Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Il papà di Chiara Gualzetti abbraccia Gino Cecchettin: 'Dovevo farlo'

Il papà di Chiara Gualzetti abbraccia Gino Cecchettin: 'Dovevo farlo'

'Ci sentiremo'. Ha attraversato tutta la basilica per il saluto

PADOVA, 05 dicembre 2023, 16:45

Redazione ANSA

ANSACheck

Il papà di Chiara Gualzetti (foto archivio) - RIPRODUZIONE RISERVATA

Il papà di Chiara Gualzetti (foto archivio) - RIPRODUZIONE RISERVATA
Il papà di Chiara Gualzetti (foto archivio) - RIPRODUZIONE RISERVATA

   Vincenzo Gualzetti, papà di Chiara, vittima di femminicidio nel giugno 2021 a Monteveglio in provincia di Bologna, presente ai funerali di Giulia Cecchettin, ha improvvisamente abbandonato il suo posto e ha attraversato velocemente la navata di Santa Giustina a Padova per abbracciare, in lacrime, Gino Cecchettin poco dopo il rito della comunione.

    Gualzetti aveva annunciato nei giorni scorsi la sua intenzione a partecipare alle esequie. "Mi è venuto spontaneo - ha detto al termine della cerimonia - di fare quel gesto. Giulia non meritava di morire, nessuno merita di perdere così una figlia". Alla domanda se si incontrerà con Gino per qualche iniziativa comune, ha detto che "ci siamo scambiati i numeri di telefono e ci sentiremo".

 



   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

Guarda anche

O utilizza