PNRR - Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza
  1. ANSA.it
  2. ANSA PNRR
  3. Parchi, borghi e città
  4. Pnrr: Invitalia, al via le gare per i Piani urbani integrati

Pnrr: Invitalia, al via le gare per i Piani urbani integrati

Pubblicate quattro procedure, interventi per 1,8 mld in 13 città

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 04 OTT - Invitalia pubblica le procedure di gara per la realizzazione dei Piani urbani integrati (Pui) previsti dal Pnrr, con investimenti ad hoc che puntano a migliorare le periferie delle aree delle Città metropolitane attraverso nuovi servizi per i cittadini, interventi di riqualificazione e rigenerazione, trasformando così "i territori più vulnerabili in smart city e realtà sostenibili".
    Con decreto del 22 aprile 2022, ricorda Invitalia, il ministero dell'Interno, titolare dell'investimento, ha approvato e finanziato complessivamente 31 Piani urbani integrati per un importo totale di circa 2,7 miliardi di euro. In tale ambito, Invitalia ha pubblicato quattro procedure di gara per l'aggiudicazione di accordi quadro multilaterali per un massimo complessivo di oltre 1,8 miliardi di euro, per affidare i servizi tecnici e i lavori necessari a realizzare 399 interventi in 13 delle 14 Città metropolitane (Bologna, Cagliari, Catania, Firenze, Genova, Messina, Milano, Napoli, Reggio Calabria, Roma, Torino, Venezia e Palermo). Il supporto tecnico operativo fornito da Invitalia ai soggetti attuatori degli interventi è reso disponibile dal ministero dell'Economia e delle finanze, su impulso del ministero dell'Interno, ed è promosso in collaborazione con Anci.
    In particolare, le procedure pubblicate da Invitalia riguardano i seguenti quattro accordi quadro multilaterali: affidamento di lavori e servizi di ingegneria e architettura per la ristrutturazione, la manutenzione e la rifunzionalizzazione ecosostenibile di strutture edilizie pubbliche esistenti per un valore massimo stimato di 983,6 milioni; per la rifunzionalizzazione ecosostenibile di aree e spazi pubblici per un valore massimo stimato di 249,8 milioni; per il restauro, la ristrutturazione, la manutenzione e la rifunzionalizzazione ecosostenibile di strutture edilizie pubbliche esistenti sottoposte a tutela per un valore massimo stimato di 242,1 milioni; per la realizzazione di interventi sulla mobilità, inclusa quella ciclabile per un valore massimo stimato di 361,2 milioni.
    Per presentare le offerte c'è tempo fino al 3 novembre 2022 alle ore 13. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Leggi anche: