Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Alimentare, proroga etichetta origine a dicembre 2023

Alimentare, proroga etichetta origine a dicembre 2023

Ok a decreto interministeriale Masaf, Made in Italy e Salute

ROMA, 23 dicembre 2022, 12:00

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Prorogato fino al 31 dicembre 2023 il regime sperimentale italiano sull' indicazione in etichetta della provenienza della materia prima per pasta, riso, pomodoro, carni suine trasformate, latte e prodotti lattiero-caseari. I ministri dell'Agricoltura, Sovranità alimentare e Foreste, Francesco Lollobrigida, delle Imprese e Made in Italy, Adolfo Urso e della Salute Orazio Schillaci, hanno firmato il decreto interministeriale di proroga dei regimi sperimentali dell' indicazione di origine alla luce delle consultazioni in corso sulla modifica del regolamento del Parlamento e del Consiglio europeo per le informazioni ai consumatori.

Un provvedimento atteso che, sottolinea il ministro del Masaf, Francesco Lollobrigida, pone l'Italia all'avanguardia sulla trasparenza delle informazioni ai consumatori. Si tratta di assicurare un regime di etichettatura sull'origine dell'ingrediente primario per questi alimenti ancora per un anno, in attesa delle decisioni Ue. "Vogliamo che i cittadini siano sempre nelle condizioni di effettuare scelte consapevoli, complete anche di indicazioni chiare sull'origine delle materie prime degli alimenti", afferma Lollobrigida. "L'attuazione del regolamento sulla provenienza delle materie prime ha dimostrato che l'indicazione obbligatoria risponde bene alle richieste dei consumatori e che la nostra nazione è all'avanguardia in Europa per la trasparenza delle informazioni in etichetta. Come Masaf - sottolinea il ministro - continuiamo a lavorare per difendere i nostri prodotti contro l'introduzione di sistemi di etichettatura fuorvianti e dannosi che eliminano l'elemento della qualità come metodo di discernimento di un prodotto e contro ogni cibo sintetico e creato in laboratorio".

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza