Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Svizzera non bandisce foie gras ma impone avvertenze su filiera

Svizzera non bandisce foie gras ma impone avvertenze su filiera

'I metodi di produzione devono essere indicati sulla confezione'

14 settembre 2023, 17:09

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

- GINEVRA, 14 SET - Il parlamento della Svizzera ha respinto oggi una proposta per vietare l'importazione di foie gras, ma ha disposto che i metodi impiegati per la sua produzione siano indicati sulla confezione, secondo quanto riferito dai media.
    In Svizzera è vietata l'alimentazione forzata di anatre e oche, un metodo fondamentale per produrre il foie gras, ma non lo è l'importazione di prodotti derivati. I deputati elvetici concordano con la Camera alta del Parlamento e con il governo che un divieto di import rischia di danneggiare il commercio con la Francia.
    Il governo "si è opposto, si oppone e si opporrà al divieto di importazione di foie gras", ha detto oggi in aula il presidente svizzero Alain Berset. "Il divieto di importazione è la misura più radicale possibile, che è giustificata solo se non ci sono altri modi per raggiungere l'obiettivo desiderato: trasparenza sui metodi di produzione e contributo al benessere degli animali", ha aggiunto.
    Ad aprile, il governo svizzero ha appoggiato una misura meno restrittiva, chiedendo la dichiarazione dei metodi di produzione su alcuni prodotti animali come il foie gras e le cosce di rana.
    Ma il dibattito sul foie gras potrebbe presto riaccendersi, poiché gli attivisti per i diritti degli animali sperano di imporre un referendum sulla questione, raccogliendo 100.000 firme entro dicembre.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza