Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Maltrattamenti in famiglia, 40enne arrestato nel Tarantino

Maltrattamenti in famiglia, 40enne arrestato nel Tarantino

Donna denuncia anni di soprusi e la mancata nascita di un figlio

TARANTO, 29 novembre 2023, 14:14

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Un uomo di 40 anni è stato arrestato dalla polizia in provincia di Taranto con l'accusa di maltrattamenti in famiglia. A far emergere una lunga storia di soprusi è stata la donna, di origini rumene, che per nascondere al compagno di aver prelevato con il bancomat il denaro per sfamare i due figli, temendo ritorsioni aveva denunciato un prelievo illecito dalla carta. Già dal momento della denuncia i poliziotti si erano accorti, dall'atteggiamento della donna, che aveva bisogno di aiuto. E per questo l'avevano messa in contatto con gli operatori dei centri antiviolenza. Questi ultimi, nei giorni scorsi, non riuscivano a parlare con lei e hanno avvisato i poliziotti temendo che fosse in pericolo.
    Gli agenti sono riusciti a rintracciarla mentre era in auto con il suo compagno. Alla vista dei poliziotti, la donna ha chiesto di essere portata in commissariato dove, assistita da personale specializzato, ha denunciato i tanti anni di violenze subite, tra cui un calcio che le ha provocato un aborto. A questo punto, su disposizione dell'autorità giudiziaria che ha attivato i protocolli previsti dal codice rosso, il compagno è stato arrestato. L'uomo ha precedenti per reati contro il patrimonio e l'uso di cocaina.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza