Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

È morta Marina Bulgari, la nipote "mia zia una visionaria"

È morta Marina Bulgari, la nipote "mia zia una visionaria"

Aveva 93 anni. Fondò il suo marchio nel '76. I funerali a Roma

ROMA, 15 febbraio 2024, 20:31

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Lutto nel mondo del lusso: è morta a Roma, all'età di 93 anni, Marina Bulgari, figlia di Costantino Bulgari, primo figlio di Sotirios (l'altro era Giorgio), l'argentiere greco fondatore della celebre maison di via Condotti a Roma. Nata a Roma nel 1930, come suo padre e come tutta la sua iconica famiglia, Marina Bulgari era un'appassionata creatrice di gioielli. Aveva un carattere molto determinato e voleva emergere. Così, dopo aver fatto parte dell'azienda di famiglia, nel 1976 decise di lanciare il suo marchio, Marina B.

 

"Mia zia era una visionaria, una donna straordinaria. Mi ha insegnato il coraggio e la determinazione. Era una designer eccezionale che ha portato tante innovazioni nel settore della gioielleria", la ricorda una delle nipoti, Laura Calissoni Colnaghi, figlia di Anna, a sua volta figlia di Costantino Bulgari, che aveva avuto tre figlie femmine, Anna, Xenia e Marina appunto. È appena scesa dal treno alla stazione Termini a Roma, per venire ad assistere al funerale della zia che si celebra nella chiesa di Santa Croce in Gerusalemme.


    Lo stile riconoscibile di Marina Bulgari la rese celebre in tutto il mondo. I suoi gioielli furono apprezzati da dive come Sophia Loren e celebrities come Ivana Trump. Aprì il suo primo showroom a Ginevra nel 1978 e a seguire inaugurò una serie di boutique nelle capitali più prestigiose, a Milano, a Roma e a Parigi. Come designer, oltre allo stile unico dei suoi gioielli, prettamente geometrico, Marina B ha introdotto tecniche innovative, come il "giunto cardanico", per legare fra loro le pietre preziose. Nel 1980 sviluppò un nuovo taglio delle pietre, divenuto iconico, The Chestnut, un sorta di triangolo smussato.
    "Una forma a castagna" precisa sua nipote Laura. Inventò la montatura a molla e una nuova reinterpretazione del pavé di diamanti. Nel 1986 aprì una boutique in Madison Avenue, a New York. Poi nel 1993 si trasferì a Monaco, dove continuò a disegnare gioielli. Nel 2017 Guy Bedarida acquisì la quota di maggioranza della sua azienda, ma lei rimase dentro come direttore creativo.
    Dopo la scomparsa di suo marito, un neuro-chirurgo morto in un incidente d'auto, Marina Bulgari si era chiusa a vita privata.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza