Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Turismo open air a Nordest, 54% imprese investe su innovazione

Turismo open air a Nordest, 54% imprese investe su innovazione

Offrono 250mila posti letto per 22 milioni di presenze l'anno

VENEZIA, 19 febbraio 2024, 13:07

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Oltre la metà (54%) delle imprese del turismo open air nel Nordest ha fatto investimenti in riqualificazione e sviluppo di nuova offerta per target specifici. Cameggi e villaggi che si trovano prevalentemente lungo la costa (57%) e al Lago di Garda (19%), e che con 22 milioni di presenze l'anno sono saldamente al secondo posto dopo gli alberghi nell'offerta turistica. Il trend di cerscita del settore è in atto nel 2019 e si è incrementato negli ultimi tre anni.
    È quanto emerge dai dati presentati oggi a Portogruaro (Venezia) da Faita-Federcamping nel convegno "Il turismo all'aria aperta nel Nordest, ruolo e valore economico del settore e prospettive di sviluppo", al quale hanno preso parte, tra gli altri, gli assessori regionali al Turismo del Veneto Federico Caner e del Friuli Venezia Giulia Sergio Emidio Bini. I risultati di una ricerca del Ciset, assieme ai dati di HBenchmark e agli esiti dei progetti avviati da Faita con eAmbiente e Ciset-Jampaa, disegnano un settore in continua evoluzione.
    Sul piano degli investimenti e della nuova offerta per gli ospiti, il 57% dele strutture del Nordest offre almeno 8 servizi aggiuntivi, e il 45% dà oltre la metà di questi in gestione a terzi. Il 62% ha un sito e-commerce, il 76% vende attraverso portali specializzati e 57% su altre piattaforme travel.
    Le imprese all'aria aperta, ha spiegato il presidente di Faita-Federcamping Alberto Granzotto, puntano su sostenibilità e digital, e guardano sempre più all'ambiente, affidamdosi al supporto dell'intelligenza artificiale per competere L'85% delle strutture all'aria aperta del Nordest sorge in Veneto, il 15% in Friuli Venezia Giulia. Il fatturato generato dal turismo open air in Veneto ammonta a 1,3 miliardi di euro: il 58% sono alimentati dalle spese extra alloggio (effettuate dai turisti dentro e fuori la struttura) e il 42% dalle spese di alloggio. In media, a ogni euro speso per l'alloggio corrispondono 1,4 euro spesi nell'indotto, che vanno a beneficio sia dell'impresa stessa che del territorio circostante.
    In Friuli Venezia Giulia la stima del fatturato totale dell'open air supera i 75 milioni di euro: il 56% è alimentato dalle spese extra alloggio, il 44% dalle spese di alloggio. In questo caso, l'impatto potenziale sul territorio è ancora superiore: a ogni euro speso nell'alloggio corrispondono, infatti, 1,9 euro spesi per altri beni e servizi.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza