Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Amal Clooney, Michelle Obama, Melinda Gates contro nozze precoci

Amal Clooney, Michelle Obama, Melinda Gates contro nozze precoci

Viaggio in Africa contro la violenza sulle donne

NEW YORK, 24 novembre 2023, 16:15

Redazione ANSA

ANSACheck

© ANSA/EPA

© ANSA/EPA
© ANSA/EPA

Amal Clooney, Michelle Obama e Melinda French Gates insieme per le donne. L'avvocatessa e cofondatrice della Clooney Foundation for Justice si è unita all'ex first lady americana e alla filantropa ex moglie di Bill Gates per eliminare il matrimonio infantile e aiutare le adolescenti di tutto il mondo a raggiungere il loro pieno potenziale. Le tre donne, tra le più influenti al mondo, hanno visitato insieme Malawi e Sudafrica la scorsa settimana dando seguito all'impegno assunto un anno fa di unire le forze per promuovere l'uguaglianza di genere, combattere la violenza contro le donne e porre fine al matrimonio infantile. "È una partnership e un'amicizia adorabile e molto organica quella tra noi", ha detto Amal ai media.
    L'ultima iniziativa della Clooney Foundation for Justice finanzia l'Associazione delle donne avvocato del Malawi, e finora il loro lavoro ha incluso la fornitura di consulenza legale gratuita e cliniche umanitarie in alcune delle aree più remote del paese, a chilometri di distanza dalle strade e dall'elettricità. "Il matrimonio precoce persiste perché le tutele legali sono inadeguate per milioni di ragazze in tutta l'Africa", ha sottolineato ancora Amal. Mentre l'ex first lady ha affermato che la questione dei matrimoni precoci "può essere risolta domani. Potrebbe accadere in meno di una generazione".
    In realta' l'Onu e' meno ottimista, e ha avvertito che i matrimoni infantili non saranno sradicati prima di 300 anni.
   
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza