Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Peste suina: Ue allarga le zone di sorveglianza nel Pavese

Peste suina: Ue allarga le zone di sorveglianza nel Pavese

Direttiva dopo la scoperta degli allevamenti colpiti dal virus

PAVIA, 08 settembre 2023, 13:40

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Una direttiva dell'Unione Europea ha aumentato a 172 il numero di comuni della provincia di Pavia dove saranno vietate le movimentazioni di maiali, sia in ingresso che in uscita. A darne notizia è oggi il quotidiano "La Provincia pavese". La decisione è stata presa in seguito alla diffusione della peste suina in altri allevamenti: dopo quelli di Zinasco (Pavia), i contagi si sono registrati anche nella vicina Dorno (Pavia) in Lomellina. In pratica la decisione dell'UE coinvolge l'intero territorio provinciale: 54 comuni sono stati inseriti nella zona di protezione, 118 in quella di sorveglianza. Inoltre in giugno per alcuni centri dell'Oltrepò Pavese erano state previste zone di restrizione, dopo il ritrovamento di carcasse di cinghiali infetti. L'obiettivo di questi provvedimenti è limitare la diffusione del virus, evitando che si diffonda anche ad altre province della Lombardia.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza