevamento di antibiotici per la promozione della crescita. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Crolla vendite auto giapponesi in Cina a novembre

Causa aumento contagi da Covid e chiusura concessionarie

Motori Industria
Chiudi  (ANSA)

Crollano le vendite delle case automobilistiche giapponesi in Cina, a fronte delle restrizioni anti-Covid e la nuova ondata di infezioni. Il mese scorso le immatricolazioni della Toyota sono state 140.000, un calo del 18,4% rispetto a novembre 2021: si tratta del primo declino in sei mesi per il principale produttore mondiale.
    Notizie poco incoraggianti anche per la Honda, che ha segnato una flessione del 42,8% a circa 78.000 veicoli, e per la Nissan, -52,5% a 47.000 unità. Il calo simultaneo dei tre costruttori nipponici è il primo da maggio, quando la città di Shanghai - principale polo industriale dell'automotive - si trovava in lockdown. A novembre i casi di Covid in Cina erano ancora in aumento, provocando la chiusura di gran parte delle concessionarie e un accesso limitato a quelle aperte.  

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Esame del cranio svela cold case medievale, morte a colpi spada

Studio dell'università Insubria e Siena, il volto della vittima ricostruito in 3D

Scienza & Tecnica News Ragazzi
Chiudi  (ANSA)

Un caso archeologico di morte violenta dovuta a colpi di spada inferti alla testa di un giovane sepolto negli strati di epoca medievale del cimitero di San Biagio in Cittiglio, nei pressi di Varese, è stato pubblicato sulla rivista scientifica Journal of Archaeological Science: Reports. 

L'individuo è un giovane adulto di circa 20 anni, sepolto nella tomba numero 13 nell'atrio funerario interno alla chiesa, in un'area sepolcrale un tempo localizzata di fronte all'antica facciata romanica dell'edificio e successivamente inglobata nelle più recenti fasi di estensione e modificazione architettonica. Lo scheletro ha rivelato la presenza di quattro lesioni al cranio compatibili con ferite inferte intenzionalmente e con particolare violenza. Il cranio è stato quindi studiato con le più moderne tecnologie, in uso nelle indagini medico-legali.

L'Unità di ricerca di Preistoria e Antropologia del dipartimento senese, utilizzando un microscopio digitale tridimensionale, ha ricostruito il volto dell'individuo con le tecniche in uso in ambito forense e archeologico per determinare i danni fisici a carico del "ragazzo medievale", che ne hanno determinato la morte. Dallo studio è emerso che il soggetto era stato ripetutamente colpito al cranio con un'affilata arma da taglio, compatibile nella forma con una spada lunga in uso all'epoca. 

Allo studio ha lavorato il team di antropologi del Dipartimento di Scienze Fisiche della Terra e dell'Ambiente dell'Università di Siena col coordinamento del Dipartimento di Biotecnologie e Scienze della Vita dell'Università degli Studi dell'Insubria.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Vaccini: Schillaci a Ue, cambiare norme risarcimento danni

Non è ragionevole che gravino sui Paesi. Considerare anche il ritorno ad acquisti nazionali

Salute & Benessere Sanità
Chiudi Il ministro della Salute Schillaci (ANSA) Il ministro della Salute Schillaci

"E' indispensabile che la Commissione europea in sede di rinegoziazione riveda la clausola" dei contratti di acquisto dei vaccini anti-Covid, "che pone a carico degli Stati membri il risarcimento e/o l'indennizzo dovuto per i danni cagionati dai vaccini, nonché le spese legali sostenute dalle case farmaceutiche produttrici nei singoli procedimenti, non essendo ragionevole che esse gravino sugli Stati membri, specialmente dopo l'autorizzazione all'immissione in commercio ordinaria dei singoli vaccini, come anche rilevato dalla Corte dei Conti europea". Lo ha detto il ministro della Salute, Orazio Schillaci, al Consiglio Salute a Bruxelles.

Durante il suo intervento Schillaci ha poi chiesto di considerare il ritorno ad acquisti nazionali. "Il contesto attuale" del Covid-19 rende "legittimo", ha detto, anche "un progressivo ritorno a processi di acquisto" dei vaccini "ordinari, anche su base nazionale, anziché" un metodo "centralizzato a livello Ue come nella fase acuta".

 "E' delicata la questione del possibile ritorno alle procedure di acquisto o gestite direttamente dai singoli Stati anziché in base alla negoziazione centralizzata effettuata dalla Commissione europea - ha evidenziato il ministro -. Se è indubitabile che nel pieno dell'emergenza pandemica il ricorso siffatta procedura sia stato proficuo, mi pare che, pur dovendosi preservare l'obiettivo-valore della collaborazione tra gli Stati membri, il contesto attuale consenta di individuare strumenti d'acquisto ulteriori legittimando anche un progressivo ritorno a processi di acquisizione ordinari anche su base nazionale". 

Il ministro ha aggiunto che resta "fondamentale in ogni caso la possibilità di accedere a tutti i vaccini autorizzati dall'Ema, tenendo conto ovviamente dell'evoluzione epidemiologica".


   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Lamborghini Huracán Sterrato si mostra a Doha

E' stata svelata nella lounge flottante della Casa del Toro

Motori Prove e Novità
Chiudi Huracan Sterrato a Doha (ANSA) Huracan Sterrato a Doha

  La Lamborghini Huracán Sterrato è stata presentata ad ospiti VIP e rappresentanti della stampa EMEA, quindi provenienti da Europa, Medioriente ed Africa, nell'esclusiva location della pop-up Lounge flottante di Doha.
    Nell'occasione, gli ospiti hanno avuto l'opportunità di configurare, insieme agli specialisti del programma Ad Personam, la loro nuova Sterrato, scegliendo tra oltre 350 colori e finiture esterne, 60 pellami per gli interni, e tante altre finiture ed opzioni. Quindi, hanno potuto comprendere le possibilità illimitate di personalizzazione Lamborghini.
    La Lamborghini Huracán Sterrato si distingue dalle altre versioni della coupé V10 del Toro per la maggiore altezza da terra (+44 mm), per una corsa più ampia alle sospensioni, e per una carreggiata più larga sia all'anteriore (+30 mm) che al posteriore (+34 mm). Inoltre, il suo design è accentuato dalla protezione sottoscocca anteriore in alluminio, dalle soglie rinforzate, dal diffusore posteriore, dai robusti passaruota, e dalla presa d'aria sul cofano posteriore.
    "La Huracán Sterrato - ha detto Stephan Winkelmann, presidente e AD Lamborghini - costituisce il coronamento di un progetto di sviluppo che incarna a pieno la filosofia della Casa: andare oltre le aspettative e spostare sempre più avanti il limite delle possibilità per realizzare qualcosa di inaspettato, ma immediatamente riconoscibile come una Lamborghini".  
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Fiat Metaverse Store, acquisto auto digitale diventà reale

Da smartphone si esplora e compra Nuova 500 La Prima by Bocelli

Motori Attualità
Chiudi Fiat Metaverse Store, acquisto auto digitale diventà reale (ANSA) Fiat Metaverse Store, acquisto auto digitale diventà reale

Quale migliore occasione per provare il nuovo smartphone 5G ricevuto in regalo per Natale: al sito https://www.fiat.it/fiat/virtual-store è attivo da alcuni giorni il Fiat Metaverse Store, primo showroom interattivo al mondo alimentato dal metaverso, che rende il marchio torinese di Stellatins un vero e proprio leader nell'offerta di una brand experience immersiva e allo stesso tempo semplice.
    La tecnologia lanciata da Fiat è, infatti, la prima del suo genere ad alimentare un'esperienza di vendita end-to-end nel metaverso, rivoluzionando l'intera customer experience del marchio.
Nel Metaverse Store è presente un link reale al Product Genius di Fiat, una persona in carne e ossa che risponde in tempo reale a qualsiasi domanda dei clienti.
    I visitatori e i clienti potranno esplorare e acquistare la Nuova 500 La Prima by Bocelli comodamente da casa, grazie a un processo assistito dall'uomo, istantaneo, realistico e stress free. Un'esperienza unica nel suo genere che sarà estesa a tutta la gamma della Nuova 500 entro la fine del 2022.
    Inoltre, entro il primo semestre del 2023, i clienti potranno esplorare una varietà di modelli nel Metaverse Store e, partendo dall'Italia, questo rivoluzionario 'viaggio' sarà disponibile anche in altri mercati.
    Sviluppato in collaborazione con Touchcast e Microsoft, che hanno progettato questa esperienza appositamente per il marchio Fiat, questo innovativo Store utilizza la piattaforma Metaverse-as-a-Service di Touchcast costruita sul Microsoft Cloud. Fornisce ai clienti l'accesso al metaverso senza bisogno di cuffie per la realtà virtuale, avatar o hardware specializzati. Il risultato è una sintesi di digitale e fisico, in un'esperienza immersiva diversa da qualsiasi altra.
    Grazie al Metaverse Store il cliente viene trasportato istantaneamente 'dentro' al brand Fiat (prtendo proprio dal logo) e una volta all'interno, il Product Genius lo accoglierà per iniziare ad esplorare l'auto con un'ampia visuale a 360 gradi e conoscerne la tecnologia.
    È possibile porre domande sulla mobilità elettrica, sulle modalità di ricarica e sui contenuti di Nuova 500. Inoltre, il cliente potrà osservare da vicino il funzionamento dell'Infotainment, delle diverse modalità di guida o di ricarica elettrica dell'auto. Il cliente avrà anche la possibilità di personalizzare il modello scegliendone carrozzeria, colore, interni e qualsiasi altra caratteristica desiderata, vedendo letteralmente l'auto cambiare in tempo reale.
    Inoltre, questo nuovo strumento completamente immersivo di Fiat permette di ricreare un'esperienza di guida a bordo della Nuova 500 La Prima by Bocelli su La Pista 500, che è situata sul tetto dell'edificio Lingotto a Torino per spiegarne i sistemi di sicurezza ADAS che conferiscono alla Nuova 500 la guida di autonoma di livello 2.
    Per rispondere alle esigenze dei clienti e adattarsi al loro tempo libero, il Product Genius è sempre disponibile, dal lunedì al venerdi dalle 9.00 alle 20.00 e sabato dalle 10.00 alle 18.00. 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

VW: con la piattaforma Meb+ fino a 700 km di autonomia

Dieci nuovi modelli sulla nuova base pronti entro il 2026

Motori Industria
Chiudi VW: con la piattaforma Meb+ fino a 700 km di autonomia (ANSA) VW: con la piattaforma Meb+ fino a 700 km di autonomia

La piattaforma modulare Meb del Gruppo Volkswagen ha consentito di realizzare diverse tipologie di veicoli elettrici, e di consegnarne 670.000. Nel prossimo futuro, l'evoluzione di questa base, pensata esclusivamente per i mezzi a batteria, porterà alla realizzazione dell'architettura Meb+.
    Il punto di forza rimarrà la posizione del pacco batteria al centro del veicolo, precisamente tra l'asse anteriore e posteriore, che consente di variarne la grandezza a seconda delle necessità di autonomia, o della tipologia di auto.
    Con la piattaforma Meb+ arriverà una nuova generazione di batterie, che consentirà di accrescere l'autonomia fino a 700 km. Inoltre, si abbasseranno i tempi di ricarica, visto che le vetture realizzate su questa architettura potranno accettare fino a 200 kW in Hpc.
    Entro il 2026 arriveranno dieci nuovi modelli elettrici Volkswagen, costruiti su base Meb+, compreso quello che estenderà la gamma verso il basso mediante un prezzo di circa 25.000 euro. Sulla piattaforma Meb+ verranno realizzate anche auto per il mercato premium, e nuovi veicoli prestazionali.
    Il tutto verrà completato con nuovi sistemi di assistenza alla guida ancora più evoluti che andranno ad incrementare la sicurezza attiva delle elettriche del Gruppo Volkswagen. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

GM vuole istallare 40 mila colonnine in Usa e Canada

L'obiettivo è estendere la rete di ricarica per le elettriche

Motori Eco Mobilità
Chiudi GM vuole istallare 40 mila colonnine in Usa e Canada (ANSA) GM vuole istallare 40 mila colonnine in Usa e Canada

 Si chiama Dealer Community Charging Program, è nato nel 2021, per incrementare le stazioni di ricarica destinate ai veicoli elettrici sul suolo americano, ed ha visto, fino ad ora la partecipazione di quasi 1.000 concessionari General Motors negli Usa. Ora l'obiettivo è divenuto più ambizioso, visto che GM mira ad installare fino a 40.000 stazioni di ricarica da 19,2 kW negli Stati Uniti ed in Canada, raddoppiando il numero attuale di stazioni di ricarica pubbliche di livello 2.
    Il programma, esteso all'inizio del 2022 anche ai concessionari Chevrolet, dal prossimo anno coinvolgerà anche i punti vendita Buick, GMC e Cadillac. L'intento è quello di favorire l'accesso alla ricarica anche nelle aree rurali e nelle realtà urbane scarsamente servite. Nello specifico, i rivenditori che aderiscono al programma possono ricevere fino a 10 stazioni di ricarica di livello 2 da 19,2 kW.
    Si tratta di punti di approvvigionamento energetico democratici, in quanto a disposizione anche dei proprietari di veicoli di altri marchi. Hoss Hassani, vicepresidente di GM EV Ecosystem, ha spiegato: "I nostri concessionari in molti casi saranno un catalizzatore per l'adozione di veicoli elettrici in comunità che altrimenti avrebbero un'infrastruttura limitata".
   
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Audi entra in Formula 1 dalla porta virtuale

La monoposto Audi protagonista del videogame F1 22

Motori Attualità
Chiudi Audi entra in Formula 1 dalla porta virtuale (ANSA) Audi entra in Formula 1 dalla porta virtuale

Audi entrerà nel circus iridato della F1 nel 2026, in collaborazione con il team Sauber, quando aumenterà il livello di elettrificazione nella massima formula.
    Intanto, la monoposto della casa tedesca sarà presente nel videogame Codemaster EA Sports F1 22.
    Nell'ultima versione del videogioco ufficiale del campionato del mondo di F1, disponibile per Playstation, Xbox, e, per PC anche in realtà virtuale, sarà integrata nel novero delle monoposto anche quella a marchio Audi, precisamente nel livello Podium Pass Series 4 VIP.
    Tutto questo è stato reso possibile grazie all'operato di EA Sports e Codemasters, che hanno ricreato la show car con livrea speciale che il brand dei Quattro Anelli ha svelato nel momento del suo annuncio all'adesione del campionato di F1, in occasione dello scorso gran premio di Spa-Francorchamps.
    Henrik Wenders, responsabile del marchio Audi, ha dichiarato: "Non è affatto scontato essere protagonisti del videogioco ufficiale della Formula 1 con oltre 3 anni d'anticipo rispetto al debutto in gara". 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Cinque stelle a undici modelli per Euro NCAP

Sticchi Damiani, 2022 anno impegnativo per Euro NCAP

Motori Sicurezza
Chiudi Cinque stelle a undici modelli per Euro NCAP (ANSA) Cinque stelle a undici modelli per Euro NCAP

 Delle quattordici auto testate nell'ottava serie Euro NCAP 2022, undici hanno ottenuto la valutazione massima di cinque stelle, una in meno, ovvero quattro, per Peugeot 408, Citroen C4 e C4 X.
    Soltanto tre delle auto testate nell'ottava serie 2022 non hanno raggiunto la valutazione di sicurezza di cinque stelle. Il raggruppamento preso in considerazione comprende tre vetture cinesi, citycar, familiari, fuoristrada, monovolume, pick-up e quattro veicoli premium tra i quali il lussuoso Lucid Air, equipaggiato con dispositivi che utilizzano la più recente tecnologia di sicurezza.
    Lucid, che ha la propria sede negli Stati Uniti, è un'eccezione in un anno nel quale è stato notevole il numero di nuovi marchi cinesi sbarcati nel mercato europeo, tra i quali Chery con il piccolo fuoristrada Omoda5 e Maxus di Saic con il grande monovolume Mifa 9, entrambi con cinque stelle ottenute.
    Quest'anno, poi, si è registrata una decisa accelerazione relativa all'offerta di modelli elettrici, a cominciare da Volkswagen ID.Buzz, oltre ai gemelli con motore a combustione, pick-up Ford Ranger e VW Amarok, che combinano propulsori tradizionali con tecnologie di sicurezza aggiornate.
    "Il 2022 è stato uno degli anni più impegnativi per Euro NCAP - ha affermato Angelo Sticchi Damiani, presidente dell'Automobile Club d'Italia - che ha testato nuove case automobilistiche e, soprattutto, nuove tecnologie. A venticinque anni dal suo esordio, però, Euro NCAP sta predisponendo livelli di sicurezza sempre più elevati, tanto che i protocolli più restrittivi, che applicheremo nel 2023, costituiranno una vera e propria sfida per l'industria automobilistica".
    Cinque stelle per Škoda Octavia, così come Ford Puma e Volkswagen Touran, (entrambe aggiornamenti di rivalutazioni di auto precedenti), che, però, hanno perso una stella a causa del test nella protezione degli occupanti adulti. Stesso punteggio di quattro stelle per Peugeot 408, Citroen C4 e C4 X.
    Il Consorzio Euro NCAP, di cui ACI è uno dei soci, organizza crash test su nuovi veicoli e fornisce ai consumatori automobilistici una valutazione realistica e indipendente delle prestazioni di sicurezza di alcune delle auto più popolari vendute in Europa.  
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Il Museo Lamborghini si rinnova per i 60 anni del marchio

Chiusura straordinaria dal 10 al 22 dicembre per l'allestimento

Motori Attualità
Chiudi Il Museo Lamborghini si rinnova per i 60 anni del marchio (ANSA) Il Museo Lamborghini si rinnova per i 60 anni del marchio

Novità in vista per il Museo delle Tecnologie di Automobili Lamborghini a Sant'Agata Bolognese. Per il MUDETEC è infatti in programma una chiusura straordinaria dal 10 al 22 dicembre, che consentirà la realizzazione di una nuova esposizione molto speciale, dedicata al sessantesimo anniversario dell'azienda, fondata nel 1963.
    Alla riapertura della struttura, prevista per il giorno 23 di dicembre, il Museo Automobili Lamborghini sfoggerà una veste completamente rinnovata e dedicata alle celebrazioni dell'anniversario che dureranno per tutto il 2023.
    Durante il periodo natalizio, poi, il Museo Automobili Lamborghini rimarrà aperto per le visite dalle 9,30 alle 18, con ultimo ingresso alle ore 17, ad eccezione di alcune giornate come il 24, 25, 31 dicembre e 1 gennaio. 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Dinosauri sorpresi dall’asteroide nel loro massimo splendore

Uno studio rivede i motivi della scomparsa

Scienza & Tecnica News Ragazzi
Chiudi Triceratops prorsus che mastica le cicade disturba i cugini primitivi dei mammiferi placentali (a sinistra) e marsupiali (a destra) nel sottobosco, mentre una tartaruga dal guscio morbida si arrampica su un tronco (Fonte: Henry Sharpe)e (ANSA) Triceratops prorsus che mastica le cicade disturba i cugini primitivi dei mammiferi placentali (a sinistra) e marsupiali (a destra) nel sottobosco, mentre una tartaruga dal guscio morbida si arrampica su un tronco (Fonte: Henry Sharpe)e
I dinosauri sono stati sorpresi dall’asteroide quando erano al loro massimo splendore, lontani dal periodo di declino che molte ricerche recenti hanno descritto: a dare una nuova panoramica degli equilibri ecologici esistenti 66 milioni di anni fa, quando un enorme meteorite colpì il pianeta avviando il processo che portò alla scomparsa dei dinosauri, è uno studio pubblicato su Science Advances da ricercatori dell’Università di Oulu in Finlandia e dell’Università di Vigo, in Spagna.
Da decenni si dibatte sul perché i dinosauri non aviani, come il Tirannosauro e il Triceratopo, andarono incontro all’estinzione mentre i mammiferi e altre specie come coccodrilli e tartarughe sopravvissero. Secondo alcuni studi buona parte dei dinosauri si trovavano già in una fase di declino e l’impatto dell’enorme asteroide, e le conseguenze sul clima, non fecero altro che accelerare ulteriormente il loro declino. Ma analizzando una grandissima quantità di fossili del periodo i ricercatori hanno tentato ora di ricostruire con maggior precisione lo stato degli ecosistemi dell’epoca per capire lo stato di salute delle varie specie. Un lavoro da cui emerge invece che circa 66 milioni di anni fa lo stato di salute di gran parte delle specie di dinosauro fosse in realtà ottima e che fossero in pieno dominio delle loro specifiche nicchie ecologiche.
Al contrario, uccelli, mammiferi e rettili erano specie che dovevano frequentemente adattare i propri comportamenti e abitudini agli ecosistemi e ricercare spesso nuove strategie di sopravvivenza. Fu proprio questa maggiore attitudine alla flessibilità dei non dinosauri, propongono i ricercatori, l’arma vincente per cui mammiferi, rettili ed uccelli riuscirono forse ad adattarsi più rapidamente alle nuove condizioni radicalmente differenti dovute all’impatto dell’asteroide ed a favorire la loro sopravvivenza a scapito dei dinosauri che avevano dominato le varie nicchie ecologiche fino a quel momento.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Helbiz con ATAC per una mobilità più green a Roma

Vantaggi per dipendenti ATAC e possessori di Metrobus Card

Motori Eco Mobilità
Chiudi helbiz (ANSA) helbiz

 Helbiz e l'Azienda per la mobilità di Roma Capitale hanno annunciato una partnership per migliorare la mobilità intermodale e integrata su tutto il territorio del Comune di Roma.
    L'accordo, pensato anche con gli obiettivi di ridurre il traffico e promuovere la mobilità dolce, prevede vantaggi per i possessori di Metrebus Card e per i dipendenti ATAC. In particolare, Helbiz riserverà loro uno sconto del 20% per 200 corse, fino al 31 dicembre 2022. Inoltre per i dipendenti ATAC lo sconto può arrivare al 30% se si invia una mail dal dominio aziendale o allegando copia del tesserino aziendale all'indirizzo marketing@helbiz.com. In caso di aggiudicazione da parte di Helbiz della concessione per i monopattini da parte di Roma Capitale oltre il 31 dicembre 2022, lo sconto del 20% proseguirà anche nel 2023.
    "Siamo molto soddisfatti della partnership siglata con ATAC - ha commentato Matteo Mammì Ceo Emea di Helbiz - non solo perché con questo tipo di sinergie è possibile dar forma a soluzioni nuove per la città di Roma e per i suoi abitanti, ma anche perché queste iniziative, come quella di recente annunciata con Cotral, sono la dimostrazione che una nuova idea di mobilità è possibile anche nella Capitale, realtà che storicamente ha individuato nell'automobile il mezzo preferito per gli spostamenti. Un accordo di grande valore che speriamo di poter estendere al prossimo anno con nuove promozioni e progettualità".  

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Smi, confermata l'assenza di risorse per i medici

Ssn a rischio, Governo ci ascolti o siamo pronti allo sciopero

Salute & Benessere Sanità
Chiudi  (ANSA)

"L'approvazione di un emendamento della maggioranza in Commissione Affari Sociali della Camera alla legge di bilancio 2023 che stabilisce l'innalzamento dell'età pensionabile a 72 anni per i medici dipendenti e convenzionati del Servizio sanitario nazionale (Ssn), seppure in forma volontaria, rappresenta il tratto regressivo di questa manovra e certifica che non sono previste risorse per i medici, né tanto meno progetti concreti". Ad affermarlo, in una nota, Pina Onotri, segretario generale del Sindacato medici italiani (Smi).

Per Onotri "si sta andando incontro, a grandi passi, verso la non erogabilità dei livelli essenziali d'assistenza e la ingovernabilità del Ssn, nel mentre sono iniziati i lavori per realizzare le opere previste dal Pnrr, ospedali di comunità e case della salute per il cui funzionamento saranno necessari nuovi medici. Tutto questo a fronte della carenza ormai strutturale in tutto il Paese di medici". "Un orizzonte più che mai fosco - prosegue il segretario generale dello Smi - tenendo conto anche del via libera della Conferenza Stato-Regioni all'intesa al riparto delle risorse (a valere sul Fondo sanitario nazionale e quindi non aggiuntive) della misura prevista dalla legge di bilancio per l'assunzione di personale per le nuove strutture dell'assistenza territoriale (Case della Comunità, Ospedali di Comunità, Unità di continuità assistenziale e Centrali operative territoriali), che non prevede ulteriori risorse per i medici". "Siamo basiti - continua Onotri - dal modo in cui, dopo la pandemia, si stanno affrontando le criticità del nostro Ssn. Occorrono remunerazioni per medici in media con quelle europee unitamente ad uno stop dell'impego di cooperative e soggetti privati che determineranno aumenti dei costi e un impatto sfavorevole sull'organizzazione dei servizi sanitari, per fermare la fuga dei medici dal Ssn".

Lo Smi lancia quindi un appello al Governo: "Ci ascolti, oppure saremo costretti a proclamare lo stato di agitazione e lo sciopero".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Fedra Ribeiro nominata Ceo Mobilize Beyond Automotive

Con Patrick Claude, ad interim, succede a Clotilde Delbos

Motori I protagonisti
Chiudi Fedra Ribeiro nominata Ceo Mobilize Beyond Automotive (ANSA) Fedra Ribeiro nominata Ceo Mobilize Beyond Automotive

 A partire dal primo gennaio 2023 Fedra Ribeiro, attuale Coo di Mobilize, è nominata Ceo di Mobilize Beyond Automotive. Patrick Claude, Direttore dei Servizi Finanziari del Gruppo Renault e Amministratore di Rci Banque SA, è stato invece nominato dal Consiglio di Amministrazione di Rci Banque SA presidente ad interim del Consiglio di Amministrazione di Rci Banque SA a partire dal primo gennaio 2023. La sua nomina sarà sottoposta all'approvazione della Banca Centrale Europea.
    Fedra Ribeiro e Patrick Claude, ad interim, succedono a Clotilde Delbos che lascerà il Gruppo Renault il 31 dicembre 2022. "I dieci anni che ho trascorso nel Gruppo - ha commentato Clotilde Delbos - sono stati appassionanti. Ci tengo a ringraziare tutti i dipendenti del Gruppo che, sfidando le molteplici crisi degli ultimi anni, hanno lavorato per rendere Renault la bella azienda che è oggi" Fedra Ribeiro entra a far parte di Mobilize a Novembre 2021 come Coo, dopo essere stata Vicepresidente Esecutivo della Mobilità Progressiva in Bosch.
    La carriera di Fedra Ribeiro comincia nel 1998 in Portogallo dove ha lavorato per il Gruppo Volkswagen, Raytheon Technologies e Spx Corporation in diversi Paesi. Dal 2012, data in cui è entrata in Bosch, ha svolto diversi incarichi direttivi presso le Divisioni Connected Mobility Solutions e Aftermarket.
    Nel 2020, Vulog, uno dei leader delle tecnologie della mobilità condivisa, l'ha eletta tra le 20 donne più influenti del mondo nel settore della mobilità.  
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Bmw M2 con Performance Parts in anteprima a Essen

Alla fiera europea tuning e motorsport fino a domenica

Motori Prove e Novità
Chiudi Bmw M2 con Performance Parts in anteprima a Essen (ANSA) Bmw M2 con Performance Parts in anteprima a Essen

 Un'anteprima speciale per Bmw che si è presentata al Motor Show di Essen 2022 con alcune sue novità. Alla fiera europea per il tuning, il motorsport e i veicoli sportivi di serie, aperta alla Gruga-Halle fino a domenica 11 dicembre, la casa tedesca ha infatti pensato di sorprende i visitatori con l'anteprima mondiale della nuova Bmw M2 con Bmw M Performance Parts.
   

Oltre alle attuali automobili Bmw M, poi, presso lo stand nel padiglione 3 vengono presentate altre opzioni di retrofit sportivo della gamma di accessori Original Bmw. Interviste e sessioni di autografi con ospiti di spicco del mondo del motorsport completano il programma dello stand della casa dell'elica Oltre all'aspetto esteriore, le opzioni di personalizzazione sviluppate appositamente per la nuova M2 ottimizzano anche le caratteristiche di guida della vettura sportiva ad alte prestazioni. Le componenti aggiuntive per il frontale, il posteriore e le fiancate del modello compatto a due porte sono realizzate in resina rinforzata con fibra di carbonio, sigillata con un rivestimento trasparente che rivela la struttura a fibre del materiale.
    Componenti esterni come l'attacco anteriore M Performance Carbon, gli attacchi delle minigonne laterali M Performance Carbon, il diffusore posteriore M Performance Carbon o lo spoiler posteriore M Performance Carbon sottolineano i l DNA da corsa della nuova M2, influendo positivamente sulle sue proprietà aerodinamiche. Ampia è la gamma di Bmw M Performance Parts anche nell'area di guida, del telaio e dell'abitacolo.
    c'è anche il sistema di silenziatori M Performance Titanium che non solo consente di risparmiare otto chilogrammi di peso rispetto alle componenti standard, ma esalta anche il suono del motore sei cilindri in linea da 338 kW/460 CV.  
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Telepass sbarca nel Web3, mille NFT in vendita da lunedì

Si paga in Ethereum, valutati tra 97 e 121 euro l'uno

Motori Industria
Chiudi  (ANSA)

Il conto alla rovescia per entrare nel Web3 di Telepass è iniziato. Il 12 dicembre alle ore 12 e12 minuti si aprirà la vendita dei mille NFT ispirati al mondo della mobilità. La prevendita (whitelist) è già aperta e ci si può accedere attraverso i profili Twitter e Discord di Telepass, garantendosi così la prelazione all'acquisto e uno sconto, 0,08 Ethereum invece che al prezzo di listino di 0,1 (alle quotazioni di oggi sono circa 97 euro invece di 121 euro). Parte del ricavato sarà poi devoluto a organizzazioni del terzo settore per sostenere iniziative di riqualificazione ambientale, educazione, sostenibilità o per incentivare una mobilità sempre più green. Non si potrà scegliere il proprio Nft, sarà assegnato in modo casuale durante l'acquisto ma quello che si sa è che sono 200 per ogni macrocategoria di servizi: ricarica elettrica, carburante, lavaggio auto, skipass, mobilità urbana (taxi, trasporto pubblico, sharing mobility), ognuno dà al possessore alcuni benefit.

L'NFTLP (questo il nome del token di Telepass) legato alla categoria ricarica elettrica avrà il 15% di cashback sulle prime due transazioni di ciascun mese, mentre il possessore dell'NFT carburante avrà il 5% di cashback sui primi due rifornimenti di carburante effettuati in ciascun mese; per l'NFTLP lavaggio auto è previsto un lavaggio gratuito per ogni mese, mentre a chi è possessore di NFTLP skipass verrà applicato il 5% di cashback per due giornate per ciascun mese; infine, il possessore dell'NFTLP della categoria mobilità urbana, per ogni mese, avrà diritto al 10% di cashback sulle prime due transazioni con il servizio taxi e avrà minuti e sblocco illimitati per la sharing mobility (utilizzo effettivo con esclusione dei minuti di sosta o sospensione corsa).

"Gli NFT aprono la possibilità di rivoluzionare il concetto di fedeltà nella mobilità permettendo agli operatori di questo settore sia di condividere i propri utenti sia, al contempo, di risolvere i relativi problemi di privacy. In prospettiva, inoltre, potrebbe essere creato un ponte tra la mobilità reale e quella del metaverso, oltre il Web3 - aveva sottolineato quest'estate in occasione della presentazione del progetto l'ad Gabriele Benedetto - Siamo la più grande community italiana di persone in mobilità, con 4 milioni di clienti già completamente digitalizzati e che dal 1990 gestisce oltre 1.5 miliardi di transazioni di micropagamenti. Siamo quindi l'azienda perfetta per customer base e capacità di beta testing".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Fauci a Science, sul Covid uno tsunami di messaggi social

Tra poco le dimissioni. Poi 'voglio scrivere'

Scienza & Tecnica Ricerca & Istituzioni
Chiudi L'immunologo Anthony Fauci (fonte: National Institute of Allergy and Infectious Diseases, Flickr) (ANSA) L'immunologo Anthony Fauci (fonte: National Institute of Allergy and Infectious Diseases, Flickr)
Non gli era mai successo, nei suoi 54 anni di attività scientifica, di trovarsi di fronte a qualcosa di simile: “L'era dello tsunami dei social media è qualcosa che non avevo mai vissuto prima a questo livello”, dice il più celebre immunologo del mondo, Anthony Fauci, nell’intervista rilasciata al direttore della rivista Science, Holden Thorp. Manca ormai davvero poco tempo alle sue dimissioni, annunciate nell’agosto scorso, e l'intervista è una riflessione a tutto tondo sul ruolo della scienza nella società, sul corto circuito della comunicazione nella pandemia, sul valore della trasparenza e della responsabilità degli scienziati.
Dopo aver consigliato sette presidenti degli Stati Uniti e dopo 38 anni a capo dell'Istituto americano per allergie e le malattie infettive (Niaid), Fauci si prepara a lasciare entrambi gli incarichi. Per il futuro ancora nessun programma preciso, ma sicuramente ha ancora voglia di rimettersi in gioco. Nessuna nostalgia per il passato, ma ha la consapevolezza di avere accumulato un’esperienza unica, che adesso vorrebbe condividere scrivendo, tenendo conferenze e dando consigli, ma “solo se richiesti”.
Guardando al passato, però, è difficile trovare strumenti che permettano di contrastare l’informazione caotica che accompagna la pandemia di Covid-19. Nulla del genere era accaduto nell’altra epidemia che aveva seguito da vicino, quella di Aids. “La differenza rispetto ad allora è l'impatto enorme dei social media come veicolo di una disinformazione” che è “difficile da contrastare. Ho sempre detto che il modo migliore per contrastare la disinformazione è inondare il sistema di informazioni corrette, ed è ancora vero, ma si combatte contro una grandissima ondata di disinformazione”. Il rischio, secondo Fauci, è di “perdere la battaglia”.
Tanto più che l’onda di tsunami dei social media ha finito per travolgere anche i ricercatori e, a volte si sono pronunciati a proposito delle misure per contenere i contagi “persone che non sapevano nulla di virologia o epidemiologia”. E’ come stare in equilibrio su una “linea sottile”, dice ancora Fauci, “trovarsi a respingere affermazioni non basate sull’evidenza” e il rischio è si “essere accusati di arroganza”. Così come è difficile riuscire a spiegare che la scienza è in continua evoluzione. Per questo, aggiunge Fauci, i ricercatori “dovrebbero imparare a comunicare l’incertezza” e a far capire che, “anche davanti a quello che ora è un fatto reale, bisogna lasciare la porta aperta a un cambiamento, sulla base di nuovi dati”. La chiarezza e la trasparenza degli scienziati sono, poi, particolarmente importanti quando hanno incarichi governativi: “spesso hanno paura di dire qualcosa, e io dico loro dietro le quinte: qual è il problema? Non perderai il lavoro per aver detto la verità. Potresti rendere alcune persone un po' preoccupate, ma allora? Non importa. Sii aperto e trasparente". Educare le persone “a una migliore alfabetizzazione scientifica” è un’altra delle priorità indicata da Fauci.
Alla luce di tutto questo, è chiaro che non lo preoccupano molto gli 82 anni che compirà alla vigilia di Natale: “ho ancora energia, passione, entusiasmo e grazie al cielo sono in buona salute” e perciò, “al netto di imprevisti, vorrei scrivere, tenere conferenze e dare consigli a chi me li chiederà”.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Covid: Iss, Rt scende a 1,10 da 1,14

Intensive a 14,5% da 13,3% e reparti a 3,4% da 3,2%

Salute & Benessere Sanità
Chiudi Iss, Rt scende a 1,10 da 1,14,sopra soglia epidemica (ANSA) Iss, Rt scende a 1,10 da 1,14,sopra soglia epidemica

Scende lievemente l'indice di trasmissibilità Rt calcolato sui casi sintomatici di Covid-19. Nel periodo fra il 15 novembre e il 28 novembre 2022, l'Rt medio è stato infatti pari a 1,10 (range 1,01-1,19) mentre nella settimana precedente era pari a 1,14.

L'incidenza risulta in lieve diminuzione a 375 casi per 100.000 abitanti nella settimana dal 2 all'8 dicembre, dai 386 della settimana fra il 25 novembre e il primo dicembre. Lo indica il monitoraggio settimanale dell'Istituto Superiore di Sanità (Iss) e ministero della Salute.

In aumento anche questa settimana i ricoveri per Covid-19, sia nelle terapie intensive, sia nei reparti ordinari. Il tasso di occupazione nelle terapie intensive sale al 3,4% (rilevazione giornaliera del ministero della Salute all'8 dicembre) dal 3,2% rilevato il primo dicembre. 

Il tasso di occupazione nelle aree mediche a livello nazionale sale al 14,5% (rilevazione giornaliera del ninistero della Salute all'8 dicembre) dal 13,3% (rilevazione giornaliera del ministero della Salute a primo dicembre). 

Salgono da 7 a 9 le Regioni in cui il tasso di occupazione dei reparti ordinari da parte di pazienti Covid-19 supera, all'8 dicembre, la soglia di allerta del 15%. Sono Umbria (33,2%), Liguria (31,6%), Valle d'Aosta (28,4%), Friuli Venezia Giulia (22,9%), Emilia Romagna (19,4%%),  Marche (18,6%), Abruzzo (18,5%%), Veneto (16,5%), Calabria (15,6%, valore al 7 dicembre).  L'occupazione delle terapie intensive è  sotto la soglia del 10% in tutte le Regioni. I valori maggiori sono in Liguria (7,1%), Friuli Venezia Giulia (6,7%) e Abruzzo (6,1%)


   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Sfilata a Dakar per la collezione Chanel Metiers d'Art

Ospitata nell'ex Palazzo di giustizia della capitale senegalese

Lifestyle Moda
Chiudi  (ANSA)

 Sfilata a Dakar per la nuova collezione Chanel Metiers d'Art 2022/23. La decisione di presentare la collezione Métiers d'art Chanel a Dakar è stato il risultato di tre anni d'incontri con amici della maison che vi hanno vissuto e che vi sta realizzando progetti artistici. Dakar è una capitale artistica influente sulla scena internazionale, soprattutto per moda, cinema, danza, letteratura e musica.
    Infatti, nel gennaio 2023, la Galerie du 19M parigina verrà a Dakar per diversi mesi per il lancio, con il sostegno dell'IFAN (Institut Fondamental d'Afrique Noire), scambi e dialoghi creativi con personalità senegalesi, celebrando la ricchezza e la diversità del ricamo e della tessitura, in un programma gratuito e aperto a tutti. Lo scopo di questo programma è quello di promuovere la trasmissione del know-how e incoraggiare le vocazioni tra il grande pubblico, studenti, famiglie e amanti dell'artigianato. Tra creazione contemporanea e know-how tradizionale, le nuove collaborazioni saranno esposte in una seconda volta alla Galerie du 19M, Porte d'Aubervilliers, a Parigi.
    La collezione. Un'abbondanza di motivi tratti dal mondo vegetale, linee e forme geometriche, una profusione di colori caldi, paillettes e pendenti scintillanti, accanto alla delicatezza del pizzo. Con la sua allure delicata, la collezione Métiers d'Art prende forma in cappotti lunghi e aderenti, pantaloni attillati a zampa, colli anni Settanta, zeppe, felpe oversize, colorate e ricamate da fiori, multicolori tweed e abiti co orli asimmetrici più corti davanti. Su tutto uno spirito anni Settanta, il decennio pop soul-funk-disco-punk con la sua affascinante libertà, simboleggiata da un'esplosione di energia, incarnato da una femminilità giubilante. Si celebrano codici cari alla maison, anche all'interno dei motivi floreali.
    Il lavoro di ricamo, con i suoi grappoli di camelie, perle intrecciate, foreste di bottoni gioiello e paillettes abbaglianti, si armonizza con quello del pizzo plissé in bianco o nero. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Il Dna più antico svela un ecosistema di 2 milioni di anni fa

Popolato da renne, lepri e mastodonti

Scienza & Tecnica Terra & Poli
Chiudi Ricostruzione, basata sul Dna, dell'ecosistema che 2 milioni di anni fa esisteva nella parte più settentrionale della Groenlandia (fonte: Beth Zaikenjpg) (ANSA) Ricostruzione, basata sul Dna, dell'ecosistema che 2 milioni di anni fa esisteva nella parte più settentrionale della Groenlandia (fonte: Beth Zaikenjpg)

Renne, lepri e lemming tra betulle e pioppi, oltre a microrganismi e mastodonti, animali arcaici dell'era glaciale simili a tozzi elefanti. E' questo il quadro dipinto dal più antico Dna mai scoperto: risale a 2 milioni di anni fa ed era imprigionato in minuscoli frammenti di argilla e quarzo. E' una scoperta rivoluzionaria, che ha permesso di ricostruire l'intero ecosistema che allora esisteva nella parte più settentrionale della Groenlandia. Il lavoro, pubblicato sulla rivista Nature,si deve a un gruppo di ricerca internazionale guidato dall'Università danese di Copenhagen utilizzando grazie a tecnologie all'avanguardia. I 41 campioni di Dna trovati, che battono di 1 milione di anni il precedente record detenuto da un osso di Mammut siberiano, potrebbero aiutare le specie di oggi a resistere meglio al cambiamento climatico. Ma aprono anche la strada alla possibilità di replicare il successo ottenuto in un ambiente molto diverso come quello africano, alla ricerca di nuove informazioni sui primi esseri umani e sui loro antenati.

I frammenti di argilla e quarzo, lunghi pochi milionesimi di millimetro, sono stati raccolti in un deposito di sedimenti spesso quasi 100 metri, nascosto nella foce di un fiordo che si affaccia sull'Oceano Artico nel punto più settentrionale della Groenlandia. All'epoca, le temperature in questa zona erano tra i 10 ed i 17 gradi più elevate di quelle attuali.

"Gli antichi campioni di Dna sono stati trovati sepolti in profondità in sedimenti che si sono accumulati nel corso di 20mila anni", dice Kurt Kjær, che ha guidato lo studio insieme a Mikkel Winther Pedersen. "I sedimenti si sono poi conservati nel ghiaccio - continua Kjær - e sono rimasti indisturbati dall'uomo per due milioni di anni".

I ricercatori hanno prima dovuto stabilire la presenza o meno di Dna all'interno dei campioni raccolti, e poi capire come estrarlo senza danneggiarlo. Infine, ogni singolo frammento di Dna è stato confrontato con grandi banche dati contenenti le informazioni genetiche degli organismi di oggi: alcuni dei frammenti sono stati classificati facilmente in quanto antenati di specie tuttora esistenti, altri invece sono stati impossibili da collocare e appartengono quindi a organismi ormai estinti dei quali si conosce poco o nulla.

"Alcuni dei campioni sono stati prelevati nel 2006, e sono rimasti conservati fin da allora", dice ancora Kjær: "Soltanto dopo lo sviluppo delle nuove tecniche di estrazione e sequenziamento del Dna siamo infine riusciti ad analizzarli".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Cantante 18enne su TikTok 'non ho amici', in tanti pronti a uscire con lui

Potes, del Barese, risponde: 'Organizziamoci, siamo una famiglia'

Lifestyle Teen
Chiudi Cantante 18enne su TikTok 'non ho amici', e riceve valanga inviti (ANSA) Cantante 18enne su TikTok 'non ho amici', e riceve valanga inviti

I jeans strappati sulle ginocchia, lo sguardo triste, una grande cuffia sulle orecchie per ascoltare la musica mentre sprofonda nel sedile del treno, e un messaggio che suona come un appello: "Un giorno a settimana in cui esco, decido di andare a Bari e ci sto andando da solo perché non ho amici con cui uscire. Sentire mia madre che dice: 'posso venire io così no ci vai da solo' è un altro tipo di dolore". A postare il video su TikTok è il cantante Potes, della provincia di Bari, 18 anni appena e il coraggio di un uomo maturo nell'ammettere di sentirsi solo, proprio sui social network dove spesso i più giovani nascondono le loro fragilità per mostrarsi sempre forti e invincibili.

    Il suo messaggio in poco tempo fa il giro del web, supera 300mila visualizzazioni, 26mila "mi piace" e oltre 900 commenti da ogni parte d'Italia.
    Alcuni scrivono che "siamo tutti soli" e che "uscire con la mamma è bellissimo". Ma in tanti si dicono pronti a uscire con lui, "un ragazzo dolcissimo". E così Potes torna a sorridere, accetta l'offerta e posta un altro video in cui indossa una maglia all'ultima moda, pronto per trascorrere una serata fuori.
    Anche questo video è accompagnato da un messaggio, questa volta positivo: "Ho notato che siamo tutti troppo soli - scrive - quindi ragazzi di Bari e dintorni scrivetemi su Instagram, così il prima possibile usciamo insieme: siamo una famiglia".
    La grande rete in questa occasione è servita a fare gruppo per aiutarsi gli uni con gli altri, condividendo i propri sentimenti. "Perché siamo tutti così soli?", scrive una ragazza sul profilo di Potes. "Idem, anche io sola", aggiunge un'altra giovane che propone: "Andiamo insieme a Bari?". "Io ci sono, da Molfetta", "Anche io, per chiunque voglia uscire a Bari", si uniscono altri ragazzi.
    Il tema sollevato da Potes, quello della solitudine, è sentito da molti suoi coetanei: "Ti capisco - scrive una giovane - anche io non ho amici e amiche per uscire qui". In tanti ricordano a Potes che quello di sua madre, che si offre di uscire con lui, "è amore puro"; "Che carinaaaa", commentano. Ai messaggi dei più giovani si aggiungono anche quelli di alcuni genitori: "Anche mio figlio fino a 19 anni era così, ora ne ha 21 d è pieno di amici", scrive una mamma per incoraggiarlo.
    Mentre un papà, con l'emoticon triste, afferma:" Mia figlia è nella tua stessa situazione". Su TikTok e Instagram, Potes pubblica i video in cui si esibisce cantando, alcuni girati nella sua cameretta, altri durante esibizioni in pubblico. In un brano, in particolare, si domanda: "Che cos'è che non va in me, che cos'è lo stare bene? Non lo ricordo più". 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo


Trieste da scoprire, tra caffè storici, cultura e panorami mozzafiato / AS A LOCAL

Multiculturale per nascita, dalle tracce del passato glorioso la ripartenza di oggi

Lifestyle Tempo Libero
Chiudi Trieste - la statua di James Joyce (ANSA) Trieste - la statua di James Joyce

La città del caffè: a Trieste il rito italiano è declinato in tanti modi, una tradizione che racconta una storia di esportatori, spedizionieri e torrefattori all'ombra di un porto che è stato in altre epoche addirittura il sesto al mondo. Marche famose, colossi come Illy, meno conosciute come Hausbrandt o locali come l'Antica Torrefazione di Trieste, ma oltre il chicco sono i caffè storici il biglietto d'ingresso della città, sempre affollati e dove entrando bisogna prestare attenzione alle parole per non dichiararsi subito 'stranieri'. Bisogna dire nero per ordinare il caffè espresso, gocciato per un caffè con poca schiuma, capo per un cappuccino, macchia per un caffè macchiato, declinando poi in 'B' tutto questo per chiedere i vari tipi in un bicchiere di vetro (nero in b, capo in b, macchia in b) e attenzione però: caffellatte sta per cappuccino, in un crescendo che prevede il viennese (panna e cioccolata, meglio se Peratoner), il Morlacco (crema chantilly, liquore Morlacco, panna montata), il cannella con panna fresca e cannella e via di golosità. Si dice che i triestini consumino circa 10 kg di caffè all’anno a testa. E c'è tutta una attività che ruota intorno, economica, turistica e di formazione con corsi di degustazione, torrefazioni, impianti di decaffeinizzazione, persino una Università del caffè, un centro di eccellenza creato da illy per promuovere e divulgare la cultura del caffè in tutto il mondo.


Si parte dal caffè e dai caffè storici per entrare nel mood di questa città che carica di storia (il regno asburgico, l'irredentismo, la potenza portuale) fa i conti con un presente ridimensionato rispetto a quel passato ma per questo tutta da scoprire rispetto ad altre mete italiane. E dove la presenza di tante comunità, serbo-ortodossa, greca, slovena, ebraica (c'è la sinagoga più grande d'Italia), armena, protestante, musulmana è così radicata da mescolarsi nei piatti di cibo tipici della città, da determinare feste e celebrazioni continue, persino un calendario che le riporta tutte come quello edito da Alexandros Delithanassis, origine greca, titolare da qualche anno di uno dei luoghi più belli della città: l'Antico Caffè San Marco, rinato con lui a nuova vita, con libreria, ristorante, bar, attività culturali in uno spazio magnifico dei primi anni del Novecento, luogo di irredentisti, affrescato magnificamente e dove ascoltando i racconti di Delithanassis e dei suoi preparati camerieri perdersi nelle mille vicende di questo spazio. Più in centro, davanti al molo, c'è il Caffè To
mmaseo,
mentre in Piazza Unità d'Italia, 'la piazza' di Trieste che guarda il mare, scruta l'orizzonte, aspetta la bora (il vento micidiale di questi luoghi, talmente importante da avere un museo tutto per lei), c'è il Caffè degli Specchi.
La cultura, con il caffè, è l'altro biglietto da visita. Trieste è una città letteraria e qui si sta realizzando un museo della letteratura, di fronte alla statua di Italo Svevo che nacque proprio in piazza Attilio Hortis nel 1861 e dove ambientò i suoi romanzi. La targa in bronzo riporta una frase della Coscienza di Zeno: "La vita non è né brutta né bella, ma è originale!". Il monumento raffigura Ettore Schmitz (il vero nome di Italo Svevo) con cappello e libro in mano e sembra guardare verso un altro suo ritratto presente nella piazza: quello dipinto sulle mura del palazzo di fronte, sede della Biblioteca civica, dove Svevo amava trascorrere ore a leggere e studiare, ancora oggi frequentatissima e promotrice di iniziative letterarie, insieme ad altre istituzioni cittadine come il Teatro stabile, per reading e conferenze. La statua di Svevo non è l'unica di autori famosi che scelsero Trieste come luogo d'ispirazione: James Joyce e Umberto Saba, mentre sulla piazza della Borsa intento a leggere tra tanti libri c'è anche Gabriele D'Annunzio, legato alla città anche per le imprese marinare, come l'Audace, la prima nave della Marina Militare italiana, il cacciatorpediniere Audace arrivato nel porto il 2 novembre 1018. Audace è da quegli anni Venti anche il nome del Molo, la bellissima passerella sul mare, scenario instagrammabile di foto con panorami di albe e tramonti, con luci livide o abbaglianti. Il luogo dove le barche si affollano nel periodo della Barcolana ad ottobre.
La riscoperta turistica di Trieste passa anche per mostre d'arte, quelle nel palazzo ottocentesco del barone Pasquale Revoltella (1795-1869), personalità illustre della città, economista, imprenditore tra i primi azionisti delle Assicurazioni Generali, consigliere d'amministrazione del Lloyd Austriaco, cui si deve anche un forte impegno per l'apertura del canale di Suez del 1869, decisivo per lo sviluppo economico di Trieste legato ai traffici marittimi. Per volontà del barone e per ospitare la sua collezione d'arte nacque in quegli anni una istituzione, il Museo Revoltella , importante galleria d’arte moderna che già alla fine dell’800 aveva autori come Previati e Hayez e poi successivamente, grazie alle acquisizioni alle Biennali di Venezia, ampliata con opere di grande valore, come la Signora col cane (1878) di De Nittis e poi ancora nel corso del ’900 con opere di Casorati, Sironi, Carrà, Morandi, De Chirico, Manzù, Marini, Fontana e Burri. Oggi, oltre alle collezioni permanenti si svolgono mostre importanti, come l'ultima in corso fino ad aprile 2023 sul movimento dei Macchiaioli con opere di Telemaco Signorini, Giovanni Fattori e Silvestro Lega tra gli altri. Proprio lì accanto l'ampliamento del museo, su progetto di Carlo Scarpa, con l'attiguo palazzo Brunner, aperto nel 1991. Trieste - l'Antico Caffè San Marco

Trieste - il Molo Audace

Altro luogo d'arte è sul mare, il Salone degli incanti, divenuto Centro Espositivo d'Arte Moderna e Contemporanea sulla Riva Nazario Sauro, un palazzo liberty degli anni Dieci del Novecento che un tempo era la pescheria centrale del porto di Trieste (i polpi scolpiti sulla facciata lo ricordano così come la torre che una volta distribuiva l’acqua di mare sui banconi del pescato e oggi rifornisce le vasche dell’Aquario). E' esempio dello stile che in città si alterna al dominante Neoclassico, senza dimenticare Ecclettismo e Razionalismo. Il Salone degli incanti ospita oggi mostre, dopo quella su Frida Khalo è aperta dal 25 novembre fino ad aprile 2023 “The Great Communicator. Banksy (Unauthorized exhibition)” l’esposizione sull'artista di Bristol, considerata come la mostra più completa mai organizzata in Italia sul misterioso writer. Curata da Gianni Mercurio, promossa dalla Regione Friuli Venezia Giulia e dal Comune di Trieste e organizzata da PromoTurismoFVG in collaborazione con Madeinart  pone l'accento sulle capacità comunicative di Banksycon il suo linguaggio immediatamente riconoscibile, con i suoi messaggi di protesta legati all'attualità, con il suo attivismo tramite l'arte contro consumismo, povertà, disuguaglianze sociali che arrivano diretti  soprattutto alle giovani generazioni. Sono una sessantina le opere presenti nella mostra provenienti da collezioni italiane e internazionali (tra cui alcuni dipinti di grandi dimensioni)  integrate da oggetti, fotografie, memorabilia e video lavori di Banksy, la ricostruzione del suo studio segreto tra bombolette spray e stencil in cui prepara le sue opere da installare con blitz veloci segreti e notturni. Nella mostra sono documentate le  sue famose incursioni nei più importanti musei del mondo (MOMA, Louvre, Tate) - gli eco-attivisti di Ultima Generazione hanno anche lui come esempio - e le sue mostre provocatorie prima fra tutte quella al Walled Off Hotel, “con la vista più brutta al mondo”, creato dall’artista accanto al muro che a Betlemme confina la zona palestinese, simbolo del suo impegno per la causa di Gaza.
La cucina triestina (cui è dedicato anche un libro recente di Guido Tommasi Editore) di Marina Raccar e Rita Mazzoli riflette tutto il mix match triestino: piatti ungheresi, austriaci, carnici, si mescolano sulla tavola. La Jota, 'la minestra della Bora', dalla 'scontrosa grazia' come diceva Saba, ricetta antichissima a base di crauti, fagioli, patate e maiale affumicato profumata al Kümmel è un punto di partenza, si fa in casa, spopola nei 'buffet', le tipiche trattorie popolari triestine. La si alterna con la pasta e fasoi caratterizzata dal disfrito, il roux a base di olio e farina da tostare finchè non diventa bruno e da spargere sopra.  Si prosegue con specialità come gli gnochi de susini (hanno una susina intera dentro), il misterioso liptauer (spalmabile a base di ricotta, gorgonzola, burro e paprika) perfetto per il rebechin, la merenda di metà mattina. Per il pesce regnano Sardoni (in realtà le alici) panai, ossia fritte con tanta panatura e il baccalà mantecato, la maionese di baccalà tipica di tutta la laguna da Venezia fin qui. Non manca il goulash di origine austro-ungarica ed è una delizia locale come il prosciutto cotto caldo tagliato a mano e servito con senape e cren. In città si fa grande uso di brodo e minestre quotidiane ben più della pastasciutta, gnocchi di patate, semolino o pane, capesante tutti i giorni e pangrattato in abbondanza.

Gnocchi vongole e castagne (Ristorante al Malcanton)
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Jennifer Lawrence sotto pressione in Hunger Games per il suo peso

Conversazioni dannose sul suo corpo durante i quattro film

Lifestyle People
Chiudi  (ANSA)

Era epoca prima del #metoo ed essendo donna la discussione era tutta intorno al suo corpo e il peso da perdere. Vittima di quelle conversazioni dannose anche Jennifer Lawrence, poco più che ventenne al tempo di Hunger Games. Lo ha rivelato la stessa attrice, 32 anni, parlando con Viola Davis nell'ambito della serie 'Actors on Actors' del magazine d'intrattenimento Variety. Nell'epopea del 2012 l'attrice interpreta il personaggio Katniss Everdeen e la prima domanda fu, 'quanto peso sei disposta a perdere?'.
    In Hunger Games - ha spiegato - è stata una responsabilità straordinaria. Quei libri (film basato su romanzi omonimi di Suzanne Collins, ndr) erano immensi e sapevo che il pubblico era di bambini. Ricordo che la discussione principale fu, 'quanto peso puoi perdere?'. Oltre al fatto di essere giovane, ancora in crescita e non in grado di mettermi a dieta, non so se voglio che tutte quelle ragazzine che si vestiranno da Katniss sentono di non poterlo fare a causa del peso. Non posso farlo passare nella mia mente".
    Durante i quattro film della serie in cui è stata protagonista, come si legge su Vanity Fair, la Lawrence ha spesso parlato delle conversazioni dannose intorno al suo corpo per il ruolo da lei interpretato. "Non farò mai la fame per la parte" - disse ad Elle nel 2013. "Non voglio che delle ragazzine possano dire, 'Oh, voglio essere come Katniss quindi salto la cena'. Avevo una cosa ben chiara durante l'allenamento ... stavo cercando di avere un corpo forte e in forma, non malnutrito o magro".
    Grazie alla sua interpretazione di Katniss Everdeen la critica incorona la Lawrence come l'eroina d'azione con il maggior incasso di tutti i tempi mentre nel 2012 la rivista Rolling Stone la definisce come 'la più talentuosa giovane attrice di tutta l'America'. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Albero di Natale in 9 case su 10

In 3 milioni l'abete è vero, spesa media di 40 euro

Lifestyle Design & Giardino
Chiudi Un enorme albero di Natale in piazza a Pontedera fa da cornice allo shopping natalizio (ANSA) Un enorme albero di Natale in piazza a Pontedera fa da cornice allo shopping natalizio

 Albero di Natale in 9 case su 10 (85%): anche quest'anno la maggioranza degli italiani (63%) preferisce riutilizzare l'albero di plastica degli anni passati, mentre quasi tre milioni di famiglie si orientano sull'abete vero, con una spesa media di 40 euro. Lo indica l'indagine Coldiretti/Ixè, dalla quale emerge inoltre che quasi un italiano su due (47%) contiene il budget sotto i 30 euro, un altro 28% si orienta tra i 30 e i 50 euro, ma c'è anche un 19% che spenderà fino a 100 euro, e chi andrà oltre.



    "I prezzi variano a seconda dell'altezza e delle varietà, con gli abeti più piccoli che non superano il metro e mezzo venduti tra i 10 e i 60 euro a seconda della misura, della presenza delle radici ed eventualmente del vaso, mentre per le piante di taglia oltre i due metri il prezzo sale anche a 200 euro per varietà particolari", rileva la Coldiretti.
    L'organizzazione agricola segnala inoltre l'iniziativa promossa in Toscana, nella provincia di Pistoia, da Campagna Amica, con la possibilità di noleggiare alberi veri per "andare incontro alle difficoltà di gestione di un abete vero per molte famiglie che hanno poco spazio in casa o nessun giardino per ospitarlo, offrendo la possibilità di riportare l'esemplare acquistato al vivaio che lo terrà in custodia fino al prossimo Natale". Gli abeti "potranno essere così riconsegnati, ottenendo indietro la metà del prezzo pagato. Quando l'abete sarà troppo grande per essere ospitato in casa, sarà restituito al bosco".
    La Coldiretti osserva infine che l'abete naturale "è coltivato soprattutto nelle zone montane e collinari in terreni marginali" e "derivano per circa il 90% da coltivazioni vivaistiche, mentre il restante 10% (cimali o punte di abete) dalla normale pratica forestale che prevede interventi colturali di 'sfolli', diradamenti o potature indispensabili per lo sviluppo e la sopravvivenza del bosco". In Italia la coltivazione dell'albero di Natale è concentrata prevalentemente in Toscana (province di Arezzo e Pistoia) ed in Veneto. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Natale 2022: i consigli per un regalo tech da mettere sotto l'albero

Dal telefonino pieghevole al caricatore wireless di pietra, dal vaso autoinnaffiante alla maschera per il viso digitale

Lifestyle Tempo Libero
Chiudi Lampadina con albero di Natale dentro, foto iStock. (ANSA) Lampadina con albero di Natale dentro, foto iStock.

Dal telefonino pieghevole al caricatore wireless di pietra, dal vaso autoinnaffiante alla maschera per il viso digitale. Questi e tanti altri sono i consigli per un Natale all'insegna della tecnologia e dell'originalità

LA MACCHINA PER IL CAFFE' PORTATILE

Per soddisfare la voglia di espresso in ogni momento arriva la macchina del caffè portatile. Dalle dimensioni ridotte e dall'aspetto gradevole, la macchina può essere posizionata in un portabicchieri o portabottiglie. Basta collegarla attraverso l'alimentatore, inserire l'acqua, la cialda ed il gioco è fatto. Ne esistono di diversi tipi e diversi prezzi. A voi la scelta

 

 

SMARTPHONE PIEGHEVOLE

Tra i più richiesti telefonini pieghevoli ci sono certamente il Samsung Galaxy Flip e il Galaxy Fold. Ampio schermo per entrambi i modelli, con il Fold che ha una fotocamera da 50 MP e uno zoom ottico a 3x. Il Flip invece si limita ai 12 MP senza zoom ottico. Differenze anche nel peso: 187 grammi il Flip e 263 grammi il Fold. Da segnalare, per gli smartphone pieghevoli, anche il Motorola Razr: 128 GB di memoria, Ram da 6 GB, fotocamera da 16 MP e un peso da 205 grammi

Introducing Samsung Galaxy Z Flip4 and Galaxy Z Fold4: The Most Versatile Devices, Changing the Way We Interact With Smartphones

LA BORRACCIA SMART

Quest'anno uno dei regali più originali potrebbe essere la REBO smart water bottle, una borraccia "multimediale" che si collega sul proprio smartphone per tenere sotto controllo non solo il livello del liquido all'interno, ma anche per calcolare quanta acqua si è bevuti in un determinato periodo di tempo. Per aumentare l'ecosostenibilità del prodotto, l'azienda rimuove una bottiglia di plastica dall'oceano ad ogni borraccia bevuta. Si trova in sei colori ed è disponibile sul sito ufficiale REBO

Ocean Blue

STAZIONE METEO WIFI INTELLIGENTE

Una delle migliori stazioni barometriche digitali in circolazione per un uso non professionale è la Netatmo Weather Station. Dall'estetica minimalista ed elegante, questo prodotto consente di tenere sott'occhio ogni singolo dato non solo sulle condizioni atmosferiche, ma anche sulla qualità dell'aria all'interno della propria abitazione. Il tutto è consultabile attraverso la dettagliatissima applicazione. Netatmo misura anche il livello di inquinamento tra le mura domestiche inviando una notifica quando è necessario arieggiare l'ambiente

Stazione Meteo Wifi Intelligente | Netatmo

CUFFIE PER LA PURIFICAZIONE DELL'ARIA

Le prime cuffie con un sistema di purificazione dell'aria integrato portano la firma di Dyson. L'azienda inglese ha realizzato un prodotto che consente non solo di godere di un sistema audio immersivo ma anche di un un flusso d'aria purificata a naso e bocca. Le cuffie sono pensate sia per un uso on the go - in città, sui mezzi pubblici, in viaggio - ma anche a casa e in ufficio per potersi prendere cura del proprio benessere in movimento

LA CUCCIA INTELLIGENTE

Per chi convive con un amico a quattro zampe dentro le mura domestiche non può esistere regalo migliore. La cuccia Domus di Croci è il connubio perfetto tra tecnologia, utilità e design e garantisce il massimo confort a cani e gatti di piccola taglia. Perfetta da inaugurare nella stagione invernale. Ha la temperatura regolabile, con suoni rilassanti che stimolano il completo relax del proprio animale domestico.

SPEAKER BLUETOOTH PER BICICLETTA O MONOPATTINO

Ne esistono di diversi modelli e dimensioni. Consentono di poter usufruire della propria musica o dei propri podcast anche in sella alla bicicletta o a bordo del monopattino. In questo modo si evitano le cuffie e si mantiene alta l'attenzione sulla strada. Il modello consigliato per Natale è il JBL Wind 3S che grazie alla sua pratica staffa universale, può essere facilmente agganciato - e sganciato - al manubrio di biciclette, monopattini e scooter. 

JBL WIND 3S, lo speaker portatile che si aggancia al manubrio |  mediaworld.it

RICARICA WIRELESS SU MARMO

Doppia base di ricarica wireless Qi 10 W in autentico marmo naturale, bianco o nero. Dal design italiano e materiali pregiati e naturali, questa base di ricarica del brand Einova è comoda, intuitiva e dà un tocco di lusso alla tua ricarica quotidiana. 

MASCHERE VISO LED

La tecnologia arriva anche nel settore della cosmesi e dei trattamenti estetici. Sempre più diffuse sono le maschere led per il viso che sfruttano la cosiddetta fototerapia. Anche in questo caso c'è l'imbarazzo della scelta tra i più economici e più costosi. Ogni prodotto promette di apportare benefici sulla pelle

Maschera Led a Gorgonzola - Rosy Beauty Center | Groupon

BASE DI RICARICA WIRELESS IN LEGNO

L'azienda Cirmy si occupa della realizzazione di prodotti in legno e 100% made in Italy. Nel catalogo c'è anche una base di ricarica wireless in cirmolo. Ha un design unico e originale, per un costo decisamente contenuto

cirmy taka

OCCHIALINI SMART PER IL NUOTO

Se siete appassionati del nuoto e volete tenere sotto controllo ogni vostro progresso minuto per minuto, non potete farvi mancare gli occhialini smart. Li produce la FORM e consentono di visualizzare in tempo reale, attraverso un display inserito all'interno degli occhialini, i propri progressi durante la sessione di allenamento, sia in piscina che in acque libere

CASCO DIGITALE

Il Lumos Matrix è uno dei più completi caschi digitali in circolazione. Grazie ad un panello con led RGB si può non solo personalizzare il proprio casco ma anche usufruire degli importanti segnali di posizione quando si è a bordo di una bici o un monopattino. Ha un accelerometro integrato che segnala anche le frenate 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Valentino Party Collection apre Cortina Fashion Week

La maison per tre giorni nello chalet Ria De Saco (8-10/12)

Lifestyle Moda
Chiudi  (ANSA)

Valentino The Party Collection 2022 va in alta quota e conquista le vette di Cortina d'Ampezzo, nel rifugio Ria De Saco, acquistato di recente dalla famiglia di imprenditori Kraler. Per tre giorni, dall'8 al 10 dicembre, la collezione glamour di Valentino dedicata alle feste natalizie sarà la protagonista dello chalet, dove ospiti e sciatori potranno godere anche dello show cooking firmato dello chef Graziano Prest, che si esibirà nell'arte culinaria della tradizione locale. Nella città sciistica che accoglierà le Olimpiadi e Paralimpiadi di marzo 2026, il glamour della Valentino The Party Collection colorerà il rifugio di oro, viola, verde e altre tonalità caleidoscopiche. Il programma proseguirà venerdì 9 dicembre all'Alexander Girardi Hall dove sbarcherà Regeneration stories Road to Milano Cortina 2026: Il valore della rigenerazione nelle strategie di sviluppo del territorio, con Roberto Alverà, vicesindaco e assessore al Turismo di Cortina d'Ampezzo, Simonetta Cenci, assessore Urbanistica Comune di Genova, Daniela e Franz Kraler, Matteo Mantovani. Stesso giorno Ista Ski Area ospiterà, ai piedi delle Tofane, la fiaccolata sulla neve. Seguirà l'Hanami show, spettacolo visionario di arte circense e funanbolica. Sabato 10 dicembre sarà possibile assistere a spettacoli di luci con attrazioni itineranti lungo tutte le vie del centro grazie ai busker provenienti da tutta Italia.
    L'evento Valentino The Party Collection 2022, che fa da apripista alla stagione invernale cortinese autunno-inverno 2022/23, concluderà con un esclusivo cocktail, il 10 dicembre, la Cortina Fashion Week, all'interno della boutique Franz Kraler in Corso Italia.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Celine Dion in lacrime: "ho un male raro", salta il tour / VIDEO

In video Instagram. Popstar affetta da Sindrome dell'uomo rigido

Lifestyle People
Chiudi Celine Dion in lacrime, ho male raro, salta tour (ANSA) Celine Dion in lacrime, ho male raro, salta tour

Celine Dion è affetta da una rara patologia e per ora non può cantare. Lo ha rivelato la stessa artista canadese, 54 anni, in un video commovente sul suo profilo Instagram. Le è stata diagnosticata la "sindrome dell'uomo rigido', conosciuta anche come sindrome della persona rigida, dall'inglese SPR, Stiff person syndrome. Si tratta di una rara neuropatia che colpisce il sistema nervoso centrale ma provoca rigidità muscolare progressiva e spasmi principalmente nel tronco e nell'addome. Nell'ambito del suo tour mondiale Courage annuncia il rinvio degli spettacoli della primavera 2023 al 2024 e la cancellazione di 8 spettacoli previsti per l'estate 2023.  Dion aveva già cancellato le tappe in Nord America lo scorso gennaio del suo tour e le sue date europee in aprile. Tra le date che salteranno c'è anche quella del Lucca Summer Festival in programma il prossimo 15 luglio.
 

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Céline Dion (@celinedion)

   "Ciao a tutti - dice nel video - mi dispiace averci messo così tanto a farmi viva. Mi mancate tanto e non vedo l'ora di essere di nuovo sul palco per parlavi di persona. Come sapete sono sempre stata un libro aperto e non ero pronta a dire niente ma lo sono ora. Da tempo sono alle prese con problemi di salute ed è difficile per me affrontare queste difficoltà e parlare di ciò che mi sta succedendo. Recentemente mi è stato diagnosticato un raro disordine neurologico chiamato 'sindrome della persona rigida, che colpisce una persona su un milione".
    Spiega che si sa poco di questa sindrome però ora sa cosa le provoca gli spasmi che compromettono ogni aspetto della sua vita quotidiana. "Purtroppo - aggiunge - questi spasmi mi rendono difficile camminare e non mi consentono di utilizzare le corde vocali come di solito. Mi fa male dirvi che ciò significa che non riuscirò a riprendere il mio tour in Europa a febbraio". Con la voce rotta dall'emozione, Celine dice che tuttavia è circondata da ottimi dottori che la stanno aiutando a migliorare.
    La popstar non nasconde che è una battaglia difficile perché tutto ciò che ha sempre fatto è cantare, 'è la cosa che amo di più', ha detto. In lacrime ha salutato i suoi fan sottolineato anche di sentire la loro mancanza e la presenza sul palcoscenico. "Do sempre il 100% durante i miei spettacoli ma questa condizione al momento non me lo consente... Vi voglio tanto bene e spero di potervi rivedere davvero presto".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo


Modifica consenso Cookie