Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Domus de Janas verso l'Unesco, Regione e Comuni fanno rete

Domus de Janas verso l'Unesco, Regione e Comuni fanno rete

Il dossier a Roma a gennaio, poi l'auspicio è approdo a Parigi

CAGLIARI, 21 dicembre 2023, 13:30

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

La Regione formalizza il suo ingresso nel progetto di candidatura Unesco delle Domus de Janas e altri monumenti archeologici, artistici e architettonici della preistoria. Uno straordinario patrimonio di cui la Sardegna è costellata, in contesti paesaggistici di grande bellezza. Un percorso già avviato con 35 monumenti entrati nella Tentative list, solo 26 hanno superato il severissimo esame e ora puntano al riconoscimento come patrimonio mondiale dell'umanità.
    È stato firmato a Cagliari nella sede dell'assessorato regionale alla Cultura guidato da Andrea Biancareddu, assieme alla presentazione del dossier, il protocollo d'intesa tra Regione, province di Sassari, Nuoro, Oristano, città metropolitana di Cagliari, le Soprintendenze regionali della Sardegna, archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Sassari e Nuoro, per la città metropolitana di Cagliari e le province di Oristano e sud Sardegna, direzione regionale dei musei Sardegna, centro studi "Identità e Memoria - Cesim" guidato da Giuseppina Tanda e i 24 Comuni candidati: Ardauli, Sedilo, Villa Sant'Antonio, Alghero, Anela, Arzachena, Bonorva, Castelsardo, Cheremule, Goni, Mamoiada, Mores, Oliena, Olmedo, Oniferi, Ossi, Ozieri, Pau, Porto Torres, Putifigari, Sassari, Sedilo, Sennori, Villanova Monteleone e Villaperuccio.
    "Con questa firma si prosegue ora a passo spedito e acquista forza il progetto per la candidatura con l'obiettivo di partire dalla cultura, investire sulle nostre origini per valorizzare questi tesori come attratori turistici tutto l'anno", ha sottolineato l'assessore Biancareddu. L'archeologa Giuseppina Tanda del Cesim ha messo in luce "la necessità di tutelare le zone limitrofe ai siti con le cosiddette buffer zone. A gennaio parte il dossier per Roma per poi proseguire se arriva l'ok per Parigi".
    Tra i 26 siti preistorici e le Domus, tutte decorate, spiccano il monumento troncopiramidale di Monte d'Accoddi nel cuore della Nurra, la necropoli ipogeica di Anghelu Ruju.
    Ancora, Su Crocifissu Mannu a Porto Torres, le Domus de Janas di Sennori, straordinariamente inglobate all'interno del paese, le Domus de Janas di Montessu a Villaperuccio, nel Sulcis, quelle a prospetto di Anela nel Goceano. Fino al gioiello di Sant'Andrea Priu a Bonorva con le bellissime pareti decorate con pitture rupestri.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza