Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Sider Alloys, 'stato di agitazione in attesa di risposte'

Sider Alloys, 'stato di agitazione in attesa di risposte'

Oggi informativa sindacati ai lavoratori a Portovesme

PORTOVESME, 11 ottobre 2023, 13:29

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

"Permane lo stato di agitazione dei lavoratori Sider Alloys e di tutti coloro che operano all'interno dello stabilimento". Lo fanno sapere la Fiom-Cgil nazionale e la Fiom-Cgil Sardegna Sud-Occidentale che con Fsm Cisl e Uil Uil hanno riunito gli operai davanti ai cancelli dell'impianto di alluminio primario a Portovesme, nel Sulcis, per un'informativa dopo l'incontro di ieri al Mimit.

 "Le organizzazioni sindacali ritengono prioritario, che l'azienda dimostri attenzione nella forza lavoro attualmente presente in stabilimento, confermando i contratti a termine in scadenza e rispettando alla lettera gli accordi sottoscritti in merito alle assunzioni derivanti dal bacino ex Alcoa", spiega la Fiom che chiederà alle istituzioni regionali e nazionali, "la massima attenzione per una vertenza che forse avevano già considerato conclusa la vertenza e che, invece, risulta ben lontana dall'esserlo. Allo stesso tempo Invitalia eserciti pienamente il suo ruolo di partner e di controllore di Stato, negli investimenti, lavorazioni, produzioni e rioccupazioni, nel rispetto il piano industriale presentato".

Giuseppe Masala della Fsm Cisl si aspettava "qualche risposta in più" dal tavolo del Mimit: "se non arrivano le risorse il progetto non decolla. Noi riteniamo che il polo dell'alluminio debba essere rilanciato e ora ci sono scadenze importanti, il 31 dicemnre 2023, per quanto riguarda l'accordo di programma e per le garanzie bancarie Sace, ma anche per i 450 lavoratori in mobilità in deroga che percepiscono circa 480 euro euro al mese a causa di una serie di decurtazioni". 

"La riunione di ieri al Mimit non ha fugato tutti i dubbi sulla continuità del progetto di reindustrializzazione dell'ex Alcoa dì Portovesme. I problemi di finanziamento dichiarati da Sider Alloys e la mancata proroga dell'accordo di programma e del contratto di sviluppo per gli investimenti necessari al riavvio dello smelter vanno risolti", sostengono, in una nota, Guglielmo Gambardella, segretario nazionale Uilm, e Renato Tocco, segretario Uilm Sulcis Iglesiente, secondo i quali "è necessario superare tutte le difficoltà burocratiche e compiere tutti gli adempimenti formali per consentire l'applicazione del progetto". "Continueremo a seguire la vertenza fino a quando tutti i lavoratori del bacino ex Alcoa saranno riassunti. Sider Alloys deve confermare tutti gli oltre 20 contratti a tempo determinato in scadenza - dichiarano - Ci attendiamo che l'impegno dell'ex dicastero dello Sviluppo economico prosegua per svolgere un ruolo di regia, in presenza di più soggetti responsabili quali Regione Sardegna, Invitalia e management aziendale che necessariamente vanno coordinati. Abbiamo chiesto che nei prossimi giorni ci venga fornito il cronoprogramma degli investimenti aggiornato", concludono.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza