Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Mariano Roman (Fantic Motor) è il nuovo presidente di Ancma

Mariano Roman (Fantic Motor) è il nuovo presidente di Ancma

In carica per 4 anni, affiancato dai vice De Rosa e Magri

MILANO, 19 febbraio 2024, 15:43

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

E' Mariano Roman il nuovo presidente di Ancma, l'associazione nazionale del ciclo, motociclo e accessori aderente a Confindustria. Ingegnere, Roman è nato nel 1955 ed è amministratore delegato e socio del gruppo trevigiano Fantic Motor, che controlla anche i marchi Bottecchia e Motori Minarelli.
    Il manager ed imprenditore veneto sarà affiancato nel suo mandato quadriennale dai vicepresidenti Cristiano De Rosa (De Rosa Ugo & Figli) e dal presidente uscente Paolo Magri (Brembo).
    Intervenendo in assemblea Roman ha sottolineato la necessità di "intensificare le attività di promozione dell'utilizzo delle due ruote e di comunicazione del valore sociale e della rilevanza economica del settore". Altrettanto importanti, a suo dire, "il potenziamento del presidio dei dossier e delle attività normative in Europa, il coinvolgimento dell'associazione nella programmazione della mobilità urbana da parte delle amministrazioni locali e la richiesta di misure sussidiarie in grado di liberare tutto il potenziale del comparto e di renderlo più competitivo".
    L'industria del motociclismo italiana - spiega Ancma - vale "oltre nove miliardi di euro e detiene la leadership europea in termini di produzione e mercato". Allo stesso modo, il comparto della bicicletta "esprime un valore di più di tre miliardi di euro" e "occupa una posizione di assoluta rilevanza nell'eurozona".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza