Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Vilas, 'nei miei libri difendo bellezza, amore e libertà'

Vilas, 'nei miei libri difendo bellezza, amore e libertà'

Scrittore bestseller spagnolo ospite dell'università dell'Aquila

L'AQUILA, 16 ottobre 2023, 17:10

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

"Tutti i miei libri danno respiro alla mia voglia di difendere bellezza, amore e libertà dalle insidie della vita di tutti i giorni". Dall'aeroporto di Barcellona, prima di imbarcarsi per l'Italia, in vista dell'incontro promosso dall'università dell'Aquila in programma mercoledì 18 ottobre (alle 18 nell'aula magna 'Alessandro Clementi' del dipartimento di Scienze umane), Manuel Vilas definisce così la sua ricerca come autore, con riferimento particolare al suo ultimo libro 'Nosotros', uscito da poco in Italia con il titolo 'Amor costante' (Guanda 2023), al centro del confronto nel capoluogo abruzzese. Attraverso un sonetto di Francisco Quevedo che dà il titolo al romanzo, l'autore aragonese ricostruisce con abilità la storia di Irene e di suo marito, in un romanzo che esplora i confini della passione e del sentimento e, allo stesso tempo, propone un viaggio nelle profondità dell'anima di una donna intrappolata nel ricordo. La protagonista Irene ha vissuto una storia totalizzante con Marcelo, un amore che supera la morte, come quello di cui parla proprio Quevedo nei suoi versi. Quando Marcelo scompare, Irene parte alla ricerca di quello che sono stati, sulle orme dei luoghi visitati in precedenza.
    "Ho dato al personaggio di Irene delle sfumature della mia personalità, di quello che sono - spiega - naturalmente, lei nel racconto va oltre, è un personaggio vivo. È molto passionale, come dovremmo essere tutti del resto, perché non possiamo trascorrere la nostra vita senza spenderla in passioni. La sua ossessione nel vivere la relazione è erotica e a tratti si lascia andare in momenti di ira, contro le gabbie del quotidiano che talvolta sfociano in atti di violenza. È quasi un personaggio punk". Ma Vilas, quando scrive, fa sempre i conti con le dinamiche del presente. "Non posso certo prendermela con il sistema, con quello che chiamiamo il capitalismo - sottolinea - perché tutti noi ne facciamo parte, approfittando delle tecnologie che ci mettono in contatto". Vilas, che all'Aquila sarà affiancato dalla traduttrice e insegnante Monica Bedana, è molto legato all'Italia, come si evince dalla scelta del titolo 'In tutto c'è stata bellezza', tra i suoi libri più acclamati. "Amo Fellini", conclude.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza