Pnrr: 180 milioni per aumentare digitalizzazione dell'Inps

In realizzazione revisione profonda sistemi e procedure interne

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 13 SET - Risorse per 180 milioni di euro per realizzare, nel quadro del Pnrr (il Piano nazionale di ripresa e resilienza), "una revisione approfondita dei sistemi e delle procedure interne" dell'Inps, nonché per "l'evoluzione dei punti di contatto digitali con gli utenti", ma anche per "il miglioramento delle competenze" dei dipendenti "in materia di tecnologie dell'informazione e della comunicazione", e per cambiare, poi, sul portale, "il modello di interazione dell'Istituto con gli utenti verso un approccio proattivo e predittivo". A metterlo in evidenza è lo stesso Istituto di previdenza pubblico, sottolineando come le iniziative siano "in corso di realizzazione". In particolare, in linea con i target europei, per l'Inps, fra gli "obiettivi di breve termine", c'è quello di "sviluppare 35 servizi nuovi, o rinnovati distribuiti sui diversi 'touch point' dell'Istituto": fra questi, viene segnalato, vi sono la domanda di pensione di reversibilità precompilata proposta proattivamente e "il consulente digitale delle pensioni", una procedura che utilizza l'Intelligenza artificiale per individuare diritti inespressi. Infine, si sottolinea, si intende "migliorare e certificare le competenze di almeno 4.250 dipendenti nel 2022". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA