Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Indios del Guatemala invocano risposte sui 'desaparecidos'

Indios del Guatemala invocano risposte sui 'desaparecidos'

Centinaia in marcia con i ritratti dei loro parenti scomparsi

CITTA DEL GUATEMALA, 26 febbraio 2024, 10:13

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Indigeni del Guatemala hanno marciato ieri per commemorare la Giornata nazionale della dignità delle vittime del conflitto armato interno (1960-1996) e chiedere che il governo del presidente Bernardo Arévalo de León riprenda le politiche riparatorie stabilite negli accordi di pace.
    Centinaia di indios provenienti da tutte le regioni del Paese hanno partecipato all'iniziativa portando i ritratti dei loro parenti scomparsi e croci di legno con i loro nomi per chiedere allo Stato di continuare la ricerca dei loro resti.
    Secondo gli organizzatori dell'evento, il governo dell'ex presidente Alejandro Giammattei (2020-2024) avrebbe "smantellato" le istituzioni incaricate di risarcire le vittime della guerra e di rispettare gli accordi di pace.
    Durante la commemorazione di ieri, i sopravvissuti al conflitto sono stati ricevuti dalla vicepresidente Karin Herrera nel Palazzo nazionale della cultura (sede del Governo) per l'atto simbolico del cambio della Rosa della Pace. La persona incaricata di cambiare il fiore è stata Elva Sep, una leader indigena e figlia di un'insegnante bilingue scomparsa dopo essere stata arrestata dall'esercito nel 1983.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza