Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Nel sito Torre dell'Alto, in Salento, la vita all'età del bronzo

Nel sito Torre dell'Alto, in Salento, la vita all'età del bronzo

Campagna di scavo archeologico. Domani conferenza per parlarne

BARI, 29 novembre 2023, 13:15

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Nel parco di Portoselvaggio, in provincia di Lecce, è in corso la campagna di scavi archeologici nel sito fortificato di Torre dell'Alto, che risale all'età del bronzo, tra 3.500 e 3000 anni fa. L'insediamento è caratterizzato dalla presenza di imponenti fortificazioni che misurano circa 20 metri di larghezza per 200 di lunghezza. Per parlare degli scavi si terrà domani la conferenza 'Torre dell'Alto e l'età del Bronzo nella costa Ionica Salentina', nel museo della Preistoria di Nardò (ex convento di Sant'Antonio, piazzetta Sant'Antonio), alle 18.30. Le indagini della struttura fortificata si inseriscono all'interno di un progetto di ricerca più ampio finanziato da un progetto Prin intitolato 'Mediterranean coastal lifestyles and mobility-an integrated and comparative study of paleo-nvironmental, archaeological, and social perspectives', che mira a esplorare le strategie di vita delle comunità costiere del Mediterraneo.
    Parallelamente, i risultati delle ricerche si inseriscono nel progetto sviluppato dal museo per la ricostruzione dei paesaggi stratificati di questo settore salentino. La collaborazione contempla la condivisione di conoscenze, strategie e strumenti e costituisce un esempio virtuoso di attenzione alla sostenibilità del patrimonio e di collaborazione tra strutture universitarie e istituzioni locali.
    Alla conferenza interverranno il professor Francesco Iacono, che dirige gli scavi; e la direttrice del museo della Preistoria di Nardò, Filomena Ranaldo. Interverrà per un saluto l'assessore alla Cultura e ai Musei Giulia Puglia.
    "La collaborazione avviata con il dipartimento di Storia Culture e Civiltà dell'Università di Bologna - dice Giulia Puglia - rappresenta bene il modello di collaborazione e coprogettazione che stiamo promuovendo attraverso la programmazione museale. L'incontro di domani ci consente di condividere con l'intera comunità la nuova tappa di questo progetto".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza