Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Scoperto il meccanismo del canto delle balene

Scoperto il meccanismo del canto delle balene

Si è compreso anche perchè viene disturbato dalle navi

26 febbraio 2024, 11:40

di Enrica Battifoglia

ANSACheck

Una megattera (fonte: Karim Iliya) - RIPRODUZIONE RISERVATA

Una megattera (fonte: Karim Iliya) -     RIPRODUZIONE RISERVATA
Una megattera (fonte: Karim Iliya) - RIPRODUZIONE RISERVATA

E' una laringe molto particolare a rendere cosi' suggestivo il canto delle balene, ma nello stesso tempo le caratteristiche di questo organo fanno si' che il canto venga disturbato dal rumore delle navi. La scoperta e' pubblicata sulla rivista Nature dal gruppo di Coen Elemans, del dipartimento di Biologia della University of Southern Denmark.

Finora si ipotizzava che le balene con i fanoni, ossia balenottere e megattere, utilizzassero la laringe per produrre i suoni che da sempre affascinano, ma non era affatto chiaro in che modo riuscissero e generare il suono. Dopo decenni di ricerche, a fare chiarezza e' adesso l'analisi delle laringi di tre balenottere e megattere: all'interno della laringe sono state scoperte strutture che permettono di generare il canto per mezzo di vibrazioni aerodinamiche, permettono nello stesso tempo il riciclo dell'aria ed evitano di inalare acqua.

Confrontando le caratteristiche della laringe con i modelli delle vocalizzazioni ottenuti al computer, i ricercatori hanno dedotto che le laringi non sarebbero in grado di produrre suoni a frequenze tali da poter comunicare su grandi distanze, pari a centinaia di chilometri. Questo significa che il canto delle balene ricade all'interno di frequenze comprese fra 30 e 300 Hertz, lo intervallo nel quale ricade il rumore generato dalle navi da trasporto. Questo dato, osservano agli autori della ricerca, suggerisce che la comunicazione tra le balene sarebbe gravemente influenzata dall'attivita' umana.

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza