Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

L'età dell'oro del Liberty palermitano

L'età dell'oro del Liberty palermitano

Alla Fondazione Sant'Elia mostra su un periodo artistico unico

PALERMO, 15 dicembre 2023, 19:33

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Non solo Florio e Basile, ma la felice fusione di tante voci che hanno dato vita a un'epoca irripetibile. S'inaugura oggi pomeriggio a Palazzo Sant'Elia Palermo Liberty-The Golden Age, una grande mostra dedicata alla fioritura di questo stile nel capoluogo siciliano. L'esposizione presenta la produzione più significativa dei protagonisti dell'Art Nouveau e si propone di offrire una testimonianza inedita sulle arti, affrancate dalla distinzione fra maggiori e minori. The Golden Age, una vera e propria età dell'oro, che ha visto lavorare insieme grandi progettisti, pittori, scultori, decoratori, artigiani e imprese produttive per realizzare una città nuova, adatta alle esigenze della modernità e della borghesia. La peculiare fisionomia del Liberty palermitano è qualificata dall'attività di artisti formatisi tra la scuola di Francesco Lojacono e il cenacolo di Ernesto Basile, tra cui Paolo Bevilacqua, Michele Cortegiani, Ettore De Maria Bergler, Luigi Di Giovanni, Gaetano Geraci, Salvatore Gregorietti, Ettore Ximenes, Antonio Ugo (tutti presenti in mostra) e altri raffinati interpreti della "collaborazione unitaria" fra le arti. Simbolo di questa stagione e della mostra è il bellissimo mosaico del Panificio Morello del mercato del Capo, noto come la "pupa del Capo", scelto come immagine della rassegna. L'opera, che raffigura Demetra, dea pagana protettrice dei cicli vitali del raccolto, è esposta in una installazione immersiva di Laura Galvano. In mostra dalla Galleria d'arte moderna di Roma, anche il prezioso secretaire disegnato da Ernesto Basile e prodotto dal mobilificio Ducrot con interventi pittorici di Ettore De Maria Bergler e figurine in bronzo di Antonio Ugo.
    Sono esposte circa cinquecento opere, tra disegni di architettura e di arti applicate, arredi, dipinti, sculture, bassorilievi, arazzi, ceramiche, bozzetti decorativi, fotografie, vetrate, gioielli e abiti, provenienti da collezioni e archivi pubblici e privati capaci di offrire uno spaccato di ampio respiro e un approfondimento critico su una stagione felicissima. L'arco cronologico della mostra si snoda attraverso quattro sezioni temporali (1897-1902; 1903-1910; 1911-1919; 1920-1923) con richiami a precedenti significativi come l'Esposizione Nazionale del 1891. Fra i molti arredi, spiccano i mobili della casa studio di Ernesto Basile in via Siracusa, che presto saranno fruibili grazie al progetto della Casa Museo Basile, che verrà realizzato in seguito alla collaborazione fra l'Assessorato Regionale dei Beni Culturali e l'Archivio Basile.
    La rassegna è arricchita da video installazioni, realizzate da Calogero Sorge, foto e materiale video (sulla Targa Florio e le officine Ducrot) e offre il Liberty nella sua interezza grazie, anche, alla preziosa selezione di abiti e accessori della collezione Piraino e a una sezione di gioielli siciliani e disegni di oreficeria a cura di Maria Concetta Di Natale.
    "Palermo Liberty - The Golden Age" è un progetto della Fondazione Sant'Elia, ideato e coordinato dal sovrintendente Antonio Ticali, curato da Cristina Costanzo, Massimiliano Marafon Pecoraro ed Ettore Sessa e sostenuto, in particolare, dall'Assessore regionale al Turismo Elvira Amata. Stamane l'iniziativa è stata presentata alla stampa alla presenza del sindaco della città metropolitana e presidente della Fondazione Sant'Elia, Roberto Lagalla, e della vicepresidente della Fondazione Angela Fundarò.
    La mostra, aperta al pubblico da domani, sarà visitabile fino al 30 maggio.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza