Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Con 40 e sto Andrea Delogu debutta al Duse di Bologna

Con 40 e sto Andrea Delogu debutta al Duse di Bologna

Il 9 novembre, uno spettacolo pungente e stravagante

BOLOGNA, 08 novembre 2023, 10:52

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Un folle monologo che racconta le donne alla soglia dei 40 anni: il giro di boa, la crisi e la rinascita, la libertà e le battaglie contro i luoghi comuni: tutto questo è 40 e sto, lo spettacolo con cui il 9 novembre alle 21 Andrea Delogu, attrice, conduttrice e scrittrice, salirà per la prima volta sul palcoscenico del Teatro Duse di Bologna.
    Districandosi tra bizzarri pretendenti, traslochi, social, Delogu attinge dalla sua vita privata, raccontandosi in un esilarante flusso di coscienza. Andrea si metterà in gioco esplorando le mode, i vizi e le ossessioni della strana epoca che viviamo. Nello spettacolo, scritto in maniera pungente e stravagante dalla stessa Delogu assieme a Rossella Rizzi, Alberto Caviglia e Giovanna Salvatori, con la regia di Enrico Zaccheo, Andrea Delogu non le manda a dire. E ce n'è per tutti: giovani e meno giovani, uomini e donne, madri e padri, femministe arrabbiate, animalisti in crisi, hippy mancati e monoteisti part-time.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza