Clima: strada in salita città italiane per la neutralità

Indagine Green City Network-Gse su 14 milioni di italiane

Redazione ANSA ROMA
(ANSA) - ROMA, 06 GIU - Le città italiane stentano a imboccare la strada della neutralità climatica secondo un'indagine del Green City Network della Fondazione per lo sviluppo sostenibile e il GSE - Gestore dei Servizi Energetici su un campione di 14 milioni di italiani residenti in città grandi e piccole.

Dall'indagine emerge qualche progresso, l'85% delle città ad esempio aderisce al Patto dei sindaci per l'energia e il clima, il 90% programma di incrementare il verde urbano per assorbire la CO2, il 90% ha progettato interventi per la mobilità sostenibile, ci sono molti ritardi come nell'utilizzo delle fonti rinnovabili, nel risparmio energetico, nei piani per l'adattamento ai cambiamenti climatici, nell'obiettivo della neutralità climatica al 2050, fissato da solo il 4% delle città.

Ma soprattutto la maggioranza delle città non è in grado di valutare i risultati in materia di taglio della CO2 dei piani e progetti messi in campo, la maggior parte, infatti, non li monitora.

"Se non si coinvolgono realmente e in modo rilevante le città non vi è alcuna possibilità di accelerare la transizione energetica verso la neutralità climatica e, in particolare, di triplicare gli impianti di rinnovabili da installare ogni anno, di realizzare il forte aumento delle rinnovabili, indispensabile per recuperare il nostro ritardo e raggiungere il target europeo al 2030", ha dichiarato il presidente della Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile, Edo Ronchi, commentando l'indagine, presentata alla Conferenza Nazionale delle Green City nell'ambito del primo Festival per la Giornata Mondiale dell'Ambiente di Green&Blue. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA