Bosch, test su strada per furgoni a celle a combustione

540 i chilometri di autonomia e il pieno in sei minuti

Redazione ANSA ROMA

Due furgoni allestiti da Bosch stanno fornendo alla multinazionale di Stoccarda nuove informazioni sullo sviluppo della propulsione a celle di combustibile. "La cella a combustibile consente di ottenere lunghe percorrenze e brevi tempi di rifornimento, rendendo più convenienti i lunghi viaggi", ha dichiarato Markus Heyn, membro del consiglio di amministrazione di Bosch e presidente del settore Mobility Solutions.
    "Con i due furgoni a celle a combustibile - ha aggiunto il Manager - stiamo ampliando la nostra conoscenza del sistema e dimostrando che le celle a combustibile possono essere una soluzione adatta anche per i veicoli commerciali leggeri".
    Partner del progetto ABT eLine GmbH, che ha progettato e trasformato i veicoli insieme a Bosch Engineering GmbH. Bosch ha progettato il sistema di celle a combustibile, lo ha integrato nel veicolo insieme al sistema di stoccaggio dell'idrogeno e ha sviluppato il relativo sistema di controllo.
    Il kit di celle a combustibile comprende lo stack, il modulo di alimentazione anodica con iniettore di idrogeno gassoso e soffiante di ricircolo, l'unità di controllo elettronico, il compressore elettrico dell'aria e i componenti per il sistema di stoccaggio dell'idrogeno, oltre a un gran numero di sensori. ABT eLine ha adattato il sistema di raffreddamento, il sistema di controllo del veicolo e l'impianto elettrico. La base tecnica di entrambi i veicoli è costituita da furgoni elettrificati disponibili sul mercato. Le batterie sono state sostituite dalla cella a combustibile, da cinque serbatoi per un totale di oltre 10 kg di idrogeno e da una batteria agli ioni di litio più piccola. Dopo i test tecnici richiesti, i veicoli hanno ottenuto l'approvazione ufficiale per l'uso su strada. Il progetto sta già fornendo importanti informazioni: anche a pieno carico, i veicoli possono percorrere fino a 540 chilometri e con un tempo di rifornimento completo di soli sei minuti. La cella a combustibile può quindi essere in futuro una interessante soluzione alternativa alla propulsione elettrica, in particolare per gli operatori di flotte i cui furgoni coprono distanze particolarmente lunghe durante il giorno e tornano in deposito la sera. 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie