Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Le malattie rare in Umbria al centro di convegno a Perugia

Le malattie rare in Umbria al centro di convegno a Perugia

L'appuntamento in programma all'ospedale del capoluogo

PERUGIA, 28 febbraio 2024, 16:17

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

"Assistenza e ricerca sulle malattie rare in Umbria" è il tema di un convegno in programma il 29 febbraio presso la sala Ugo Mercati dell'Azienda ospedaliera di Perugia, sotto la responsabilità scientifica del dottor Paolo Prontera, referente del Centro di riferimento regionale di genetica medica del Creo di Perugia.
    "Obiettivo - spiega il genetista - è illustrare le principali sindromi microdeletive nell'uomo e stabilire il percorso diagnostico partendo dal sospetto clinico, passando dai test genetici di conferma, fino alla gestione clinica, multidisciplinare, dei pazienti. Fare il punto, quindi, sullo stato della ricerca scientifica e dei trials clinici in corso, per il trattamento di queste sindromi".
    "Oggi possiamo affermare - sostiene Prontera in una nota - che la diagnosi di malattie rare associate a disabilità intellettiva avviene piuttosto rapidamente, anche grazie alla diffusione di indagini genomiche (Snp-array, Cgh-array) che vengono impiegate come test di screening nella disabilità intellettiva o difetti congeniti. Diventa quindi importante un aggiornamento puntuale, non tanto sugli aspetti diagnostici, quanto sulla complessa gestione clinica, che vede inevitabilmente coinvolti diversi specialisti, sugli interventi quindi di prevenzione delle comorbidità, sulle terapie farmacologiche esistenti fino ai più recenti trial clinici.
    Nella seconda parte del corso, - continua Prontera - si parlerà della Sindrome di Smith-Magenis, della gestione clinica e dei programmi di ricerca scientifica che, anche in Umbria, si stanno sviluppando per identificare approcci terapeutici mirati".
   
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza