Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Terre dell'Olio e del Sagrantino, check up Unione dei Comuni

Terre dell'Olio e del Sagrantino, check up Unione dei Comuni

'Struttura fondamentale per intercettare risorse'

CASTEL RITALDI (PERUGIA), 01 marzo 2024, 14:43

Redazione ANSA

ANSACheck
-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

RIPRODUZIONE RISERVATA

Sono stati presentati a Castel Ritaldi i risultati del check up sullo stato di salute dell'Unione dei Comuni Terre dell'Olio e del Sagrantino realizzato dal team di progetto Italiae, iniziativa del Dipartimento per gli affari regionali e le autonomie della Presidenza del Consiglio dei ministri, che ha l'obiettivo di supportare i processi di aggregazione e riorganizzazione territoriale.
    All'incontro è intervenuto Federico Lasco, dirigente del dipartimento per gli affari regionali e le autonomie. Erano presenti la presidente dell'Unione Tos, Elisa Sabbatini, i sindaci e rappresentanti dei Comuni associati, Bevagna, Campello sul Clitunno, Castel Ritaldi, Giano dell'Umbria, Gualdo Cattaneo, Massa Martana, Montefalco e Trevi.
    Tra i punti di forza si trovano: servizi in salute e ben presidiati; collaborazione tra uffici e, più in generale, tra uffici e amministratori; azioni puntuali di interesse e impatto positivo messe in campo da singoli Comuni (es. perequazioni catastali, collaborazione con associazioni, investimenti specifici su cultura e turismo). Le criticità rilevate sono invece: bassa specializzazione del personale; frequente turnover e bassa attrattività; tempo richiesto dalle sostituzioni; competenze su temi specifici (es. rendicontazione Pnrr); mancanza di presidio su alcuni ambiti più di nicchia come le politiche giovanili; focus su amministrazione ordinaria e carico burocratico per cui ne risente la programmazione.
    "Il passaggio che questi territori stanno realizzando verso l'Unione dei Comuni - ha commentato Lasco - è stato complesso, ma anche molto maturo. L'Unione Tos è, infatti, oggi una struttura che ha i propri organi elettivi e in cui i sindaci si coordinano per scegliere il proprio presidente con un mandato biennale. Operazione che pone le basi di una strategia che si è già concretizzata in una serie di funzioni che sono state centralizzate, ma anche concreta nella capacità che ha dimostrato l'Unione di essere punto di convergenza delle risorse destinate ai territori, penso al digitale sul Pnrr, ma anche alla green community che questa Unione ha costruito, promosso e progettato, avendo anche il risultato positivo di essere finanziata".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza