Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Botta (Spediporto), 'burocrazia dannosa per l'export'

Botta (Spediporto), 'burocrazia dannosa per l'export'

"Deficit capacità operativa pesante per le imprese"

GENOVA, 28 novembre 2023, 17:43

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

"L'export è sempre stato la locomotiva dell'economia italiana: gli studi più recenti, che indicano come rilevanti i danni economici provocati dalla burocrazia, rappresentano, dunque, un segnale d'allarme davvero preoccupante". Lo ha detto il direttore generale di Spediporto Giampaolo Botta commentando lo studio, basato su dati Istat e Sace 2022 e contenuti in un paper del Centro Studi Divulga, che stima in 93 miliardi di euro le perdite per mancate esportazioni causate, appunto, dalle lungaggini burocratiche.
    "Ci siamo sempre confrontati - sottolinea Botta - con gravi e onerosi ritardi nel settore delle importazioni. Oggi il deficit di capacità operativa delle amministrazioni interessa anche l'export e comincia a diventare davvero pesante per le imprese che, nella snellezza delle procedure di esportazione, dovrebbero avere un elemento qualificante in termini di competitività internazionale. Il peso della burocrazia - aggiunge Botta -, degli oneri economici a essa collegati, zavorrano le imprese italiane. Se si perde capacità competitiva ne risentono i fatturati e quindi le aziende italiane non solo faticano a mantenere l'attuale occupazione ma anche a immaginare nuove assunzioni". Spediporto è reduce da Hong Kong, dove il presidente Andrea Giachero e Botta sono stati gli unici rappresentanti dell'economia italiana ad Almac 2023, una delle più importanti rassegne mondiali della logistica. "Siamo tornati ad Almac - spiega Botta - dopo 4 anni. Abbiamo trovato Hong Kong molto dinamica. I dati più recenti confermano il riattivarsi dell'export verso l'Europa e l'America: un segnale confortante, che fa il paio con il fatto che gli operatori asiatici continuano a guardare con interesse all'Europa e, in particolare, all'Italia. Abbiamo aperto interessanti tavoli di lavoro con alcune realtà internazionali e grandi imprenditori asiatici. Speriamo presto di portare novità legate a questo scambio di visioni con chi opera nel mercato asiatico".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza