Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Lupa curata e liberata nel Parco dei Sibillini con radiocollare

Lupa curata e liberata nel Parco dei Sibillini con radiocollare

"Sibilia" trovata a Norcia, assistita a Perugia e nel Maceratese

CASTELSANTANGELO SUL NERA, 09 febbraio 2024, 13:33

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

La lupa Sibilla è tornata in libertà. Ieri gli addetti del Parco nazionale dei Monti Sibillini hanno effettuato con successo l'intervento di rilascio in natura dell'animale. Si tratta della lupa che, a poco più di quattro mesi di età, era stata ritrovata nell'ottobre scorso nei pressi di Norcia (Perugia), in condizioni molto debilitate a causa di una grave forma di rogna, che tra l'altro l'aveva resa completamente glabra; era stata subito trasferita presso l'ospedale veterinario didattico dell'Università degli studi di Perugia dall'Associazione WildUmbria per le prime cure. Dopo la sua stabilizzazione clinica era stata accolta nelle strutture dell'associazione stessa per le successive fasi di degenza.
    Una volta guarita, il 20 dicembre era stata trasferita presso il Centro di recupero degli animali selvatici di Castelsantangelo sul Nera (Macerata), gestito dal Parco, in attesa di una ricrescita completa del suo pelo e di condizioni meteorologiche meno incerte per la liberazione. La lupa è stato dotato di radiocollare satellitare che consentirà di seguirne costantemente i movimenti.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza