Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Restituiti antichi reperti al museo archeologico di Spoleto

Restituiti antichi reperti al museo archeologico di Spoleto

Un uomo denunciato per ricettazione di beni culturali

PERUGIA, 02 marzo 2024, 12:35

Redazione ANSA

ANSACheck
-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA

Sono stati restituiti al Museo archeologico nazionale e Teatro Romano di Spoleto, alcuni manufatti sequestrati dai carabinieri a un sessantaduenne di origini romene ma residente da anni nello Spoletino, che è stato denunciato per ricettazione di beni culturali.
    La vicenda giudiziaria, che ha consentito ai militari del nucleo carabinieri per la tutela del patrimonio culturale di Perugia di eseguire il provvedimento di confisca di 13 reperti archeologici ritenuti dagli esperti "di particolare interesse e valenza culturale", aveva preso avvio nel 2023 in seguito alla segnalazione pervenuta allo specializzato nucleo dell'Arma che opera in Umbria dai colleghi della stazione carabinieri di Cerreto di Spoleto, impegnati in una attività d'indagine che aveva portato a scoprire in un'abitazione privata della persona successivamente denunciata per il possesso di manufatti provenienti da scavo clandestino, la piccola collezione di oggetti d'archeologia il cui possesso non era stato giustificato.
    La Direzione regionale musei dell'Umbria ha poi confermato l'autenticità degli oggetti.
    Fra questi, è stata dichiarata di particolare interesse, per lo stato di conservazione delle pittura e la rappresentazione delle figure disegnate, un'Anfora nicostenica a figure nere con sovradipinture bianche, oltre a una Ciotola a piede distinto vernice nera; una Kylix a vernice nera; un Coperchio di lekane a figure rosse; una Coppa tipo ionica; un Kantharos in bucchero; un Guttus a vernice nera costolato; un Calice o bicchiere biansato a vernice nera; un Vaso da profumo in vetro; una Olpe in bucchero; una Oinochoe in bucchero; un Aryballos etrusco-corinzio; una Fibula in bronzo, che per caratteristiche e tipologia sono stati ritenuti "interessanti" per le finalità espositive e di studio.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza