Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Via libera del Pe alle nuove regole su Indicazioni Geografiche

Via libera del Pe alle nuove regole su Indicazioni Geografiche

Più protezione e semplificazione per la denominazione Ig

STRASBURGO, 28 febbraio 2024, 14:21

Redazione ANSA

ANSACheck

© ANSA/EPA

© ANSA/EPA
© ANSA/EPA

L'eurocamera ha dato il via libera definitiva alla riforma delle norme dell'Ue che regolano la protezione delle Indicazioni Geografiche (IG) per il vino, le bevande alcoliche e i prodotti agricoli. Il nuovo regolamento, di cui il relatore è stato l'eurodeputato dem Paolo De Castro, è passato con 520 voti favorevoli, 19 contrari e 64 astensioni e contiene anche misure per proteggere le Indicazioni Geografiche online, e conferire maggiori poteri ai produttori semplificando il processo di registrazione delle IG.
    Un ulteriore traguardo in difesa delle nostre eccellenze è stato raggiunto oggi con il voto in Europa sull'approvazione della riforma del sistema delle Indicazioni Geografiche". Così il Ministro dell'Agricoltura, della Sovranità alimentare e delle Foreste, Francesco Lollobrigida commenta il voto del Pe.
    "L'obiettivo del nuovo regolamento - precisa il ministro - è quello di difendere i prodotti certificati dai tentativi di imitazione ed emulazione. Dobbiamo continuare a puntare sulla qualità e l'eccellenza che ci caratterizza da sempre e sulla distintività che rende così particolari le nostre produzioni agroalimentari al punto da diventare uniche sul mercato globale.
    È fondamentale - conclude Lollobrigida - difendere i nostri produttori e il Sistema Italia". Soddisfazione per il voto viene inoltre espressa, tra gli altri, da Federdoc, Assolatte e Coldiretti.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza