Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Rapinava gli studenti di Castelletto, arrestato

Rapinava gli studenti di Castelletto, arrestato

E' sospettato di aver fatto picchiare l'anziana madre per denaro

GENOVA, 28 novembre 2023, 14:56

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

La polizia ha arrestato il rapinatore seriale diventato il terrore degli studenti di Castelletto, quartiere di Genova. L'uomo, 32 anni con problemi di tossicodipendenza, è accusato di almeno 12 colpi. Il pubblico ministero Federico Panichi, che ha coordinato le indagini della squadra mobile, gli contesta anche l'estorsione: nelle scorse settimane avrebbe minacciato la madre per farsi consegnare soldi. E proprio la madre è stata picchiata in casa due sere fa da due sconosciuti. Su quest'ultima vicenda sono in corso gli accertamenti dei carabinieri.
    L'uomo, secondo quanto ricostruito, avvicinava gli studenti da soli poco prima che entrassero a scuola o poco dopo l'uscita.
    Diceva di avere un coltello e si faceva consegnare i soldi: dai 20 ai 50 euro al massimo. Nell'ultimo caso, davanti alla resistenza della vittima di turno, ha mostrato un coltellino. Il rapinatore è stato tradito dal tatuaggio in faccia. Grazie alle telecamere di videosorveglianza della zona è stato possibile individuarlo e poi arrestarlo. Proprio mentre veniva eseguita la misura cautelare si è consumata l'aggressione alla madre. La donna, 70 anni, che abita in via Palestro, in pieno centro città, ha raccontato di avere aperto la porta a due persone che si sono presentate come amiche del figlio. Una volta in casa, il pestaggio. L'anziana non ha però saputo fornire alcun dettaglio.
    Il sospetto degli inquirenti è che la donna non dica la verità e stia coprendo in qualche modo il figlio, che potrebbe avere mandato due persone per avere i soldi dalla donna.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza