Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Primo monitoraggio scientifico su relitto romano nell'imperiese

Primo monitoraggio scientifico su relitto romano nell'imperiese

Con un Auv sulla nave del II secolo dC

SANTO STEFANO AL MARE, 24 novembre 2023, 17:08

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Si è concluso stamani il primo monitoraggio scientifico del relitto di una nave di epoca romana risalente al primo secolo dC, sommerso a una profondità di 50-60 metri a poco meno di due miglia marine al largo della costa di Santo Stefano al mare, in provincia di Imperia. L'ispezione della nave, che contiene circa trecento anfore che trasportavano olio è stata condotta da personale del Politecnico di Torino, in collaborazione con la Soprintendenza archeologica Belle arti e Paesaggio della Liguria. Il monitoraggio, in particolare, è avvenuto con l'utilizzo di un autonomous underwater vehicle, che è una sorta di drone sottomarino il quale, una volta raggiunto il punto di operazioni, si è immerso per circa 4 ore completando le operazioni in modo autonomo.
    "L'obiettivo - spiega l'assessore all'Ambiente di Santo Stefano, Remo Ferretti - è testare questo nuovo sistema sviluppato dal Politecnico di Torino, che ci serve per mappare la posizione attuale del relitto, ottenere anche la morfologia del terreno in cui giace e capire come in un prossimo futuro si possa, anche tramite immagini, ottenere un'idea di massima del relitto anche in tre dimensioni. È inoltre l'inizio di una collaborazione per futuri progetti di varia natura sul fondale di Santo Stefano".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza