Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Mappe e cartine, arriva un nuovo Atlante biblico

Mappe e cartine, arriva un nuovo Atlante biblico

Uno strumento per conoscere meglio la Terra Santa

CITTÀ DEL VATICANO, 19 novembre 2023, 16:04

di Manuela Tulli

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Leggere, interpretare e meditare la Bibbia alla luce dei luoghi in cui si svolsero i fatti: è l'obiettivo del nuovo "Atlante Biblico", da qualche giorno nelle librerie. La fede cristiana non è infatti solo un annuncio teorico ma trova il fondamento in precise coordinate spazio-temporali. Il teatro di quegli accadimenti è proprio in quella Terra Santa, da sempre martoriata da conflitti e da qualche settimana di fatto inaccessibile, per i pericoli causati della guerra del 7 ottobre, per i pellegrini. Ma ampliando lo sguardo la terra biblica è anche più vasta: dal Medio Oriente alla Turchia, dall'Egitto alle isole del Mediterraneo, fino a Roma, che diviene infatti la capitale della cristianità.
    A firmare l' "Atlante Biblico. Bibbia, storia, geografia, archeologia", edito da San Paolo, sono alcuni dei maggiori conoscitori, nelle loro diverse competenze, della Terra Santa: Fabrizio Ficco, Germando Lori, Giacomo Perego, Francesco Giosuè Voltaggio, Marco Zappella.
    Il libro si presenta come un qualsiasi atlante, di gradi dimensioni rispetto ai libri normali, per ospitare mappe, cartine e fotografie. Un accompagnamento per chi vuole leggere le Scritture avendo contezza della loro collocazione. E' una sorta di "storia e geografia della salvezza" che è pensata per teologi, biblisti, ma anche per tutti coloro che in qualche modo vogliono approfondire l'Antico e il Nuovo Testamento, non fermandosi alle letture ascoltate nella messa della domenica.
    A spiegare che cosa si intenda per "geografia della salvezza" era stato Papa Paolo VI nel 1974, nella Esortazione apostolica 'Nobis in animo': "E' pur vero che il Cristianesimo è religione universale, non legata ad alcun Paese e che i suoi seguaci adorano il Padre in spirito e verità, ma esso è pure fondato su una rivelazione storica. Accanto alla storia della salvezza esiste una geografia della salvezza".
    L'Atlante abbraccia tutta la Bibbia, suddividendone il contenuto in 24 capitoli (15 per l'Antico Testamento e 9 per il Nuovo). Il testo si sviluppa secondo le categorie di spazio (geografia fisica e geografia della salvezza) e di tempo (storia universale e storia della salvezza). La grafica alterna testo e mappe geografiche, con una nuova e dettagliata cartografia, immagini aggiornate dei luoghi santi e dei reperti archeologici più significativi. Il lavoro è corredato infine da nuove scoperte archeologiche, fonti antiche, citazioni bibliche, bibliografia recente, appendici. "Un'opera rivolta non solo agli esperti del settore, ma anche agli studenti di teologia e a quanti desiderano approfondire la Bibbia", sottolineano gli autori.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza