Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Perdonanza, l'attrice Viola Graziosi è la Dama della Bolla

Perdonanza, l'attrice Viola Graziosi è la Dama della Bolla

Scelta figuranti guarda a candidatura a Capitale Cultura 2026

L'AQUILA, 11 agosto 2023, 19:48

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

L'AQUILA - "Sarà il vestito più bello mai indossato". Così l'attrice Viola Graziosi ha commentato la sua partecipazione tra i figuranti principali della 729/a Perdonanza Celestiniana i cui volti sono stati svelati questa mattina durante una conferenza stampa alla presenza del sindaco dell'Aquila, Pierluigi Biondi. Le scelte di quest'anno guardano alla candidatura dell'Aquila come Capitale italiana della Cultura 2026.
    Graziosi è stata individuata come Dama della Bolla e sarà tra i protagonisti dei due cortei che si svolgeranno il 28 e il 29 agosto nel centro storico del capoluogo. Quarantatré anni, attrice poliedrica, tra le più apprezzate del panorama italiano, diplomata al prestigioso Conservatoire d'Art Dramatique di Parigi, lavora tra Francia e Italia alternando teatro classico a una ricerca contemporanea di nuovi linguaggi, tra cinema e tv.
    "Sono un'atleta del cuore, racconto storie e semino parole - ha dichiarato Graziosi - le parole sono come i mattoni necessari alla nostra 'ri-costruzione'. Ho cominciato a sviluppare un intenso rapporto artistico con il Teatro Stabile d'Abruzzo e con la città dell'Aquila, subito dopo la pandemia. Il primo spettacolo, andato in scena ancora con il distanziamento, è stato 'Shakespeare for dummies'. In quel momento in cui avevamo così bisogno di ripartire, L'Aquila mi ha teso la mano. Tra le più importanti esperienze della mia vita e della mia carriera, cito 'Clitemnestra' di Luciano Violante, prodotto dal Tsa, che ha debuttato a luglio 2021 alla scalinata San Bernardino.
    L'Aquila rappresenta per me la pietra miliare dei nostri tempi".
    Il Giovin Signore è Carlo Palermo. Studente di Ingegneria dell'Informazione, all'Università dell'Aquila, e di pianoforte classico, al Conservatorio Casella. In parallelo all'attività accademica, porta avanti un progetto come cantante indie con il nome d'arte 'Qarlo'. "Rivedersi in un messaggio per il quale la musica si fa veicolo - ha commentato - permette a un individuo di sentirsi parte di una collettività". Dama della Croce è Valentina Gulizia. Ventidue anni, diplomata in Arpa al Conservatorio, è stata presidente della Consulta studenti al Conservatorio.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza