Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Onu, nel 2023 registrati 98 massacri in Colombia

Onu, nel 2023 registrati 98 massacri in Colombia

Fenomeno in crescita del 6,5% rispetto al 2022

BOGOTÁ, 29 febbraio 2024, 01:00

Redazione ANSA

ANSACheck

© ANSA/EPA

© ANSA/EPA
© ANSA/EPA

Nel corso del 2023 la Colombia ha registrato 98 massacri, in aumento del 6,5% rispetto all'anno precedente. E' quanto emerge dal rapporto dell'Alto commissario delle Nazioni unite per i diritti umani (Ohchr) presentato a Bogotà.
    "È preoccupante che nonostante la diminuzione di alcuni indicatori di violenza, l'espansione territoriale e le violente strategie di controllo sociale dei gruppi armati non statali e delle organizzazioni criminali continuino ad avere gravi conseguenze per i diritti umani", ha affermato la rappresentante dell'Ohchr per la Colombia, Juliette De Rivero. Lo studio mostra che lo scorso anno i massacri - ovvero l'uccisione di tre o più persone nello stesso attacco - hanno provocato 320 morti, di cui 32 bambini e 18 appartenenti a minoranze etniche. L'Onu ha mostrato preoccupazione rispetto all'espansione territoriale dei casi di violenza legata alle organizzazioni armate, registrate nel 2023 in 206 dei 1.100 municipi del Paese. Nel 2022 i massacri erano stati registrati in 180 comuni e nel 2021 in 156.
    "Il consolidamento del potere dei gruppi in alcuni territori rappresenta un rischio per la governabilità della Colombia e per la tutela dei diritti umani della popolazione", ha affermato De Rivero. Il rapporto denuncia anche il "controllo" che le organizzazioni esercitano sulle popolazioni, dove "uccidono, estorcono, minacciano, limitano i movimenti, reclutano minori, rapiscono e stuprano". Secondo De Rivero, nel 2023 sono stati registrati 105 omicidi di difensori dei diritti umani.
    Nonostante il calo del 9,5% sull'anno resta "il numero più alto al mondo".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza