Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

'Felicissimo Giani', mostra su protagonista Neoclassicismo

'Felicissimo Giani', mostra su protagonista Neoclassicismo

A Palazzo Bentivoglio di Bologna nel bicentenario della morte

BOLOGNA, 01 dicembre 2023, 17:25

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Palazzo Bentivoglio, a Bologna, celebra il bicentenario dalla morte di Felice Giani (1758-1823), originale protagonista del Neoclassicismo italiano, con la mostra 'Felicissimo Giani', in programma dal 2 dicembre al 25 febbraio. L'esposizione, a cura di Tommaso Pasquali, è nata a partire dalla collezione permanente e dalla decorazione murale (1810) di una sala del palazzo, cui appartenevano due dipinti considerati perduti, che a distanza di quasi un secolo torneranno visibili.
    Il percorso, attraverso più di quaranta opere, è suddiviso in sei sezioni cronologiche e tematiche e consente la ricostruzione della parabola dell'artista, disegnatore libero e torrenziale, ma anche raffinato decoratore d'interni, interprete delle ambizioni dei ceti progressisti di epoca napoleonica. Quattro opere contemporanee - di Flavio Favelli, Franco Raggi, Pablo Bronstein e Luigi Ontani - saranno chiamate a illuminare per contrappunto alcuni aspetti della produzione multiforme di Giani: gli ultimi due artisti richiamano il grottesco nella pittura di Giani, mentre Favelli e Raggi illustrano il rapporto tra l'arte odierna e l'antichità classica.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza