Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Davis: Arnaldi tornato a Sanremo 'il sogno è vincere lo slam'

Davis: Arnaldi tornato a Sanremo 'il sogno è vincere lo slam'

Il tennista azzurro: 'Dopodomani parto per l'Australia'

SANREMO, 28 novembre 2023, 12:31

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

"Sono contento di aver vinto per il mio Paese, è qualcosa dI speciale. E' il titolo più importante, che ho conquistato finora. Sogni nel cassetto: vincere lo slam e diventare il numero uno, anche se non mi fa piacere parlare di obiettivi, ma preferisco vivere giorno per giorno, cercando sempre di migliorarmi". Lo ha detto all'Ansa Matteo Arnaldi, fresco della vittoria in Coppa Davis, tornato a casa per un paio di giorni. Ormai dal 2021, si allena al Tennis Club della Foce, assieme al team di insegnanti e preparatori atletici, tra cui il maestro Fabio Orengo. "Dopodomani partirò per l'Australia, per la preparazione invernale", aggiunge.
    Arnaldi è nato come giocatore alla Foce, dove ha praticato i primi due anni di scuola tennis, poi si è spostato in un altro club della zona. "E' tornato da noi - racconta Orengo - che era tra i primi novecentocinquanta-mille al mondo e cominciava a muovere i primi passi". Oggi è tra i più quotati.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza