Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Statale 106, nel 2025 al via i cantieri in due nuove tratte

Statale 106, nel 2025 al via i cantieri in due nuove tratte

Vertice Occhiuto, sindacati e Anas:'ottenuti 3 miliardi risorse'

CATANZARO, 12 gennaio 2024, 15:44

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

ue Oltre 3 miliardi di euro e tempi di realizzazione più che dimezzati (cinque anni invece che 15), per due importanti tratti: Sibari-Rossano e Crotone-Catanzaro della statale 106, i cui cantieri per l'avvio dei lavori partiranno all'inizio del 2025. E' quanto emerso dalla riunione convocata alla Cittadella regionale di Catanzaro alla presenza del presidente della Regione Calabria, Roberto Occhiuto, i segretari generali regionali Angelo Sposato (Cgil), Tonino Russo (Cisl) e Santo Biondo (Uil) e in collegamento web il capo della direzione tecnica di Anas Luca Bernardini.
    Al termine dell'incontro valutazioni positive da parte delle delegazioni sindacati che hanno parlato di 'riunione utile e proficua', anche se, hanno aggiunto, 'c'è ancora molto da fare per la messa in sicurezza di un'arteria strategica per lo sviluppo dell'area ionica della regione' .
    "Dopo decenni di parole sulla 106, finalmente - ha detto il presidente Occhiuto - ci sono dei fatti, perché i tre miliardi di euro che sono stati stanziati in legge di Bilancio e che si prevedeva di spendere in 15 anni l'Anas ci dice che saranno spesi in 5 anni partire dall'anno prossimo. Il che significa che avremo la realizzazione di una parte importante della 106 entro il 2030. C'è molto da fare ancora - ha aggiunto Occhiuto - perché ci sono altre tratte da finanziare: vorrei segnalare, però, che nei 20 anni precedenti sulla 106 era stato stanziato solo un miliardo. In due anni siamo riusciti a trovare tre miliardi per consentire ad Anas di realizzarla per evitare che si continui a chiamare 'strada della morte".
    "Per il governatore calabrese "ci sarà anche un impatto occupazionale importante che l'Anas quantifica in 1000-1500 unità, ma la cosa importante è che si creerà una via di collegamento civile a quattro corsie nella parte ionica della Calabria per troppo tempo inutilmente attesa. Ci sono anche buone novità per l'A2 perché anche lì è previsto un intervento in variante per permettere di risolvere i problemi che oggi sono determinati dal tratto tra Cosenza e Altilia".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza