Alimentare: studio, 4% italiani compra cibo su Internet

Ma futuro è 'phygital', mi informo su social ma compro a negozio

Redazione ANSA FIRENZE
(ANSA) - FIRENZE, 29 SET - In Italia quattro persone su 100 fanno acquisti nel settore alimentare (food) tramite piattaforme web, mentre a livello mondiale la media è del 12%. Lo rivela l'edizione 2022 della ricerca 'Taste Tomorrow' di Puratos Italia, azienda del settore food con sede a Parma. L'indagine, realizzata in collaborazione con la società di ricerche di mercato Ipsos, è stata presentata oggi allo Spazio Campari di Sesto San Giovanni (Milano). Secondo quanto emerge, dal focus italiano del rapporto, realizzato in 44 Paesi del mondo coinvolgendo 17.500 consumatori, il 9% degli italiani ordina online cibo da asporto tramite le piattaforme dedicate una volta a settimana. Inoltre, il 68% degli intervistati nel nostro Paese ritiene che tutti i negozi e i ristoranti oggi dovrebbero essere organizzati per consegnare cibi e pasti a domicilio. Gli acquisti online hanno raggiunto numeri importanti anche in alcuni segmenti dell'industria alimentare. Secondo la ricerca condotta da Puratos il 32% dei consumatori acquista online cioccolato, il 29% di essi utilizza il web per reperire i prodotti da pasticceria e il 23% quelli da panificazione. In un caso su due la consegna avviene a domicilio. Nell'ultimo anno si è assistito a un raddoppio online degli acquisti di generi alimentari, complice anche il periodo del 'lockdown' che ha sdoganato questa pratica entrando nelle abitudini degli italiani. Infine, la ricerca spiega come il 36% dei consumatori italiani ammetta di farsi ispirare dai media online per valutare l'offerta dei produttori locali e il 51% ritiene che l'aspetto spesso sia sinonimo anche di gusto. Ecco perché, conclude l'analisi di Puratos, la tendenza sarà sempre più ad andare verso esperienze 'phygital', ovvero ispirate dal mondo social e web, finalizzate in negozio: il consumatore decide di fare acquisto alimentare nell'esercizio commerciale ma dopo aver preso conoscenza del prodotto da comprare sui social network.

(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie