/ricerca/ansait/search.shtml?tag=
Mostra meno

Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Cagliari ancora sconfitto, è il momento peggiore

Cagliari ancora sconfitto, è il momento peggiore

Ranieri pensa a qualche cambiamento: "Scusiamoci e lavoriamo"

CAGLIARI, 03 ottobre 2023, 09:37

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Nessun segnale di ripresa. Anzi la peggior partita della stagione. E il peggior passivo dall'inizio del campionato. Ancora una sconfitta per il Cagliari. Ma lo 0 a 3 del Franchi con la Fiorentina questa volta è senza attenuanti. Ranieri non ha fatto drammi, ma nemmeno sconti: "Sconfitta meritata, scusiamoci con i tifosi. Mea culpa.
    E ora in silenzio a lavorare". Non ha cercato colpevoli. Ma, tra le righe, ha fatto capire che dalla prossima partita qualcosa potrebbe cambiare.
    Dalla porta, con Radunovic incappato in un nuovo errore. "Il ruolo del portiere è particolare - ha detto il mister -Probabilmente non è sereno: riparlerò con lui e valuterò se schierarlo la prossima". Passando per centrocampo e attacco: Ranieri ha bisogno di una svolta immediata e sembra avere tutte le intenzioni di non concedere più chance a chi non ha ancora trovato il modo - o per la condizione che tarda ad arrivare o per le difficoltà di inserimento - di dare una mano alla squadra.
    Il calendario propone la Roma in casa, forse la meno in forma delle big nonostante l'ultima vittoria con il Frosinone.
    Temibile con Dybala e Lukaku, ma nel complesso non impossibile come Milan o Inter. Un altro segnale Ranieri lo ha dato facendo nomi e cognomi: "Prati e Oristanio mi sono piaciuti". Anche Obert, nel disastro generale, forse è andato meglio di chi è partito dall'inizio. E la sensazione è che il mister possa ricominciare proprio dai più giovani. "Abbiamo sbagliato diagonali, appoggi e passaggi, in genere non lo facciamo - ha spiegato Ranieri - Abbiamo commesso troppi errori. Sono dispiaciuto, non preoccupato. Non mi aspettavo una partita così: però sicuramente non molliamo, facciamo esame di coscienza e ricominciamo a lavorare. Il mio compito sarà mettere ordine, si cade, ma dobbiamo rialzarci subito: questo chiederò ai miei ragazzi".
    Per il Cagliari sempre ultimo posto. Sempre con due soli gol all'attivo, entrambi di Luvumbo. Ieri l'angolano non c'era.
    Affaticato, è stato spiegato a fine gara. La pausa doveva servire per non spremerlo troppo e per regalare minuti e ritmo partita a chi sta cercando di entrare in forma, Petagna è Shomurodov. Ma l'impressione è che al momento il Cagliari non possa fare a meno di lui.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

Guarda anche

O utilizza