Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Ampliamento ospedale, Savt "andare avanti con i lavori"

Ampliamento ospedale, Savt "andare avanti con i lavori"

"I valdostani hanno deciso con il referendum del 2007"

AOSTA, 21 febbraio 2024, 18:37

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

La segreteria generale del Savt chiede di andare avanti con i lavori di ristrutturazione e ampliamento dell'ospedale Parini. "Aspetti procedurali che parrebbero essere carenti, esposti, conseguenti inevitabili indagini, sono solo gli ultimi piatti di un menù - scrive il sindacato in una nota - che si è iniziato a scrivere nel 2007, quando è stato fatto il referendum sull'ospedale. Tanto, troppo tempo è passato da allora. Non è questione di fare tifo o di schierarsi per una soluzione piuttosto che per un'altra. Bisogna fare tifo solo per i cittadini valdostani, che si vedono costretti ad assistere ad uno spettacolo che va a loro discapito".
    Secondo il Savt "negli ultimi anni il livello dei servizi sanitari in Valle d'Aosta ha subito un duro rallentamento. E sicuramente non è colpa di chi vi opera con grande impegno ogni giorno. La carenza in organico di figure specialistiche messa insieme ai continui cambi di gestione politica-amministrativa hanno dato vita ad una miscela esplosiva. E come spesso accade non sono mancati, poi, i comitati popolari a soffiare sul fuoco.
    Come segreteria generale del Savt riteniamo che non si possa più perdere tempo in questo ambito. Delle decisioni sono state prese, condivisibili o no, e vanno portate avanti. Non si può cercare di bloccare di nuovo tutto. Se vi sono aspetti procedurali/burocratici che devono essere perfezionati lo si deve fare il prima possibile. Senza indugiare. La Valle d'Aosta ha bisogno di un presidio ospedaliero moderno e funzionale.
    Serve ai valdostani e ai turisti che fanno visita alla nostra Regione".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza