Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Con la crisi energetica vendite record di pompe di calore

Con la crisi energetica vendite record di pompe di calore

Agenzia internazionale dell'energia, +11% nel 2022 nel mondo

ROMA, 03 aprile 2023, 15:51

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA
La crisi energetica contribuisce all'incremento record delle vendite globali di pompe di calore.

Lo afferma l'Agenzia internazionale dell'energia spiegando che nel 2022 le vendite sono cresciute dell'11% a un livello record, segnando un secondo anno di aumento a due cifre per la tecnologia centrale nella transizione mondiale verso un riscaldamento sicuro e sostenibile.

"L'aumento del sostegno politico e degli incentivi per le pompe di calore nel mezzo della crisi energetica globale e gli sforzi per ridurre le emissioni di gas serra - spiega la Iea - sono stati i fattori chiave alla base della forte crescita delle vendite particolarmente in Europa, dove hanno registrato un anno record, con vendite in crescita di quasi il 40%". In particolare, le vendite di modelli aria-acqua, compatibili con i tipici radiatori e sistemi di riscaldamento a pavimento, sono aumentate di quasi il 50% in Europa, aggiunge l'Agenzia.

Oggi, oltre 100 milioni di famiglie in tutto il mondo, ovvero una casa su dieci sono servite da pompe di calore come principale dispositivo di riscaldamento, ricorda la Iea. Ma molte più famiglie utilizzano le pompe di calore solo una parte dell'inverno o come fonte supplementare di riscaldamento.

Per adeguarsi a tutti gli impegni nazionali esistenti in materia di energia e clima in tutto il mondo, le pompe di calore dovranno soddisfare quasi un quinto del fabbisogno globale di riscaldamento degli edifici entro il 2030, rileva la Iea. Il mondo è sulla buona strada per raggiungere questo traguardo ma le nuove installazioni dovranno continuare a crescere a un ritmo simile a quello degli ultimi due anni, osserva l'Agenzia internazionale dell'energia avvertend che "la diffusione deve accelerare ulteriormente se il mondo vuole raggiungere zero emissioni nette entro il 2050".

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza