Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Uccise due banditi, 17 anni di carcere a gioielliere

Uccise due banditi, 17 anni di carcere a gioielliere

Mario Roggero sparò dopo la rapina a Grinzane, nel Cuneese

CUNEO, 04 dicembre 2023, 15:06

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Diciassette anni di carcere per due omicidi e un tentato omicidio. È il verdetto della Corte d'Assise di Asti nel processo a Mario Roggero, il gioielliere di La Morra, in provincia di Cuneo, oggi 68enne, imputato per l'assassinio del 58enne Giuseppe Mazzarino e del 44enne Andrea Spinelli. Sono due dei tre rapinatori che il 28 aprile 2021 fecero irruzione nel suo negozio, nella frazione Gallo di Grinzane Cavour di Cuneo. Il terzo, Alessandro Modica, ferito a una gamba, era riuscito a fuggire ed era stato arrestato poche ore dopo. Il pm Davide Greco aveva chiesto una condanna a 14 anni. 

"La parola difesa stona con un video in cui abbiamo visto un'esecuzione" aveva detto il pubblico ministero Davide Greco nella requisitoria. Roggero ha sostenuto di avere sparato quattro colpi contro l'auto parcheggiata dei rapinatori perché temeva che i banditi avessero rapito sua moglie. "Le ero passato di fianco con la pistola in mano, senza vederla. Ancora adesso sono rimasto stupito quando ho visto i filmati, non ho quel fotogramma in testa".

"Roggero pensava di doversi scontrare ad armi pari per liberare la moglie dalla stretta dei rapinatori" ha insistito anche il suo legale, l'avvocato Dario Bolognesi, chiedendo l'assoluzione per legittima difesa putativa ed evidenziando il trauma conseguente a una precedente rapina: "Tutti gli psichiatri hanno rilevato tratti di personalità disarmonici in Roggero, parlando di 'rigidità' e aspetti riconducibili a una personalità paranoide".

"Piena solidarietà a un uomo di 68 anni che, dopo una vita di impegno e di sacrifici, ha difeso la propria vita e il proprio lavoro. A meritare il carcere dovrebbero essere altri, veri delinquenti, non persone come Mario", ha scritto su X il vicepremier e ministro dei Trasporti, Matteo Salvini, commentando la sentenza. 

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza