Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Cuneo, centinaia in protesta contro le bombe su Gaza

Cuneo, centinaia in protesta contro le bombe su Gaza

A Mondovì vernice rossa: "3.000 bambini uccisi possono bastare?"

CUNEO, 29 ottobre 2023, 19:09

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Circa trecento persone, tra cui numerose famiglie di migranti con bambini al seguito, si sono ritrovate nel pomeriggio a Cuneo, in piazza Galimberti, per protestare contro i bombardamenti a Gaza e chiedere un immediato cessate il fuoco.
    All'incontro in strada indetto dalla Comunità Islamica di Cuneo hanno preso parte associazioni pacifiste e sigle politiche della sinistra. Gli esponenti dell'associazione Orizzonti di pace, del Coordinamento pace e disarmo e di Cuneo per i Beni Comuni si sono alternati negli interventi. I partecipanti hanno improvvisato un breve corteo attorno alla piazza, per poi concludere con una preghiera islamica scandita dall'imam di Cuneo. Tra i cori le parole "Palestina libera", "assassini, assassini, cosa c'entrano i bambini?", "Gaza vincerà", "Israele assassina".
    Tra i presenti c'era anche Michele Baracco, ex ferroviere in pensione e oggi pastore di capre e pecore a Roccaforte Mondovì: in mattinata l'attivista si è reso protagonista di una sorta di flash-mob, quando ha rovesciato sul selciato di piazza Martiri, a Mondovì, sempre nel Cuneese, una vernice lavabile di colore rosso. Un gesto simbolico accompagnato dal cartello "3.000 bambini uccisi possono bastare?" e dall'invocazione "pietà".
   
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza