Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Avvocatura Stato, possibile conflitto leggi regionali fine vita

Avvocatura Stato, possibile conflitto leggi regionali fine vita

Parere era stato richiesto da Consigli Veneto e Fvg

VENEZIA, 17 novembre 2023, 08:50

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

L'approvazione di una legge a livello regionale sul fine vita "potrebbe esporsi a rilievi di non conformità al quadro costituzionale di riparto delle competenze legislative tra Stato e Regioni". Lo afferma l'Avvocato generale dello Stato, Gabriella Palmieri Sandulli, nel parere richiesto dal Consiglio regionale del Veneto sulla proposta di legge popolare promossa dall'associazione Luca Coscioni.
    Un simile parere era stato richiesto anche dal Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia. "Alla luce del parere espresso dalla Avvocatura di Stato - commenta il presidente dell'assemblea veneta, Roberto Ciambetti - ritengo necessario una valutazione approfondita da parte del nostro Ufficio legislativo".
    Sulla proposta di legge, che in veneto ha raccolto 9.000 firme, è stato avviato l'iter procedurale, con i lavori della V Commissione e una serie di audizioni; oggi è stato sentito Stefano Gheller, il malato vicentino di Sla che ha ottenuto dall'Ulss competente il diritto a usufruire della procedura di suicidio assistito.
    Sulla scorta del parere, ora il Consiglio regionale chiederà una valutazione tecnica al proprio ufficio legale, per decidere l'eventuale prosecuzione dell'iter. "Bisogna garantire a tutti, a iniziare ai proponenti e ai sottoscrittori della proposta di legge - conclude Ciambetti - la massima trasparenza, coerenza e regolarità del processo legislativo su un tema che ha una straordinaria valenza etica e morale e che deve essere affrontato nella massima serenità, senza forzature, pressioni o di intento polemico".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza