Amato a Festival Economia civile mette accento su caos clima

In primo giorno evento anche Premio Sassoli e impresa virtuosa

Redazione ANSA FIRENZE

(ANSA) - FIRENZE, 16 SET - Non solo i giovani studenti e ricercatori, le aziende premiate per le buone pratiche in termini di sostenibilità e le organizzazioni che credono in nuovo paradigma di sviluppo, anche Giuliano Amato, presidente della Corte Costituzionale ha messo l'accento sulla necessità di intervenire contro i cambiamenti climatici. Il palcoscenico della riflessione di Amato è stato quello del Festival nazionale dell'Economia civile aperto oggi a Firenze con la quarta edizione che andrà avanti fino al 18 settembre.
    "Presumo che il grande caos con il quale dovremo fare i conti nei prossimi anni - ha detto Amato - sarà quello dello scombussolamento prodotto dal cambiamento climatico. Questa ossessione per le bollette moltiplicatesi in queste settimane discende non dal cambiamento delle fonti energetiche imposto dal cambiamento climatico, ma dal fatto che la Russia si è messa in guerra e ha determinato questo sconquasso a proposito di un prodotto su cui ha quasi il monopolio". Per Amato "questa guerra dovrà finire a un certo punto e i suoi effetti verranno meno, ma non verrà meno il resto. Ed è quello che più ha bisogno dell'impresa che si guarda intorno e che non guarda soltanto al profitto per i suoi azionisti". Amato ha poi evidenziato il tema della "lontananza dei giovani dalla politica motivata dalla lontananza della politica dai giovani. La politica - ha concluso Amato - è lontana dai giovani anche nella gestione della spesa sociale, che privilegia le generazioni più anziane, tralasciando sostegni ai più giovani".
    Proprio i giovani e l'ambiente, insieme all'Europa e all'economia civile sono stati al centro della prima giornata del festival. Tra gli eventi il premio intitolato allo scomparso presidente del Parlamento europeo, David Sassoli, consegnato a 15 studenti e ricercatori e il premio nazionale Imprese di economia civile pensato per valorizzare le buone pratiche d'impresa nell'ambito della sostenibilità ambientale e sociale.
    Il premio 2022 è andato a 'Centro Allenamente', cooperativa sociale di Scandicci (Firenze), che dedica a bambini e adolescenti percorsi personalizzati di riabilitazione e logopedia. In gara anche Stanzani, Cotti in Fragranza, Mir Artisan of Peace e Progesto, tutte insignite del titolo di Ambasciatrici dell'Economia civile 2022 perché mettono al centro del sistema produttivo le persone, l'ambiente e la comunità, ispirandosi ai principi della Carta di Firenze. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA