Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Calcio: Cagliari; Ranieri, 'avanti così ma massima attenzione'

Calcio: Cagliari; Ranieri, 'avanti così ma massima attenzione'

Il tecnico alla squadra , 'non possiamo più prendere tanti gol'

CAGLIARI, 04 novembre 2023, 14:40

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

"Dobbiamo continuare così, non dobbiamo fermarci". È il messaggio di Claudio Ranieri alla vigilia della gara di domenica alle 15 con il Genoa alla Domus (si va verso sold-out), altra tappa fondamentale nel percorso che ha come traguardo la salvezza. Il mister però chiede qualcosa di più ai suoi ragazzi: "A me vincere 4-3 può anche stare bene, ma ora dobbiamo puntare a evitare di prendere tanti gol. Sarò italiano, italianista o antico, ma una squadra che si deve salvare non può prendere tutti questi gol".
    Ora c'è il Genoa. "Vogliamo un altro risultato positivo, ma dovremo impegnarci molto perché - ha chiarito il tecnico - avremo di fronte una grande squadra che già l'anno scorso con l'arrivo di Gilardino si è trasformata". Nessun respiro di sollievo per l'assenza di Retegui: "Un bel giocatore con una velocità di esecuzione incredibile, ma non dimentichiamo che il Genoa è una bella squadra nel complesso, con un ottimo centrocampo. E che degli ultimi cinque gol quattro li ha fatti Gudmundsson, un altro bel giocatore. Dovremo stare molto attenti".
    Cagliari che ha cambiato marcia con Frosinone e Udinese. "E ora - ha avvertito il mister - aspettiamo la controprova nella gara di domenica". Una squadra, quella di Ranieri, che vince all'ultimo respiro: "E' quello che chiedo anche nelle partitelle che giochiamo qui tra di noi - ha spiegato - Si può anche perdere, ma dare tutto fino alla fine. L'arma della disperazione? Sì, molto spesso i ragazzi sembrano dare il meglio quando hanno poco da perdere. È un fattore psicologico: evidentemente si scrollano di dosso qualche paura e riescono a dare di più. Dobbiamo però acquisire una sempre maggiore personalità per la serie A".
    Rosa ampia e che risponde: sempre più difficile scegliere la formazione. "I giocatori li preferisco arrabbiati - ha dichiarato - se non gliene fregasse nulla del fatto che giocano di meno sarebbe una sconfitta. Per me tutti sono importanti o possono esserlo: non importa se giocano quaranta partite o una sola. Magari quella sola può essere la più importante". 

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

Guarda anche

O utilizza