Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Legalità, Bertin "la conoscenza per contrastare le mafie"

Legalità, Bertin "la conoscenza per contrastare le mafie"

Inaugurato il corso per "Giovani Ambasciatori della Legalità"

AOSTA, 29 novembre 2023, 11:05

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

"La conoscenza è il primo strumento di contrasto alle infiltrazioni mafiose: far capire ai giovani come la criminalità organizzata sia in grado di pervadere le attività quotidiane può contribuire concretamente a formare ai temi della legalità e della cittadinanza responsabile". Lo ha detto il presidente del Consiglio Valle, Alberto Bertin, inaugurando il corso di formazione "Giovani Ambasciatori della Legalità".
    "Attraverso questo percorso formativo autorevole, sia sotto il profilo accademico sia dal punto di vista dell'azione concreta di magistratura e forze dell'ordine - ha proseguito - i giovani diventano dei veri e propri portavoce della legalità e le loro conoscenze saranno messe a frutto durante una serie di iniziative rivolte alle scuole secondarie della Valle d'Aosta.
    La parola è un'arma potentissima contro le mafie, perché le mafie si nutrono di silenzio e di indifferenza: giovani che parleranno ai giovani è un modo per accrescere la consapevolezza che la mafia non è un mostro invincibile ma che può essere contrastato innanzitutto con la conoscenza e l'educazione".
    Alla formazione, in programma per tutta la settimana all'Università della Valle d'Aosta, partecipano giovani iscritti ad un corso di laurea o laureati. L'iniziativa è organizzata dall'Osservatorio regionale antimafia e dal Dipartimento di Scienze economiche e politiche dell'UniVdA. "E' una grande opportunità - ha detto la rettrice dell'ateneo, Manuela Ceretta - di cui fruiscono in modo particolare in questa edizione iscritte e iscritti a Scienze politiche e delle relazioni internazionali, ma che in futuro spero potrà trovare l'interesse di tutte le studentesse e di tutti gli studenti dell'ateneo valdostano. La legalità non è monopolio, appannaggio, di coloro che frequentano Scienze politiche e delle relazioni internazionali. Riflettere a lungo e con persone competenti, con lezioni universitarie e testimonianze di operatori della legalità, che raccordano teoria e pratica, è un valore aggiunto per tutte e tutti".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza