Nuova Megane E-Tech, i segreti del motore elettrico Renault

Tra le innocazio la tecnologia di raffreddamento a olio

Redazione ANSA ROMA

Il gruppo motopropulsore di Nuova Mégane E-TECH Electric è stato completamente sviluppato all'interno dell'Alleanza. Prodotto in Giappone per Nissan e in Francia per Renault.
    Fabrice Bernardin, Responsabile UET e-Technology presso la Direzione Ingegneria di Renault, evidenzia come le prestazioni di un motore siano influenzate da un buon sistema di raffreddamento: "Per essere performante, un motore elettrico deve essere dotato di un ottimo sistema di raffreddamento. Con i colleghi del Giappone e di Cléon, abbiamo così messo a punto due innovazioni brevettate che vanno in questa direzione." Il nuovo sistema di raffreddamento offre diversi vantaggi: maggior efficienza grazie al posizionamento strategico di 4 iniettori per spruzzare il circuito elettrico nei punti giusti e raffreddare contemporaneamente il rotore (la parte girevole) e lo statore (la parte fissa) del motore elettrico; maggiore compattezza del motore, la cui massa è stata ridotta del 33% rispetto alla precedente generazione di motori elettrici, per una riduzione di peso che contribuisce anche a contenere i consumi energetici. 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie