Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Elezioni: Todde, 'sì a industria, no a baratto salute e lavoro'

Elezioni: Todde, 'sì a industria, no a baratto salute e lavoro'

'Sono per lo sviluppo industriale ma in modo corretto'

CAGLIARI, 10 novembre 2023, 14:12

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Sì allo sviluppo industriale, ma deve essere portato avanti in maniera corretta. È la posizione di Alessandra Todde, che da vice ministra al Mise del governo Conte ha seguito di persona le numerose vertenze, riguardo alle crisi industriali che attanagliano la Sardegna e in particolare il territorio del Sulcis.
    "Lo dico chiaro: io sono per lo sviluppo industriale della Sardegna, ma è importante farlo in maniera corretta, non come è stato fatto in Puglia per esempio con l'Ilva, o in altri contesti dove si è barattato il diritto alla salute con il lavoro". "Le aree che sono state industrializzate ora stanno soffrendo, dovremmo interrogarci su quello che vuole essere l'industrializzazione in quelle aree, come renderle competitive e come ci può essere sviluppo in quelle zone".
    Per Todde il futuro è nelle bonifiche: "Siamo la seconda Regione d'Italia con più ettari da bonificare - ha sottolineato - gestendo le crisi aziendali ho imparato che un problema può essere anche una grossa opportunità e come succede in altri contesti si potrebbero usare le tecnologie, la ricerca e le intelligenze che abbiamo per rendere eccellente il percorso che fa rivivere quei territori, ma ricordiamoci che un contesto senza attività produttive non è un contesto che può stare in piedi".
    Sui rapporti con i sindacati che in questi anni l'hanno avuta come controparte nei tavoli ministeriali, Todde assicura: "Non hai mai interrotto i contatti con le organizzazioni sindacali soprattutto quelle sarde, perché anche da deputata ho cercato di rappresentare il territorio nel modo migliore".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza