Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Dell'Orto: 'Picchiata da mio padre perché giocavo a football Usa'

Dell'Orto: 'Picchiata da mio padre perché giocavo a football Usa'

La capitana dell'Italia: 'Per lui era uno sport da maschi'

MILANO, 23 novembre 2023, 16:11

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

"Da ragazza mio padre mi picchiava perché non voleva giocassi a football americano. Era uno sport da maschi, secondo lui, e diventava molto violento. Mi buttava via l'attrezzatura, il casco, il para spalle e io andavo a riprenderla prima che passasse la nettezza urbana. Prendevo le botte perché non mi accettava per quello che sono. Ora sono capitana della nazionale di flag football, che dal 2028 sarà sport olimpico e ho partecipato attivamente alla campagna per convincere il Cio". E' il racconto della violenza domestica subita da Nausicaa Dell'Orto, la capitana della squadra Nazionale femminile, intervenuta all'inaugurazione della seconda palestra Gold Gym's a Milano.
    "Le cose devono cambiare - evidenzia Dell'Orto all'ANSA -.
    Anche per questa ragione ho collaborato con Fondazione Milan per il programma 'Assist' con cui vai a dare supporto alle comunità, alle carceri e alle donne che vivono situazioni difficili e faccio parte della associazione Medea che si occupa del problema della violenza sulle donne, raccogliendo fondi per case rifugio.
    Il caso di Giulia Cecchettin è solo l'ultimo ed è inquietante pensare che appena abbiamo saputo della sua scomparsa abbiamo tutti pensato che l'avesse uccisa".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza