Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Tribunale condanna Chef Rubio, rimuova post anti-Israele

Tribunale condanna Chef Rubio, rimuova post anti-Israele

Offese e minacciò Linkiesta, risarcimento da 2.700 euro

ROMA, 29 novembre 2023, 13:50

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Il tribunale di Milano ha condannato chef Rubio a rimuovere un post contro Israele pubblicato sul proprio profilo X e a risarcire Linkiesta per 2.700 euro. A comunicarlo è lo stesso Rubio - all'anagrafe Gabriele Rubini - pubblicando la sentenza del giudice e commendando di rispettare il provvedimento del magistrato "anche se non lo condivido".
    Nella sentenza il giudice Andrea Manlio Borrelli ordina all'ex conduttore televisivo di "rimuovere immediatamente" un post in cui offendeva Linkiesta, accusandola anche di essere "sionista" e minacciando la testata. "Un giorno - scriveva - dovrete rispondere del vostro supporto ai coloni terroristi ebrei". Già in passato chef Rubio era stato indagato per le sue esternazioni sui social. Lo scorso gennaio, proprio in occasione del Giorno della Memoria, è stato denunciato insieme con altre 19 persone - tra cui medici e no-vax - per le ingiurie nei confronti della senatrice Liliana Segre.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza